Tutti i figli di Dio hanno le ali


Io ho una veste, tu hai una veste,
tutti i figli di Dio hanno una veste.
Quando andrò in cielo, metterò la mia veste
e griderò in lungo e in largo per il Cielo di Dio.
Cielo! Cielo!
non tutti quelli che parlano di Cielo ci vanno.
Cielo! Cielo!
griderò in lungo e in largo per il Cielo di Dio.

Io ho le scarpe, tu hai le scarpe,
tutti i figli di Dio hanno le scarpe.
Quando andrò in cielo, metterò le mie scarpe
e camminerò in lungo e in largo per il Cielo di Dio.
Cielo! Cielo!
non tutti quelli che parlano di Cielo ci vanno.
Cielo! Cielo!
camminerò in lungo e in largo per il Cielo di Dio.

Io ho un’arpa, tu hai un’arpa,
tutti i figli di Dio hanno un’arpa.
Quando andrò in cielo, porterò con me la mia arpa
e canterò in lungo e in largo per il Cielo di Dio.
Cielo! Cielo!
non tutti quelli che parlano di Cielo ci vanno.
Cielo! Cielo!
canterò in lungo e in largo per il Cielo di Dio.

Io ho le ali, tu hai le ali,
tutti i figli di Dio hanno le ali.
Quando andrò in cielo, metterò le mie ali
e volerò in lungo e in largo per il Cielo di Dio.
Cielo! Cielo!
Non tutti quelli che parlano di Cielo ci vanno.
Cielo! Cielo!
Volerò in lungo e in largo per il Cielo di Dio,
volerò in lungo e in largo per il Cielo di Dio,
e PARLERO’, in lungo e in largo, per il cielo di Dio.

(Grazie, Angela, per questo meraviglioso dono…)

Annunci

20 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. *VaLe Kia*
    Feb 25, 2011 @ 09:00:50

    E’ spendida!!
    Mi hai lasciato con l’immagine che i miei zii Fabrizio e Mara ora stanno volando mano nella mano, nel cielo di Dio, canticchiando allegramente “Cielo Cielo”… ed ecco che sento la loro inconfondibile risata!

    Rispondi

  2. Donatella
    Feb 09, 2011 @ 18:54:20

    Splendida!
    In questo canto dolcissimo ritrovo la mia convinzione che chiunque abbia il cuore puro e ami Dio sinceramente e appassionatamente, potrà un giorno volare con ali d’angelo…Dio è giusto, cara Debby, ma soprattutto è misericordioso…e legge nei nostri cuori.
    Ti voglio bene, tesorina mia. Buona serata!

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 09, 2011 @ 22:42:16

      Hai ragione, Donatella, condivido pienamente tutto quello che hai scritto…
      Dio guarda il cuore, sempre, al contrario di noi umani che ci soffermiamo fin troppo sulle apparenze…
      Grazie di essere passata, è sempre una grande gioia per me…
      Un caloroso abbraccio e a presto… 🙂

      Rispondi

  3. lara7403
    Feb 09, 2011 @ 17:02:14

    Ciao cara Deborath, non capisco come non mi sia arrivato questo aggiornamento. Guarda cosa mi stavo perdendo!
    Passavo per ringraziarti del tuo commento nel mio post”soffiata da Dio”
    e mi son ritrovata a leggere una poesia bellissima, senti ma se nn è un canto si potrebbe comunque musicare sai? mi ispira farne un canto, che ne dici?.
    Aggiungo che il tuo commento al mio post lo condivido ovviamente 🙂
    la Parola è il pane dello Spirito per noi e solo leggendola con gli occhi della fede PUò PARLARCI, questo è un piccolo miracolo quotidiano!
    Ti giunga un bacio sincero.
    Lara

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 09, 2011 @ 22:40:14

      Ciao Lara, non sei la prima che mi dice che non riceve i miei aggiornamenti, ultimamente… Boh, non so che dirti, prova a sottoscrivere di nuovo il blog, forse dopo un pò cancella le sottoscrizioni, non so…
      Sono contenta che questo post ti sia piaciuto: non so se è un canto, non te lo so proprio dire, però, se tu vuoi musicarla chi te lo impedisce?
      Credo anche io che verrebbe bene!!!
      Mi fa piacere che condividi quello che ti ho scritto sulla Bibbia…
      Ti lascio un abbraccio forte e una dolce buona notte… :0)

      Rispondi

  4. Sabrina&Marco
    Feb 08, 2011 @ 11:48:40

    Semplicemente bellissima!!
    Un abbraccio, Sabry

    Rispondi

  5. Emilio A.
    Feb 07, 2011 @ 14:23:11

    Questa poesia sembra uno dei canti che la domenica fanno in chiesa.
    Se tutti ci rendessimo conto di chi stà peggio, forse smetteremmo di lamentarci continuamente.
    Molto bello quest’intervento, grazie per averlo pubblicato 🙂
    Un abbraccio, con affetto
    Emilio 😉

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 08, 2011 @ 09:07:22

      Ciao Emilio, hai proprio ragione, e tu, per quello che fai, lo sai bene e ne vedi di gente messa molto peggio di noi, purtroppo…
      Ti ringrazio molto di essere passato ancora una volta…
      Un abbraccio e buona giornata… 🙂

      Rispondi

  6. angelfantasy
    Feb 06, 2011 @ 23:53:35

    Buona sera Deborath…..è con immenso piacere che vengo a trovarti e a leggere questo post! A dire la verità mi sono saliti i brividi dalla schiena ^_^
    Sono molto lusingata che tu mi abbia citato e penso proprio che Gianni ora sia a spasso per il Cielo di Dio…..lo ha propio meritato!
    Un grandissimo abbraccio e grazie ancora di cuore ciao Angela !

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 07, 2011 @ 00:27:12

      Ciao Angela, grazie infinite a te, che mi hai fatto conoscere questa splendida poesia e che hai deciso di condividerla con me…
      Spero di aver reso l’idea così come voleva renderla Gianni…
      Ti abbraccio forte forte e torna presto a trovarmi, ormai ti ho adottato tra i miei “lettori” di fiducia… 🙂

      Rispondi

  7. Sonja A.
    Feb 06, 2011 @ 09:38:29

    Bellissima poesia, sembra un canto….
    Grazie cara per aver condiviso questa meraviglia che mi era sfuggita negli aggiornamenti di Wp, ma che ho trovato per fortuna nei tuoi aggiornamenti Fb.
    Ti abbraccio forte forte ringraziandoti ancora per il pensiero che hai condiviso per il mio papà. 🙂
    Smackkkkk!!!!

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 06, 2011 @ 09:47:26

      Ciao dolce Sò, grazie a te di essere passata ancora una volta, sai quanto mi fa piacere trovare i tuoi commenti…. 🙂
      Credo che, in realtà, questo sia proprio un canto, ma non te lo saprei dire con certezza…
      Ti abbraccio forte forte…

      P. S. Come sta la piccola Bab?

      Rispondi

  8. Mery
    Feb 05, 2011 @ 23:33:14

    L’autore era uno schiavo nero delle piantagioni di cotone.
    Lui era certo di meritare il cielo…

    Rispondi

  9. lucetta
    Feb 05, 2011 @ 15:00:04

    Mi colpiscono le immagini e le parole: “Non tutti quelli che parlano di cielo…ci vanno” Voglio solo sperare con tutte le mie forze di agire in modo da meritare il CIELO, soprattutto facendo qualcosa di tangibile per QUESTI OCCHI che mi guardano e m’interrogano…
    Qualcosa ho fatto MA è ancora poco. Che il Signore mi guidi, mi ispiri e mi “metta nelle condizioni” di fare di più.
    Un abbraccio.

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 05, 2011 @ 15:49:26

      Cara Lucetta, questa poesia, che ho trovato bellissima e densa di significato, mi è stata donata da Angela, una blog-amica, che ha detto che Gianni la recitava sempre alla radio. Gianni è un suo amico che ha speso la sua vita per aiutare i bambini del Paraguay e che ora non c’è più…
      Anche io, come te, spero di poter meritare il Cielo, un giorno, e rimetto tutta la mia misera vita nelle mani di Dio… Lui mi giudicherà, usando la sua misericordia infinita…
      Ti abbraccio forte con tantissimo affetto…

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: