Unical: il sostegno insostenibile

Ebbene sì, non mi sazio mai!!!
Dopo aver concluso il TFA a Pescara, perché rilassarsi inutilmente e prendere del tempo per sé? Meglio iscriversi alle preselezioni per fare la specializzazione sul sostegno, questa volta nella mitica, fantastica e fantasmagorica Unical!!!
Sapeste com’è bello qui!!!

DSC_0279
Tutto funziona alla perfezione, l’organizzazione del corso è impeccabile, i laboratori che facciamo sono altamente interessanti e formativi e anche l’ambiente circostante e le infrastrutture sono da lasciare senza fiato!!!
E già, sì, proprio senza fiato!!!
O senza respiro???
Sì, perché se volete accedere ai bagni ed uscirne vivi, vi conviene non respirare proprio, rivestirvi accuratamente con quelle tute dei RIS, ricoprire il water con pellicola, passarvi sopra il disinfettante, non senza aver prima gettato dentro una decina di litri di acido muriatico, DSC_0282munirvi di torcia elettrica, (per via delle luci non funzionanti), e di pannelli di compensato, (a causa delle porte sfondate), e allora e SOLO allora, (dopo 24 ore minimo di duro lavoro), potete, finalmente, dedicarvi 2 minuti estremamente privati per fare pipì.
Un altro problema serio sorge, poi, qualora abbiate necessità di lavarvi le mani, in quanto è un’impresa epica riuscire a trovare un lavandino che non sia otturato da fazzoletti, o buste di fazzoletti, (che potrebbero, invece, tornare molto utili per otturare i buchi DSC_0284che ci sono tra le pareti che dividono un bagno dall’altro, ed evitare così incontri poco piacevoli, visto che i bagni non sono neppure divisi per sesso!!!!) e che abbia un rubinetto per poter aprire l’acqua…
DSC_0283Vogliamo parlare delle vie di fuga???
Ben 4 in fila, opportunamente segnalate…
DSC_0281Ma… e dico ma…
A parte il fatto che sono talmente tanto strette che io, malauguratamente accadesse qualcosa, rimarrei irrimediabilmente incastrata dentro, ma, a parte questo, (che è il problema minore!!!), queste vie di fuga sono rigorosamente CHIUSE A CHIAVE!!!!!
Vogliamo passare all’aria condizionata???
Oggi è talmente tanto alta che, a parte la tromba d’aria che rischia di scatenarsi, i pinguini, visto lo scioglimento dei ghiacciai al polo sud, hanno organizzato un divertentissimo party in quest’aula!!! E per fortuna che ci sono loro, altrimenti, questa che parla, senza che l’ascolti nessuno e leggendo tutto dal PC, chi la potrebbe reggere???
L’altro giorno, invece, eravamo in aula magna, in 500 persone, con 35 gradi fuori e almeno 50 dentro e con l’aria condizionata spenta!!!!
Si boccheggiava e le colleghe incinte stavano per sentirsi male!!!! (Per non parlare del fatto che hanno detto loro, esplicitamente, che non possono neanche partorire, visto che, da decreto, non sono previste assenza, per lo meno non in questi entusiasmanti laboratori estivi, che ci vedono “carcerati” qui per la bellezza di 10 ore al giorno!!!)
DSC_0285Beh, che dire???
Meglio che mi fermi qui, non vorrei annoiarvi o sconvolgervi più di così…
Che tristezza!!!
Povera istruzione e, soprattutto, poveri noi!!!!!

Annunci

Sfogo

So che manco da una vita da questo posto, un posto che un tempo era il mio rifugio, il mio sfogo, la mia distrazione, un virtuale ‘caffè letterario’ in cui incontrare belle persone, cari amici, gente con cui confrontarmi e scambiare due chiacchiere, serie, divertenti, profonde…
Oggi mi ritrovo ancora qui, come davanti ad un santuario che ho paura di profanare, come in un luogo in cui entrare in punta di piedi e senza far rumore…
Eppure, eppure, mi viene così difficile, mi sembra tutto così inconsueto, così strano… Forse questo è un posto che non sento più mio o forse no…
Non lo so…
È come se fossi un’estranea in un angolo che ho sempre percepito come mio, profondamente mio…
Oggi ho voglia di sfogarmi, di tirare fuori un po’ di cose, non so se ci riuscirò, ma voglio provarci, piano piano, come qualcuno che, come dopo un brutto incidente, riprova, lentamente a camminare…

darknessfallsblackandwhite

Sono mesi, ormai, che brancolo nel buio, un buio totale, sconfinato, che non ha principio né fine…
Avanzo a tentoni, con timore, andando a sbattere di qua e di là e tornando indietro ogni volta…
Ho una gran confusione in testa, non ho voglia di pensare, non ho voglia fare niente, di vedere gente, di parlarci al telefono: sono stufa di sentire parole, sono stufa di tutto…
Vivo nel caos più totale, soprattutto per quel che concerne le emozioni, e non ho la benché minima idea di come iniziare a rimettere un po’ d’ordine…
Forse non è arrivato ancora il momento di farlo, forse ho ancora bisogno di vivere in questo limbo…
A volte vorrei sparire: vorrei che si aprisse una voragine sotto i miei piedi, che la terra mi risucchiasse e poi tornasse a richiudersi sopra di me cancellando per sempre il mio ricordo…
A volte, invece, non faccio che piangere, lacrime e lacrime che non riesco a fermare in nessun modo: più cerco di ricacciarle indietro, più loro, prepotentemente, vengono fuori, trasformando il mio viso in una maschera irriconoscibile…
Ho tanti pesi sul cuore, tanti pensieri, tante angosce che, giorno più giorno meno, sembrano soffocarmi: mi sveglio di notte in preda al panico, sento il mio cuore pesante e dolorante, faccio fatica a riprendere sonno e, allora, i pensieri più tristi e brutti tornano ad impossessarsi di me e mi fanno ripiombare in un vortice al quale non mi posso opporre…
Mi ritrovo a sbattere in continuazione contro cose che non conosco, contro spigoli che mi feriscono, contro zone che sembrano soffici, ma alla fine sono più vischiose delle ragnatele…
Chiedo aiuto: a volte sembra che arrivi, a volte non lo scorgo né con gli occhi, né col cuore e mi illudo che, prima o poi, tutto questo finirà e tornerò a rivedere il sole e a sorridere, non solo con le labbra, ma anche con l’anima…
Voglio crederci: finirà, prima o poi, ma per ora va così ed anche questo pezzo di strada fa parte della mia vita, fa parte di me… è una strada che devo percorrere, non posso sottrarmici e l’affronto, come meglio posso, cercando di stringere i denti il più possibile…
Sento, però, che sto per crollare o, forse, questo crollo già c’è stato, ma nessuno se n’è accorto…
Forse neanche io stessa…

I morti miei

8950362-triste-emoticon
Aprendo la posta, trovo una notifica che mi chiedeva di approvare un commento: tutta contenta vado a leggere il suddetto commento e trovo questa frase: “I morti tuoi”.
Non vi nego che ci sono rimasta malissimo, non tanto per il fatto di non aver trovato nel commentatore un possibile lettore del mio blog, né per il fatto di non aver trovato un bel commento lungo, denso, sostanzioso, di quelli che piacciono a me, quanto proprio per la frase in sé che ritengo altamente offensiva, indelicata, pregna di un’insensibilità capace di lasciarti senza parole.
Il “simpatico” commentatore era un non meglio identificato “francesco”, scritto pure in minuscolo, vista la piccolezza della sua personalità e della sua anima ed il commento era al post “Voglia di pace”.
Ora mi chiedo cosa c’entrasse quest’affermazione con tutto il post.
L’ho letto e riletto, chiedendomi cosa avesse potuto ispirare una reazione del genere in chi lo ha commentato…
Cosa c’entrano i miei morti e cosa ne sa lui del dolore che c’è dietro quelle morti?
La gente davvero non ha niente da fare, niente da dire, niente da comunicare se non sensazioni altamente negative e capaci di rovinarti una piacevole serata in cui cerchi di rilassarti, in un modo o in un altro.
Che tristezza!!!!
E pensare che possiamo sempre scegliere se essere luce o ombra ed è assurdo che certa gente opti sempre per l’ombra e l’oscurità…

Profumo d’Italia

TFA = Truffa Finemente Architettata!!!!
E già, questa sì che è davvero una truffa bella e buona!!!!
Io ho fatto il test di preselezione a Pescara: 207 partecipanti, 35 posti, 30 coloro che avevamo superato il test…
Sì, avete capito bene, ho detto: “AVEVAMO”!!!!!!!
Perché ieri sera ho, amaramente, scoperto che, dopo la pubblicazione ufficiale delle graduatorie all’università, con tanto di nomi e cognomi, con tanto di punteggio relativo e via dicendo, il Ministero ha deciso di fare una seconda correzione (badate bene, fatte con il lettore ottico, sia la prima che la seconda) e di dare buone e valide per tutti ben 18 domande su 60!!!!!! Il 30% del test, praticamente, REGALATO!!!!!!!
Questo cosa significa?????
Che sono stati generosamente donati a tutti ben 9 punti!!!!!
Cos’altro significa???????
Che io quelle domande le avevo fatte tutte giuste, tranne 3, quindi è stato dato 1 punto e mezzo in più anche a me!!!!
Ohhhhhhh!!!!! Ma grazie!!!!!!! Ma che meraviglia!!!!!!!! Che infinita generosità!!!!!!
Cos’altro significa?????
Che gente che alla prima correzione aveva preso il punteggio di 12, ora si ritrova ad aver superato il test come per magia, gente che aveva preso 14,50, ora si ritrova ad avere un punteggio più alto del mio, che avevo preso 21,50 e che ora mi ritrovo il punteggio di 23!!!!!!
Ohhhhhhh!!!!! Ma grazie!!!!!! Ma che meraviglia!!!! Che infinita generosità!!!!!!
Cos’altro ancora significa?????
Che mentre prima concorrevamo per la prova scritta in 30 per 35 posti, ora concorriamo in 73 per 35 posti e, ribadisco, gente che era stata SCARTATA, ora ha un punteggio superiore al mio, perché mentre prima io ero 26esima su 30 ora su 73, io mi ritrovo ad essere 29esima, il che cosa significa??????? Che 3 delle persone che prima erano state semplicemente bocciate, ora si ritrovano il punteggio più alto del mio, che questa gente, prima scartata, mi passerà avanti, qualora dovessimo superare tutte le 3 prove previste, perché, valutando i voti delle 3 prove, loro, da bocciate che erano, ora hanno un punteggio più alto del mio grazie alle 18 domande che il Ministero ha deciso di regalare!!!!!!
Mio caro Ministro Profumo….
Qui c’è davvero Profumo, sì, ma di imbrogli, di manomissioni, di interessi malcelati, di prese per i fondelli, di contentini vari….
Sì, mio caro Ministro Profumo, qui c’è proprio Profumo d’Italia!!!!!!!

Non ti sopporto più!!! Davvero….

È un periodo che nella mia testa c’è solo confusione,
chi lo sa, forse è il cambio di stagione…
Non sopporto quasi niente,
soprattutto certa gente…
C’è chi ride, chi comanda, chi pretende
e se non esegui alla perfezione, subito ti riprende…
Chi domanda, chi schiva, chi ti scruta
Solo con la speranza di vederti abbattuta…
Chi sorride con finzione, chi saluta con tanto di danze
solo perché si accorge che hai preso le distanze…
Non sai come regolarti:
far finta di niente o arrabbiarti?
Di una cosa son sicura:
che la vedo molto dura,
è già colma la misura…
La mia pazienza ha un limite, che è pericolante
ed io sto diventando altamente intollerante!!!!

Contrasti a confronto

Ieri e l’altro ieri sono uscita a fare shopping con il mio Pietro, sono stata bene e mi sono distratta un po’…
Ieri, però, sono successe tre cose che non mi hanno lasciata indifferente…
Eravamo in un negozio, stavamo guardando i vari capi appesi quando passa una coppia con bimbi al seguito, una più grandicella, di 5 o 6 anni ed uno piccolino, di un anno e mezzo, forse 2… Quest’ultimo era in braccio al “padre” e piangeva disperatamente. Lui era una furia e la moglie e la bambina più grande avevano un viso rassegnato e spento. Il bambino continuava a piangere e lui ha bestemmiato peggio di un animale. Io mi sono girata per guardare il bimbo che, tra l’altro, aveva un cerotto in testa, avrà avuto dei punti sotto. Appena mi giro lo vedo come sul punto di lanciare questo bambino in braccio alla madre, quasi come se fosse stato una palla. Per un attimo i nostri occhi si cono incrociati ed ho visto un tale tasso di cattiveria che sono trasalita!!! Ho sentito un brivido freddo corrermi lungo tutta la schiena e d’istinto ho detto a Pietro: “Il Signore possa sempre liberarci da uomini come questi, da incontri come questi!!!! Se una donna dovesse incontrare uomini come lui, tanto varrebbe rimanere sola a vita e morire completamente abbandonata e dimenticata da tutti!!!”. È stato orribile e non oso pensare alla vita delle persone che vivono sotto il suo stesso tetto: il Signore possa davvero proteggerle in ogni istante… 😦
Poi, sempre nello stesso negozio, ma stavolta nei camerini, c’era un’intera famiglia: madre, padre e due figlie. Le bambine stavano misurando delle magliettine. Ad un certo punto una di loro dice alla mamma: “Mamma, posso prendere questa per metterla sotto il vestito?” (credo stesse parlando del vestito della I Comunione), la madre, con nonchalance, sorridendo felice le risponde, accarezzandole il viso e con voce quasi sussurrata: “Sotto il vestito niente!!!!! Ignuda!!!!!”. Inutile dire che anche qui sono rimasta allibita!!!! Ma che razza di frase era da dire ad una bambina? Avrà anche scherzato, ma sia io che Pietro, abbiamo commentato l’accaduto poco dopo e tutti e due ci trovavamo perfettamente d’accordo sul giudizio assolutamente negativo… Bah…. o.O
Per fortuna, poi, la serata si è conclusa meglio, quasi come a sottolineare il fatto che il bene, la gentilezza, l’educazione esistono ed avranno sempre l’ultima parola!!!!
Ci siamo fermati a fare benzina e c’era fermo anche qui un dottore che conosciamo di vista. Appena ci ha visto ci ha fatto un gran bel saluto con la mano e ci ha sorriso… Ha fatto lo stesso anche prima di rimettersi in macchina e ripartire…
Io ho commentato: “Hai visto, la gente più è in gamba e più è umile e non se la tira affatto!!!!”
Sono stata contenta di aver fatto quest’ultimo incontro proprio alla fine della giornata, mi ha ridato speranza nel bene e nella gente buona che, senza dire una parola e senza far rumore, esiste ed è sempre capace di regalarti un sorriso ed una bella sensazione… 🙂

“Non mangiare troppo!”

E’ mai possibile che la prima cosa che venga da dire alla gente, vedendomi, sia questo: “Non mangiare troppo?????????????????”
E’ mai possibileeeeeeeeeeeeeeeee????????????????????????
No! No! No! No che non lo è!!!!!!!
Non può esserlo!!!!!!
E invece sì!!!!!!!!
Dio mio, come se tutti problemi del mondo, come se tutti i problemi della vita, come se tutti i problemi della MIA vita ruotassero intorno a questo!!!!!!!!!!!!!!!
E’ possibile che di me si veda sempre e solo l’aspetto fisico? Sempre e solo il mio peso? Sempre e solo la mia massa inerte e ingombrante??????????????
E’ possibile????????????????
NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Non è possibile!!!!!!!!
Io avrò anche un carattere schifoso, sarò anche permalosa all’ennesima potenza, mi altererò pure per niente, ma con i problemi ai reni che ho avuto, con il recente dolore alla cistifellea, con la colite che non mi lascia vivere, con l’ansia, mia fedele compagna di viaggio, con l’allergia che ho sulle mani, è mai possibile che l’unico problema centrale in tutto questo sia il mio “mangiare troppo?”
E poi, chi lo ha detto che mangio troppo??????
Perché nessuno pensa che magari assimilo tutto ciò che mangio, che non mi muovo abbastanza, che sto sempre seduta, (la mattina per studiare ed il pomeriggio per seguire i ragazzi della scuola privata), che vado in bagno ogni 3 o 4 giorni, che da quando è morto mio padre il mio metabolismo è cambiato e che, eccetto il periodo in cui sono stata male per la sua morte e in cui mangiavo a dismisura, ora mangio come una persona normale (non ammalata e diabetica), che mangio come mangiano mia mamma e mio fratello che non sono grassi obesi come me???????????????????????????????????????
Perché? Perché? Perché? Perché? Perché? Perché?
E va beh…
Forse se mangerò di meno, avrò risolto tutti i problemi del pianeta, avrò eliminato la fame nel mondo, mi sarò trasformata in Naomi Campbel o in Belén (a seconda dei gusti), non avrò più alcun tipo di problema, né fisico, né psicologico, né umano, né spirituale, ci sarà per sempre la pace nel mondo, le energie rinnovabili sostituiranno tutte quelle costose ed inquinanti, non ci saranno più terremoti o eruzioni vulcaniche, risusciteranno i morti immediatamente, senza attendere la fine dei tempi e, se avete qualche problema in particolare, non vi preoccupate: si risolverà appena io smetterò di mangiare TROPPO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Voci precedenti più vecchie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: