Il palloncino arancione

Ieri pomeriggio sono stata al funerale di un ragazzo di 14 anni.
È stato tutto estremamente straziante e commovente.
All’uscita dalla chiesa i ragazzi della sua comunità lo hanno voluto salutare liberando nel cielo tantissimi palloncini bianchi che potessero accompagnarlo nel suo lungo viaggio…
Quello che mi ha colpito, però, è stato un palloncino arancione che è apparso all’improvviso, proprio mentre stavamo seguendo il feretro sul corso della sua città.
Non c’erano palloncini arancioni tra quelli liberati dai ragazzi e così ho subito pensato che quello era il suo palloncino, il palloncino di Giuseppe!!!!
Ho notato che questo palloncino è arrivato avanzando velocemente da destra verso sinistra, fermandosi quando ci ha raggiunto e poi ha smesso di muoversi in quella direzione, ma ha iniziato ad avanzare nella stessa direzione in cui andavamo noi, precedendoci.
L’ho seguito con lo sguardo finché non è sparito, diventando una cosa sola con il cielo.
Ciao Giuseppe, prega per noi, tu che ora sei al cospetto di Dio.

Annunci

18 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Donatella
    Lug 26, 2012 @ 19:38:27

    Lo penso anch’io…è stato il suo modo per dirvi che in questo momento sta bene ed è con Gesù! Per lui, veder soffrire i propri cari e tutte le altre persone che lo amano, deve essere stato uno strazio altrettanto grande…e allora ha trovato il modo di comunicare…e di dire a tutti che lui è come quel palloncino, diverso da tutti gli altri, che si libra nel cielo, verso l’amore di Dio!
    Ti abbraccio forte♥

    Rispondi

    • Deborath
      Lug 28, 2012 @ 21:50:21

      Spero davvero tanto che sia così, mia dolce Donatella…
      Spero che ora lui stia bene e possa pregare per la sua famiglia annientata dal dolore… 😦
      Ti abbraccio forte forte…

      Rispondi

  2. lucetta
    Lug 18, 2012 @ 11:40:51

    Il progetto di Dio sui suoi figli è un mistero che noi non riusciamo a capire MA LUI SA quello che fa ed è sempre un progetto di bene per l’anima. La morte non è la fine ma l’inizio di una vita senza fine. Se ci credono….allora anche quei genitori avranno la forza di reagire al dolore. Un abbraccio forte.

    Rispondi

    • Deborath
      Lug 19, 2012 @ 19:08:43

      Sì, Lucetta, ma ahimè, non credo sia un discorso proponibile momentaneamente…
      Tutto ha un suo tempo e questi dolori, nonostante la fede, hanno tempi MOOOOOLTO lunghi… 😦

      Rispondi

  3. lupus.sine.fabula
    Lug 18, 2012 @ 10:43:27

    Qualcuno potrà pensare che è una coincidenza, ma credo che i segni esistono, e tu l’hai saputo cogliere.
    DA molto non passo di qua, a salutarti e a condividere con te gli spezzoni di vita che offri nel tuo blog, e mi spiace ritornare proprio quando in prima pagina c’è un post così doloroso… ma anche questo vorrà dire qualcosa, e forse dobbiamo ancora scoprirlo.
    Un abbraccio.

    Rispondi

    • Deborath
      Lug 19, 2012 @ 19:04:43

      Ciao mia cara Lupus, anche io non passo da te da secoli e ti prego di perdonarmi, ti prometto che appena riuscirò ad essere un po’ più libera, riprenderò i vecchi ritmi, abbi pazienza…
      Grazie per la tua presenza qui, comunque, in questo momento doloroso…
      Un abbraccio e buone vacanze… 🙂

      Rispondi

  4. GIUSY
    Lug 17, 2012 @ 16:06:17

    Ciao mia cara amica sai che io non me ne sono accorta? ma se l’avessi visto avrei pensato anche io la stessa cosa….. è stato davvero straziante vedere quella bara bianca e quei genitori disperati, spero che Dio ricompensi il loro gesto così altruistico di donare gli organi dandogli la forza per andare avanti. Ha ragione il tuo amico Sergio, se andiamo in un giardino anche noi scegliamo di raccogliere i fiori più belli e così ha fatto Dio per Giuseppe…<3

    Rispondi

    • Deborath
      Lug 19, 2012 @ 18:58:03

      Ciao Giusy, dovresti averlo capito ormai, che sono sempre io a cogliere i segni più strani ed assurdi, comunque sono contenta di sapere che avresti pensato anche tu la stessa cosa mia…
      Sarà molto dura per loro e ci vorrà tantissimo tempo per recuperare anche solo un briciolo di apparente normalità…
      Solo Dio può dar loro la forza di sopportare tutto questo… 😦
      Un abbraccio forte forte…

      Rispondi

  5. Diemme
    Lug 17, 2012 @ 13:53:08

    Mi hai fatto venire i brividi… difficile per noi, che poca visione abbiamo del mondo spirituale, capire la morte di un ragazzo di quattordici anni, che continua ad apparirci inaccettabile: come si ci fosse data la possibilità di accettarla o meno!

    Io però ci credo che il palloncino arancione fosse il suo…

    Rispondi

    • Deborath
      Lug 19, 2012 @ 18:51:09

      Sai, Diemme, ci sono davvero tante cose che non capiamo e che non riusciremo a spiegarci m.ai o a farcene una ragione e la morte e la sofferenza dei piccoli è una di questa… 😦
      Però io sono sicura che quel palloncino fosse di Giuseppe, non si spiegherebbe altrimenti…
      Ti abbraccio e grazie infinite per la tua presenza… ♥

      Rispondi

  6. Rita
    Lug 17, 2012 @ 11:34:49

    Di qualsiasi colore essi siano, quei palloncini, secondo me, stanno ad indicare che i compagni che li hanno fatti volare insieme ai bigliettini, credono che il loro amico non è andato via per sempre. Se il volo dei palloncini non resterà solamente un segno esteriore, sicuramente essi saranno un valido aiuto per i due genitori, per i quali non sarà facile la rassegnazione. Ti abbraccio, Deborath, con un po’ di tristezza, una umana tristezza!

    Rispondi

    • Deborath
      Lug 17, 2012 @ 21:28:11

      Sai, Rita, spero davvero che quei ragazzi credano in qualcosa del genere…
      Non so, però, quanto questo possa aiutare quella mamma e quel papà che erano completamente annientati e distrutti dal dolore…
      Si sono visti stravolgere la vita nel giro di pochissimi giorni e sarà per sempre diversa.
      Non ci posso pensare!!!! 😦
      Ti abbraccio forte forte forte, anch’io con tanta tanta tristezza…

      Rispondi

  7. Sergio Baldin
    Lug 17, 2012 @ 10:25:38

    Fa sempre una profonda tristezza la morte di un ragazzo così giovane, anche perchè vediamo che sono sempre i ragazzi migliori, come se il Signore volesse proprio cogliere i fiori più profumati nella sua grande aiuola, che è la terra.
    E’ a dir poco impressionante la comparsa e l’evoluzione di quel palloncino, come fosse una specie di stella cometa, a guidare i messaggi di amore e dolore contenuti in ognuno degli altri, mandati nel cielo dai suoi amici e coetanei.
    Speriamo che tutto questo abbia un pò contribuito ad alleviare un pò lo strazio dei genitori, che rimarranno smepre segnati da quanto accaduto, comunque sia successo, perchè un figlio così piccolo non si riesce ad accettare di perderlo ed è difficile anche che il saperlo lassù entri lentamente nella loro consapevolezza ed accettazione.
    Che posso dire a te carissima Debby, tu ci sei sempre, siano belle o tristi occasioni, quando è importante ogni presenza di silenzioso affetto.
    Abbracciando te, un pò lo faccio anche con quei genitori che non conosco, perchè da ogni situazione umanamente dolorosa, l’importante è riuscire a volersi sempre bene un pò di più!
    Ciao mia dolcissima amica!

    Rispondi

    • Deborath
      Lug 17, 2012 @ 21:16:56

      Caro Sergio, sai, non credo che importi l’età di un figlio, credo che qualunque essa sia, per un genitore è sempre inaccettabile perdere il suo “bambino”…
      Il ciclo della vita dovrebbe essere diverso e, per quanto sia duro e doloroso, dovrebbero sempre essere i figli a seppellire i padri, invece, troppe volte non è così…
      Io ci sono, Sergio, cerco di esserci, ma che importanza vuoi che abbia?
      Niente e nessuno potrà mai consolare quella famiglia, niente e nessuno potrà mai colmare quel vuoto…
      Grazie Sergio per le tue parole e per il tuo abbraccio, tu sei sempre molto caro ed io fortunata ad averti qui, sempre… ♥

      Rispondi

  8. Rebecca o semplicemente Pif
    Lug 17, 2012 @ 06:17:31

    Buongiorno cara Debora, sono pienamente dacordo con quello che hai scrito Claudio… ti abbraccio Pif

    Rispondi

  9. Claudio's
    Lug 17, 2012 @ 00:42:07

    Quanto sai essere profonda nell’Anima e nel Cuore o Deborath!.
    La Tua dolcezza verso gli esseri umani fà di Te un Angelo del cielo in Terra!
    Che sia pace e riposo in Dio Padre per l’Anima e lo Spirito di questo piccolo giovane! Amen.

    C.

    Rispondi

    • Deborath
      Lug 17, 2012 @ 21:09:11

      Mio dolce Claudio, sei tu ad essere troppo buono con me…
      E’ bello sentirsi dire tutte queste cose belle, tutte queste cose positive…
      Grazie di cuore…
      TVB… ♥
      🙂

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: