Maria, una di noi!!!!!

La Celebrazione di oggi è stata tutta un susseguirsi di emozioni: la cosa che maggiormente mi ha colpito del Vangelo è stato l’atteggiamento di Maria… Lei non accetta tutto così, come se stesse in un sogno, come se fosse stordita, come se non ci stesse capendo più nulla e quindi china la testa in segno di rassegnazione!!!!
No!!!!
Non si comporta così: lei chiede spiegazioni!!!! La sua non è una fede basata sul nulla!!!! Lei interroga l’angelo sulla sua sorte, chiede come sia possibile tutto quello che lui le dice e, solo dopo aver ottenuto una risposta, accetta il progetto di Dio per lei…
La fede di Maria è una fede consapevole!!!!
Questo è quello che pensavo nel sentir pronunciare le sue parole…
Maria chiede “Perché? Come?”, proprio così come facciamo noi quando non capiamo che verso stia prendendo la nostra vita e difficilmente riusciamo a fidarci se non otteniamo prima le risposte che vogliamo!!!!
Certo con questo non voglio dire che noi siamo come Maria, lungi da me dire una tale eresia, però, il fatto di chiedere spiegazioni a Dio mi fa sentire meno in colpa…
Poi, don Oreste, nell’omelia, ha citato uno scritto di S. Teresina di Lisieux, che diceva così: “Perché una predica sulla Santa Vergine mi piaccia e mi faccia del bene, bisogna che veda la sua vita reale, non supposizioni sulla sua vita; e sono sicura che la sua vita reale doveva essere semplicissima. La presentano inavvicinabile, bisognerebbe mostrarla imitabile, fare risaltare le sue virtù, dire che viveva di fede come noi, fornirne le prove con il Vangelo”.
Io condivido questa riflessione in tutto e per tutto: è così difficile sentire Maria vicina se continuano a presentarcela come una supereroina megaspaziale, come se per lei fosse stato tutto facile, come se non avesse mai avuto problemi di alcun genere, come se il fatto di essere la madre di Dio le avesse reso la vita facile, molto più facile della nostra!!!! E poi sentir affermare, come spesso si fa, che per lei era tutto più semplice perché è stata preservata dal peccato!!!!!
Sbagliamo a pensare questo di Maria: è vero, lei è stata preservata dal peccato, ma anche lei è stata salvata da Dio, come tutti noi… Lei è stata salvata in anticipo, ma noi lo siamo, così come lei, grazie al sangue di Cristo!!!!!
Don Oreste, poi, è ritornato sulla lettera di Paolo e si è soffermato sul fatto che Dio “in lui [Cristo] ci ha scelti prima della creazione del mondo!”
Anche questo mi ha colpito moltissimo: significa che Dio ha scelto me in Cristo da sempre!!!!!
Che meraviglia!!!!!
Che meraviglia tutta la Liturgia di oggi: davvero mi sono sentita amata!!!!!
Concludo con questa preghiera che ho trovato nel foglietto della Messa: “O Signore, fa’ che nel contemplare l’Immacolata Concezione di Maria riusciamo a comprendere il significato delle parole “Nulla è impossibile a Dio”. Abbiamo bisogno di ricordarci sempre più spesso che la tua grazia compie meraviglie in quanti a te si affidano. È questa la richiesta che umilmente ti facciamo in questo giorno di festa”.

Annunci

14 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. angelonocent
    Dic 10, 2011 @ 08:52:57

    UMILE ED ALTA PIU’ CHE CREATURA…

    Rispondi

  2. skayrose59
    Dic 09, 2011 @ 21:47:56

    Ciao Debby, grazie per i saluti fanno sempre piacere, bello leggere queste pagine di intensa spiritualità mariana.
    Ti lascio ma mi riprometto di ripassare con calma

    Rispondi

  3. fabiana
    Dic 09, 2011 @ 18:17:36

    Ciao Debby,
    bello davvero!
    Grazie.
    Anch’io pensavo alla consapevolezza di Maria, ieri.
    Era solo una ragazzina!?
    Dio ha scelto bene.
    E poi che bella l’immagine!
    Di chi è?
    Te l’ho già ‘fregata’
    🙂

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 09, 2011 @ 19:24:33

      Ciao Faby!!!!
      Tanti auguri per l’anniversario del tuo battesimo, passerò a farteli anche di là… 🙂
      Sono contenta che il post ti sia piaciuto: Maria aveva 13 anni quando è diventata la madre del Signore, ancora più piccola di quando io sapevo (credevo che avesse 16 anni, ma don Oreste ha detto che ne aveva appena 13!!!!!!!!” 🙂
      Bella l’immagine, vero? Hai fatto bene a “rubarla” 😉
      Mi dispiace, ma non so di chi sia… 😦
      Ti ringrazio di essere passata!!!
      Un abbraccio e a presto… 🙂

      Rispondi

  4. lucetta
    Dic 09, 2011 @ 12:45:05

    Questo post è un bell’omaggio a Maria. Quanto ti “amo” quando ti esprimi così!!!!!Riconoscere come si è e cioè distanti da come si vorrebbe essere e non disperare mai di poter riuscire a migliorarsi E’ IL NOSTRO CAMMINO sulla terra. Infatti ieri mi è capitato di sentirmi apostrofare in modo “poco carino” ed ho reagito con parole ferme e dure….avrei dovuto tacere, accettare e capire. Invece di struggermi
    per la mia “scivolata”ieri pomeriggio, ho scritto a MARIA una lettera sul mio diario iniziando con “Cara MAMMA……” e subito dopo stavo già meglio come niente fosse successo e pronta a rivolgermi a chi mi aveva ferito senza astio. Ti racconto tutto questo per farti capire che la lotta al nostro ego dura tutta la vita…ma non dobbiamo avere paura finchè c’è in noi la volontà sincera di correggerci.
    Se hai tempo ti invito a rileggerti il mio post su Maria dal titolo: “Dire sì, vivere e solo poi capirne il senso” del 13 febbraio 2011. Ti abbraccio forte forte.

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 09, 2011 @ 16:12:38

      Ciao Lucetta, sono davvero felice che il post ti sia piaciuto…
      Vedi, però, come sono fatta io? Sono tutta storta: un giorno mi sembra tutto totalmente nero, sono sfiduciata, delusa, arrabbiata e poi il giorno dopo esulto nel Signore, mi ritrovo felice e mi sento amata…
      Sai, a volte, penso che queste cose succedono sola a me, penso che io sia la sola a soffrire di questi alti e bassi…
      A volte, credo che mi prendiate per una pazza instabile… 😦
      Boh, forse lo sono…
      Anche io sto male quando reagisco come hai reagito tu dietro e, puntualmente, mi dico che parlo troppo, che penso troppo, che dovrei imparare ad esercitare la pazienza ed il silenzio… Me lo dico tutte le volte, giuro, salvo poi reagire sempre e puntualmente allo stesso modo quando vedo ingiustizie o attacchi che secondo me non hanno motivo di essere…. 😦
      Non cambierò mai… 😦
      Però la volontà c’è: questo è già qualcosa, è un punto di partenza perchè prima o poi questo cambiamento possa avvenire, almeno lo spero…
      Ti abbraccio e ti ringrazio per aver condiviso la tua esperienza, questo mi fa sentire meno sola, meno indietro nel cammino spirituale…
      Mi fa capire che siamo tutti nella stessa barca, una barca che si agita al vento della tempesta ed io tante, troppe volte, ho paura…
      Un bacio, Lucetta mia e passerà a rileggere quel post e dico rileggere perchè sono certa di averlo già letto…
      A presto e grazie di tutto… ♥

      Rispondi

  5. Sergio Baldin
    Dic 09, 2011 @ 09:37:39

    Cara Debby, sei semplice e profonda nello stesso tempo, è illuminante ascoltarti!
    Ora capisco come devono essere fortunati i fanciulli che segui nel catechismo, per come saprai essere concreta e non astratta nel tuo insegnamento.
    Io credo che per la maggior parte dei fedeli la Madonna rappresenti una mamma alla quale tutto è possibile, una mamma dalla quale vien più facile sentirsi amati.
    Penso sia significativa la devozione profonda che continuamente vediamo nei vari santuari Mariani, forse un pochino permeata dal crederla come un talismano che possa risolvere gravi problemi, qualcuno a cui ricorrere come ad una risorsa estrema, tutto umanamente compresibile!
    Tu vai oltre, cerchi di capire Maria nel suo tempo e cogliere il senso del suo comportamento per attualizzarne i significati, specie per la tua vita.
    Io ti auguro che Maria ti mantenga sempre anima così bella, ma anche che ti possa dar sempre la forza per affrontare il tuo cammino terreno e trovare le risposte migliori, con esse anche il compimento dei tuoi progetti di vita!
    Un grandissimo abbraccio, sei un tesoro di amica!

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 09, 2011 @ 12:00:59

      Che dolce che sei, Sergio, hai sempre una parola buona per tutti, distribuisci il tuo affetto a piene mani e per me è bellissimo averti come amico…
      Non so se i miei ragazzi siano fortunati o meno ad essere seguiti da me, c’è chi non la pensa così, quello che so è che ce la metto sempre tutta… Mi impegno anima e corpo e cerco di far passare il messaggio che vivere come la Madonna, come Gesù è difficile, molto, ma non impossibile se scegliamo VOLONTARIAMENTE e consapevolmente di farlo!!!!
      E’ questo quel che cerco di seminare, cercando io per prima di capire come loro hanno vissuto, come hanno affrontato le fatiche ed i dolori della loro vita…
      Cercando, solamente cercando, di capire, perchè sia Maria che Gesù sono due misteri troppo grandi che senza la loro stessa rivelazione nessuno di noi potrà mai totalmente comprendere…
      Ti abbraccio, Sergio, ringraziandoti ancora infinitamente, per l’amore che sempre distribuisci e semini sul tuo cammino…
      A presto, mio caro amico…
      Un sorriso per te… 🙂

      Rispondi

  6. claudiopsy
    Dic 09, 2011 @ 02:50:38

    AVE O MARIA PIENA DI GRAZIA IL SIGNORE E’ CON TE!
    GRAZIE DEBORATH DELLE BELLE PAROLE SENTITE SULLA NOSTRA MADRE IN SPIRITO E VITA!
    UN ABBRACCIO
    CLAUDIO

    Rispondi

  7. Rita
    Dic 08, 2011 @ 22:22:23

    La grandezza di Maria non sta nell’essere stata preservata dal peccato, ma nel fatto che è rimasta senza peccato. Stamattina il Santo Padre ha sottolineato che grazie a Maria il Cielo si è avvicinato alla terra. Che grande figura, Maria! Quanta gioia nella sua risposta alla chiamata di Dio! In questo giorno, in cui l’Azione Cattolica normalmente rinnova il suo impegno, la mia preghiera è che ciascuno di noi possa rispondere con il suo stesso entusiasmo alla chiamata ad essere testimoni ed evangelizzatori. Sono contenta che questo sia stato un giorno ricco di emozioni per te. Ti abbraccio.

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 09, 2011 @ 11:53:47

      Io, invece, credo la Sua grandezza sta nella Sua sconfinata umiltà…
      Sempre don Oreste spiegava ieri che Maria prima si è fatta serva di Dio e poi ha accettato il progetto che Dio aveva su di Lei…
      Ha capito che non era Lei la protagonista della storia e, umilmente, ha accettato di rimanere nell’ombra e dietro le quinte affinchè il vero protagonista della storia potesse emergere e risaltare…
      E’ proprio questa umiltà che vorrei tanto riuscire ad imparare da lei…
      troppe volte pecco di orgoglio, troppe volte me la prendo, troppe volte sono distante da lei anni luce se non secoli luce… 😦
      Va beh, imparerò cammin facendo… o almeno spero… 😦
      Un abbraccio forte Rita… 🙂

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: