Giovanni Paolo II Beato


Eccomi ancora qui ed eccole ancora qui: le lacrime…
Questa volta sono lacrime di gioia e di vera e profonda gratitudine a Dio per avermi permesso di conoscere una persona come Giovanni Paolo II, per avermi fatto nascere in questo tempo che, sebbene estremamente difficile e critico sotto diversi punti di vista, mi ha regalato l’esperienza fortissima di questa vera e concreta testimonianza di fede viva, che cammina in mezzo a noi, che passa, che benefica, che accarezza, conforta, abbraccia e benedice…
Davvero Lui era il rappresentante di Cristo in terra!!!
Non riesco ad immaginare un Gesù diverso da questo, un Gesù pronto a correre incontro a chi ha bisogno, a confortare gli ammalati, ad accogliere i bambini, ad incoraggiare le coppie, a sostenere gli anziani, a radunare i giovani e gioire con loro…
Un Cristo che va incontro a tutti i popoli del mondo, confondendosi con essi, perché parte di essi…
Non riesco ad immaginare un Gesù diverso da quello attaccato saldamente e coraggiosamente alla croce, un Gesù che non sfugge e non si nasconde di fronte alla sofferenza, ma la vive in tutto e per tutto, pienamente, con consapevolezza e coraggio…
Non riesco ad immaginare un Gesù diverso da quello che continua a dare fiducia all’uomo nonostante tutto, a scommettere sull’uomo sempre e comunque, certo del fatto che in ognuno di noi c’è del buono e che basta stimolare quella parte di bene per poter fare di noi un popolo di santi…
Non riesco ad immaginare un Gesù diverso da quello che non smette di sperare e di pregare per le sorti dell’umanità…
Non riesco ad immaginare un Gesù diverso!!!!! Non è umano immaginare un Gesù diverso!!! Quello che Gesù è nella gloria nessuno di noi può neppure lontanamente immaginarlo, ma il Gesù uomo-Dio io lo immagino proprio così!!!!
Così com’era Giovanni Paolo II….
Forse starò dicendo un’eresia, lo so: come puoi paragonare Gesù ad un uomo????
Domanda lecita; ma Gesù stesso ci ha detto: “Chi vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua!”
Se vogliamo essere veri cristiani dobbiamo seguire le orme di Cristo, fare ciò che Lui ha fatto nella sua vita terrena e Giovanni Paolo II lo ha fatto, per cui per me davvero ha rappresentato Cristo in terra!!!!
Esulto di gioia in questa giornata e ringrazio Dio per tutto: per come sa toccare e far vibrare quelle che sono le corde più intime e profonde della mia anima, Lo ringrazio per le lacrime, per queste lacrime che, sono convinta, siano un Suo dono prezioso perché lavano, purificano e fanno risorgere continuamente il mio Spirito, traendolo dal buio in cui io, troppo spesso, lo relego ed elevandolo alla Sua luce magnifica.

Annunci

44 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. semprevento
    Mag 17, 2011 @ 12:47:16

    ….ciospetta!
    e quel bel sorriso dove lo hai messo?
    ….non ti voglio tediare…i periodi un pò così vengono sempre…
    ma tu dalla tua hai la fede…ti sostiene e fa si che tu possa ritrovare lo splendore dentro gli occhi…

    comunque hai degli affezionati lettori,
    che magari gironzolano nel tuo spazio..
    così fanno passare il tempo aspettando il tuo ritorno.

    torna presto
    vento

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 18, 2011 @ 21:29:51

      Ciao mia dolce Vento, sei sempre così carina e mi fa moltissimo piacere trovarti, di tanto in tanto, da queste parti…
      Voi amici siete molto importanti per me e vi ringrazio di essere presenti anche nei miei momenti no, nei momenti in cui mi chiudo in me stessa e non passo neanche a farvi una piccola visita…
      Perdonatemi, vi prego: tornerò presto…
      Ti abbraccio forte forte e a presto…

      Rispondi

  2. Emilio
    Mag 14, 2011 @ 20:09:39

    Toc toc, c’è nessuno?? 🙂
    Mi sa che la mia amica Debby ha preso una vacanza dai Blog, ecco perchè non aggiorna 😀
    Tutto bene cara? Dai spero di si!
    Buon fine settimana carissima, ti abbraccio forte
    Emilio 😉

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 17, 2011 @ 09:49:32

      Ciao Emilietto mio, sei sempre così caro a passare sempre e a lasciarmi un saluto…
      Ti prego di scusarmi, ma è un periodo un pò così, sono molto svogliata, apatica, mi sento vuota e triste e allora mi isolo un pò per cercare di ritrovare me stessa…
      Vi penso sempre, però, e vi voglio bene…
      Un bacio grosso grosso e a presto spero…
      P. S. Tu, però, non ti scocciare a passare di qui, mi fa piacere ritrovarti anche perchè mi regali sempre un sorriso e questo mi fa bene… 🙂

      Rispondi

      • Emilio
        Mag 17, 2011 @ 14:07:44

        E quando finisce l’Apatia??? Non mi scoccio a passare da qui, ma tu non scocciarti a passare ogni tanto da me sennò una sonora pernacchia arriverà 😀
        Buona giornata amica mia, un bacione Tvb
        Emilio 😉

        Rispondi

        • Deborath
          Mag 18, 2011 @ 21:32:32

          Hai proprio ragione, Emilietto: una sonora pernacchia me la merito in pieno!!!!
          Anzi, sai che faccio????
          Me la faccio pure da sola, così imparo a trascurare persone così preziose come voi….
          PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR…. 😉
          Un abbraccio forte e buona serata…
          Corro a letto come le galline che sono a pezzi!!!!

          Rispondi

  3. angelonocent
    Mag 11, 2011 @ 23:38:39

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 12, 2011 @ 11:43:29

      Ciao Papi, avevo letto il tuo post, o meglio, avevo letto il commento di Silvia appena lo aveva pubblicato, pregando per lei subito!!!!
      TI abbraccio e grazie di essere sempre presente per tutti e vicino a tutti noi che ne abbiamo costantemente bisogno…
      Ti voglio un mondo di bene… 🙂

      Rispondi

  4. ili6
    Mag 11, 2011 @ 22:11:16

    avevo letto giorni fa questo tuo intenso post ed ero convinta di aver già commentato. Ma son proprio fusa io o il commento è sparito? Bohhh….son fusa io 🙂
    Comunque concordo con tanto di ciò che scrivi e ribadusco che Giovanni paolo è stato un buon Papa ed un grande uomo che ha saputo contribuire fortemente, tra l’altro, alla caduta del muro di Berlino e ad un nuovo pensiero in Russia.
    Non mi spiace nemmeno Papa Benedetto, anzi ti dirò che, pur nella sua austerità ma anche nella sua grande cultura, sta lentamente portando avanti delle riforme per la chiesa che da tempo sono necessarie.
    Ciao e non stare a preoccuparti per qualche lacrima: sono lo specchio dell’anima.

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 12, 2011 @ 11:41:37

      Ciao cara, non preoccuparti per il commento: a volte capita anche a me… Leggo i post, magari nelle mail man mano che mi arrivano e sono convinta di aver commentato, invece, vado a vedere e niente!!!!
      Mi è capitato proprio di recente con Emilio…
      Mah… I misteri della tecnologia…
      O della nostra mente che a volte ci tira brutti scherzi????
      Boh, non lo so…
      Comunque mi ha fatto molto piacere ritrovarti…
      Un bacio grande grande e a presto… 🙂

      Rispondi

  5. Jessica Mastroianni
    Mag 07, 2011 @ 16:53:23

    “…ringrazio Dio per tutto: per come sa toccare e far vibrare quelle che sono le corde più intime e profonde della mia anima, Lo ringrazio per le lacrime, per queste lacrime che, sono convinta, siano un Suo dono prezioso perché lavano, purificano e fanno risorgere continuamente il mio Spirito, traendolo dal buio in cui io, troppo spesso, lo relego ed elevandolo alla Sua luce magnifica…”

    Un abbraccio cara Deb…
    …sono contenta di averti ritrovata! 😉

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 08, 2011 @ 21:44:58

      Ciao Jessica, grazie infinite per l’abbraccio che accetto molto volentieri e che ricambio con tutto il cuore…
      Sono molto felice anch’io di averti ritrovata…
      A presto, spero…
      E spero anche che non ci perderemo più… 🙂

      Rispondi

  6. Emilio
    Mag 07, 2011 @ 13:08:42

    Rieccomi qui! Tutto bene Debby?
    Passo per un salutino e visto che ci sono ti auguro buon fine settimana, per me sarà impegnativo perchè avrò da fare con il volontariato 🙂
    Un abbraccio, smack
    Emilio 😉

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 07, 2011 @ 15:24:27

      Ciao Emilio, grazie mille per il pensiero carino che hai avuto…
      Domani sarai circondato di rose, vero???
      Buona domenica allora e felice festa della mamma… Spero che riscirai a vendere tantissime rose e a raccogliere tantissimi fondi… 🙂
      Un abbraccio forte forte…

      Rispondi

  7. impara l'arte e mettila da parte
    Mag 06, 2011 @ 15:23:33

    Ciao Deby.. sono passata solo x augurarti un buon week-end ed una felice serata… baciotti… Barbara!

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 07, 2011 @ 09:12:55

      ciao Barbara, grazie infinite per il pensiero, sei stata molto carina!!!!
      Come stai?
      E’ da un pò che non ti si vede più da queste parti…
      Qui, comunque, sarai sempre la benvenuta…
      Un caro abbraccio e buon week-end anche a te…. 🙂

      Rispondi

  8. Donatella
    Mag 05, 2011 @ 13:34:03

    Mia dolcissima, sensibile Debby…sono molto vicina al tuo modo di pensare e di sentire…considero Giovanni Paolo II uno di quei grandi doni che Dio, nel Suo immenso amore, ha fatto all’umanità…proprio come quando ci ha donato Suo Figlio, o come quando ci ha donato la Madonna…voleva moltiplicare l’amore e la speranza nel mondo, e avvicinarci di più a Lui.
    Non scusarti per il ritardo con cui a volte passi a trovarmi, tesorina mia…anche io sono una ritardataria cronica, soprattutto in questo periodo 😀 …non darti pensiero, tanto con il cuore siamo sempre vicine ed è questo che conta.
    Ti voglio bene…

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 05, 2011 @ 14:02:32

      Ciao amica mia dolcissima, grazie infinite: io ti aspetto sempre, anche se arrivi in ritardo…
      E’ sempre una grande gioia quando ti vedo da queste parti…
      Torna tutte le volte che vuoi, sei sempre la benvenuta!!!
      Ti abbraccio con tutto il mio cuore… ♥
      🙂

      Rispondi

  9. semprevento
    Mag 04, 2011 @ 23:32:21

    sono molto felice per te sai…per le tue ferree convinzioni..
    Sei una bella persona…a prescindere..
    son tornata dall’isola..
    devo mettermi in pari …
    con calma leggerò tutti i tuoi post…
    per ora un bel bacio.
    ciao bel sorriso!
    vento

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 05, 2011 @ 14:00:05

      Ciao Ventoooo, sei tornata?????
      Mi raccomando, però, non soffiare forte, ma portami solo una dolce brezza leggera che spazzi via, finalmente, queste brutte nuvole e faccia splendere il sole… 🙂
      Com’è andata la tua vacanza?
      Come sei stata nel tuo ambiente ideale????
      Ti ringrazio per quello che mi hai scritto in questo commento: ti sento sempre sincera.
      Ti lascio un abbraccio forte ed un sorriso, dicendoti che ti aspetto anche negli altri post, se ti va… 🙂

      Rispondi

  10. Gabriele
    Mag 03, 2011 @ 16:44:41

    Come dicevo nel mio blog.. un vero cristiano!!

    Rispondi

  11. *Annamaria*
    Mag 02, 2011 @ 20:11:04

    Che bello questo post, Debby! Lo condivido in pieno!!!!! 🙂
    Anch’io non riesco a trattenere le lacrime quando sento parlare di lui, quando lo vedo in tv… è più forte di me!
    E’ stato davvero un ottimo rappresentante di Cristo in terra, sono d’accordo! Attraverso i suoi gesti d’amore per tutti, riusciva a trasmettere l’amore di Dio!
    Ed è questa la santità! 🙂

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 03, 2011 @ 09:13:20

      Anch’io penso che la santità sia proprio questo: il riuscire a trasmettere l’amore di Dio, il farci canali attaverso i quali il Suo amore può continuare ad espandersi e raggiungere tutti gli uomini della terra.
      L’amore con cui lui giocava con i bambini, li stringeva a sè, li coccolava; l’amore con cui guardava tutti negli occhi ed abbracciava la gente, le carezze dispensate agli ammalati…
      Davvero una splendida figura che rimarrà nei nostri cuori in eterno!!!! 🙂

      Rispondi

  12. Yomo ...
    Mag 02, 2011 @ 18:45:25

    è molto carina questa cosa che hai detto …cioè quello di vedere in Wojtyla il Gesù uomo-Dio!. Sono daccordo con te!!. Un grande Uomo che ha trasmesso tanta forza e tanto coraggio, anche a uno come me che non è per niente attaccato alla religione …ha dato qualcosa a tutti, credenti e non credenti e io gli vorrò sempre bene!!.

    miciosa serata Deborath …miuuu 🙂

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 03, 2011 @ 09:02:55

      Ciao Peppe, sono contenta che l’associazione ti sia piaciuta e che tu la condivida!!!!
      E’ stato davvero una meravigliosa figura che, insieme a quella di Madre Teresa, ha davvero caratterizzato il nostro tempo, facendoci vedere che la santità è possibile anche quando il mondo sembra andare completamente a rotoli…
      Ti abbraccio e ti auguro una splendida giornata…

      Rispondi

  13. Emilio A.
    Mag 02, 2011 @ 11:31:50

    Ciao Debby, anch’io sono felice per la beatificazione di questo grad’uomo 🙂
    E ringrazio Dio per avercelo donato!
    Un abbraccio grande, buona giornata
    Emilio 😉

    Rispondi

  14. sergiobaldin
    Mag 02, 2011 @ 07:42:19

    Debby carissima, sai che ha fatto lo stesso effetto anche a me!
    Anzi, il rivedere tante sue immagini mi ha quasi dato la sensazione che Papa Benedetto fosse un “intruso”, quando è uscito in Piazza ieri mattina per iniziare la celebrazione solenne.
    Mi sembrava che Giovanni Paolo fosso ancora ben presente e lui solo il Papa di tutti, amato da tutti, con capi di stato in ginocchio da lui!
    Sopratutto ho pensato che, per quanto ci facciano vedere il tanto male che c’è nel mondo, che è reale, tutto quell’accorrere straripante di fedeli, sopratutto giovani che hanno passato la notte in veglia in tante chiese, non può farci ignorare anche la parte buona e bella del mondo, che ci deve incoraggiare ad essere positivi e non sentirci abbandonati in una piscina di squali, come sembra sempre più essere il mondo che ci circonda.
    Ho ricordato le occasioni che l’ho visto abbastanza vicino, anche ad un’udienza generale, com’era e come sembra essere tutt’ora vivo e presente.
    Credo che la strada sia iniziata e che presto sarà davvero santo come tutti desiderano tanto e che sarà un Santo del nostro tempo, vicino a tutti e più facile da comprendere ed amare e con lui amare anche tutto quel che ha rappresentato e ci ha insegnato.
    Più che parole da dire su di Lui, dato che tutta la Sua vita in tutti i suoi momenti, ha parlato in maniera molto esplicita, è importante quel che si sente dentro, esperienze ancora molto vive ed attuali.
    Ora sarà un amico al quale rivolgerci come intermediario, sapendo che ci saprà comprendere e sicuramente aiutare!
    E non vergognamoci delle lacrime di commozione versate!
    Ti abbraccio tanto, sei di una dolcezza straordinaria! Buona settimana!

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 02, 2011 @ 12:32:55

      Ciao Sergio, eccoti qui, finalmente: sono d’accordo con quanto dici… Giovanni Paolo II è stato davvero una roccia ed un gigante della fede: chiunque davanti a lui non può che sembrare un’ombra e, di certo, il ruolo di Benedetto XVI non è semplice…
      Non è facile reggere il confronto perchè è un confronto che non può essere retto e l’affetto che ciascuno di noi ha provato per Giovanni Paolo II non potrà essere eguagliato, purtroppo…
      Anche a me viene difficile immaginare un Papa che non sia lui, ma il tempo passa e le cose cambiano e, sono certa, impareremo ad affezionarci anche al nostro Papa attuale…
      Un abbraccio e buona settimana… 🙂

      Rispondi

      • sergiobaldin
        Mag 02, 2011 @ 14:39:28

        Nessun problema per affezionarsi a Papa Benedetto, che non è più quell’austero custode della dottrina che poteva essere prima.
        Ora, da papa si è molto addolcito, è diventato amabilissimo!
        Quel che intendevo io era che tutta l’atmosfera di ieri mi aveva portato indietro di alcuni anni, come se Giovanni Paolo fosse ancora vivo e presente, quindi l’unico papa, era questo il senso di “intruso”.
        Poi sono d’accordo che te che l’eredità di persone così eccelse sia difficile per qualsiasi, ma Benedetto ha imboccato la via dell’umiltà, forse la migliore che potesse prendere per non farci sentire troppo il vuoto venutosi a creare.
        Però potrà anche beneficiare di tutto il bene che era stato seminato, perchè i giovani attratti da Giovanni Paolo ora sono adulti ed a loro volta trasmetteranno il buon messaggio alla generazione che segue.
        Tu, anche se sei ancora assai giovane, ne sei già un esempio.
        Un abbraccio grande, ho pensato anche a te ieri, all’emozione che ero certo avresti provato!

        Rispondi

        • Deborath
          Mag 03, 2011 @ 08:54:16

          Sì, condivido in pieno quello che hai detto… 🙂
          Ti ringrazio molto di aver pensato a me: davvero per me è stata un’emozione troppo forte, sebbene io non mi sia recata a Roma per l’evento…
          La mia anima era tutta scossa da un brivido, lo stesso che provo ogni volta che vedo un vecchi filmato del Papa o che sento la sua voce…
          Ti abbraccio forte e ti ringrazio per l’affetto che sempre mi dimostri: non sai quanto sia importante per me, soprattutto in questo periodo per niente facile…
          Buona giornata e a presto, spero…

          Rispondi

  15. angelonocent
    Mag 02, 2011 @ 01:02:25

    Le lacrime sono un dono.
    Ciò che hai scritto sul successore di Pietro è in netta concorrenza con Santa Caterina da Siena. All’età di sei anni, lei, “di ritorno a casa al tramontar del sole” rimase estasiata di fronte ad una visione e quando il fratellino Stefano le chiese cosa avesse visto, si sentì rispondere: “Ho visto Gesù vestito da Papa”. Così, a seguito di questa visione, Caterina chiamò il Papa “il dolce Cristo in Terra”.

    Luca riporta al capitolo ventiduesimo queste parole di Gesù: “Simone, Simone ecco satana vi ha cercato per vagliarvi come il grano ma Io ho pregato per te, che non venga meno la tua Fede e tu una volta ravveduto conferma i tuoi fratelli”.
    Questo vale per Pietro e per i suoi successori.
    Matteo riporta le parole di Gesù: “Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa ed esse non cadde perché era fondata sopra la roccia”.
    E’ interessante notare che Pietro diventa Papa quando Gesù Risorto gli chiede: “Simone di Giovanni, mi ami più di costoro? Gli rispose Pietro: “Tu sai, Signore, che ti voglio bene”. E poi, il triplice incarico pastorale: “Pasci i mie agnelli”, “Pasci le mie pecorelle”, “Pasci i miei agnelli”.

    Quella di Gesù è una condizione finalizzata: “Pasci i miei agnelli”.
    Pietro dovrà “pascere” le pecorelle di Gesù. Queste appartengono sempre al Signore, il quale senza rinunciare al suo diritto di proprietà – “le mie pecorelle” – le affida a Pietro, perché le assista fedelmente.

    L’apostolo forse avrebbe immaginato di dover dire lunghe parole per spiegare a Gesù il suo rinnegamento e per chiedergliene molte volte perdono. Ebbene nessuna di queste parole gli è chiesta.

    L’unica maniera per colmare il vuoto formato per un momento di infedeltà, è dedicarsi perdutamente al gregge di Cristo. E’ una riflessione che può diventare molto concreta per ognuno: il mio peccato io lo riconosco ma non devo piangermi addosso ma andare oltre.

    Il beato Giovanni Paolo che il Signore ha voluto pastore del Suo gregge, ha più volte chiesto pubblico perdono per le infedeltà della Chiesa (che sono anche le mie infedeltà). Ma poi è andato avanti, sotto il peso della croce. E ha fatto della sua debolezza un punto di forza. Vedi 2Cor 12,10, uno dei tanti paradossi paolini.

    Oggi il “DOLCE CRISTO IN TERRA” che tu hai trateggiato è per tutti un programma concreto di come si possa amare Dio e di come Dio si aspetta di essere amato da noi.
    Viva il Papa nel cuore di ogni cristiano. Il Beato Giovanni Paolo II interceda presso il Misericordioso per questa nostra Chiesa stanca ed affaticata.

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 02, 2011 @ 12:26:48

      Meno male, va, allora rimango tranquilla: nessuno mi darà dell’eretica, non verrò bruciata sul rogo, almeno per ora…
      Sai, Angelo, è davvero così che io lo percepivo e lo percepisco tuttora: lo sento ancora vivo in mezzo a noi e preente, presente proprio fisicamente!!!!
      E’ una bella sensazione e forse è proprio questo che mi spinge a piangere irrefrenabilmente ogni volta che lo vedo, ogni volta che sento parlare di lui, ogni volta che sento la mia voce…
      Spero anch’io di compiere la volontà di Dio nella mia vita…
      So già che non sarà facile, ma neppure impossibile: Dio non ci chiede mai di fare delle cose che sono superiori alle nostre forze; se ci chiede di farle è perchè sa per certo che possiamo farle, che siamo in grado di farle, anche con enormi sforzi, ma ce la possiamo fare e Lui non sbaglia mai!!!!
      Ti abbraccio forte forte e a presto… 🙂

      Rispondi

  16. JESSICA
    Mag 01, 2011 @ 22:08:44

    Ehi Debby……sai,quello che scrivi e’ veramente toccante,straordinario,veramente fantastico!!!!non mi riferisco solo a questo,ma tutti…..scrivi MERAVIGLIOSAMENTE!!!!le tue parole nascono dal cuore, ma anche dalla tua sensibilita’ nei confronti degli altri,nei confronti delle piccole,ma grandi cose,che sono essenziali nella vita!!!!ti volevo suggerire una cosa:hai mai pensato di scrivere un libro????sei veramente brava!!!!bacioni!!!!ti voglio tanto bene!!!! ❤ ❤ ❤

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 01, 2011 @ 23:14:49

      Ciao tesoro mio e grazie mille per tutto quello che mi hai scritto… Sono contenta che tu mi legga volentieri e sono contenta che apprezzi il mio modo di scrivere e gli argomenti che tratto…
      Un libro dici????
      No, non credo che sia roba per me!!!
      A chi vuoi che possano interessare le mie emozioni? A chi può interessare ciò che penso io? Non leggono il mio blog neppure le persone a me care, figurati se qualcuno comprerebbe un mio libro!!!! 😉
      No, no, meglio di no!!!!
      Per ora preferisco dedicarmi al mio blog: scrivo per me e per gli amici che mi seguono sempre, con costanza e molto affetto e poi….
      Chi può dirlo????
      Se dev’essere, prima o poi sarà. Tu sai come la penso al riguardo: Dio mi indiccherà la strada per tutto…
      Ti voglio un mondo di bene… 🙂

      Rispondi

  17. skayrose59
    Mag 01, 2011 @ 21:42:14

    Bellissime riflessioni quelle che hai scritto probabilmente scaturite anche dall’esperienza di aver partecipato ad un udienza del Papa.
    Ciao e buona settimana.
    Silvia

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 01, 2011 @ 23:07:40

      Grazie, Silvia: non so se quello che ho scritto è stato frutto di quell’incontro o di un’intera vita vissuta avendo lui davanti agli occhi come splendido modello di umanità da seguire e da imitare….
      Ripeto, l’incontro col Papa, non è stata una vera a propria udienza nel senso stretto del termine… Era un incontro che lui ha fatto con noi ragazzi…
      Era già abbastanza anziano e malandato, ma quando è arrivato tra noi c’erano nell’aria vibrazione che raramente ho sentito e percepito in altre occasioni…
      Ti auguro una dolce notte, amica mia e grazie di essere passata… 🙂

      Rispondi

  18. Martine
    Mag 01, 2011 @ 20:48:52

    com’è meraviglioso quello che scrivi… buona notte!

    Rispondi

  19. Martine
    Mag 01, 2011 @ 20:48:12

    video stupendo!!!!

    Rispondi

  20. lucetta
    Mag 01, 2011 @ 15:12:05

    Hai vistooooooooooooooooo!!!!! Oggi a Roma splende il sole! Un regalo del Signore attraverso il nostro amato Giovanni Paolo !!!
    Debby piangere fa bene…anch’io piango spesso ma sono lacrime di commozione e gioia…..sei stata bravissima nel ricordare con questo post Giovanni Paolo, l’hai descritto così com’era…meglio non potevi fare. Gesù era in lui, lo aveva catturato completamente per cui, non è un’eresia se lo paragoni a LUI. Anch’io l’ho ricordatonel mio blog attraverso le sue parole ed un commento di una giornalista, Lucetta Scaraffia, che mi ha colpito. Avanti tutta Debby, da oggi abbiamo un beato che abbiamo conosciuto e al quale possiamo rivolgerci perchè ci aiuti ad essere migliori in tutti i sensi.

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 01, 2011 @ 15:23:39

      Ho visto, Lucetta!!!! Qui continua a piovere e a fare freddo, ma ho sperato tanto che a Roma oggi potesse essere una splendida giornata, affinchè tutto potesse svolgersi nel migliore dei modi…
      E’ vero, da oggi abbiamo un beato in più, io non ci ho mai parlato direttamente, ma l’ho visto molto da vicino, avendo partecipato ad un incontro che Lui ha voluto con i giovani in sala Nervi!!!!
      Posso dire che io c’ero e, forse, un giorno, racconterò anche quell’esperienza…
      Ti abbraccio forte forte e grazie per il tuo sostegno per me fondamentale… 🙂

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: