Mi ritorni in mente…

Oggi è stata una giornata un po’ strana, particolare, una giornata in cui mi tornavano in mente, insistentemente, delle frasi del Vangelo, dei Salmi…
A volte mi capita: rifletto su determinate cose della mia vita, su esperienze vicine e lontane, mi faccio delle domande e le risposte, pian piano, arrivano…
Oggi, in maniera particolare, sin da quando mi sono alzata, sono stata cullata da queste frasi, nelle quali riuscivo a trovare consolazione, conforto e consiglio e mi faceva piacere condividerle con voi, sperando che possano tornarvi utili così come sono state utili a me per arrancare in questa giornata per nulla piacevole:
– “Ecco: io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe”.
– “Ecco, egli è qui per la caduta e la risurrezione di molti in Israele e come segno di contraddizione, affinché siano svelati i pensieri di molti cuori”.
– “Pensate che io sia venuto a portare la pace sulla terra? No, vi dico, ma la divisione”.
– “Chi di noi può abitare presso un fuoco divorante? Chi di noi può abitare tra fiamme perenni?” Chi cammina nella giustizia ed è leale nel parlare…”
– “Beati gli operatori di pace perché saranno chiamati figli di Dio”
Infine, prima di andare a letto e concludere definitivamente questa giornata un po’ così, ascolto una canzone che il mio dolce Pietro mi ha insegnato un paio di settimane fa, (nonostante io sia stonata come una campana), e che penso possa essere considerata il culmine dell’incoraggiamento a stringere i denti ed andare avanti sempre e comunque, tanto, mai niente e nessuno ci separerà dall’amore di Dio!!!!

Annunci

56 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. skayrose59
    Apr 10, 2011 @ 17:20:18

    Questo post mi era sfuggito, ricorrere a Dio in qualsiasi momento è sempre la strada giusta.Tutta la vita è un viaggio verso di Lui anche quando per anni siamo lontani da una chiesa, dalle preghiere e ci sembra che Dio sia scomparso dalla nostra vita. Sono gli anni delle prove che ci fanno crescere nella fede.

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 11, 2011 @ 21:22:51

      E’ vero, Silvia, sono assolutamente d’accordo con te: gli anni delle prove, quelli in cui “abbiamo visto la sventura”, quelli in cui stavamo talmente male che tutti si sono allontanati da noi… Sono quelli gli anni e i momenti in cui più profondamente, più intimamente e più concretamente abbiamo percepito DIo accanto a noi…
      E’ proprio vero che nonostante tutti si possano dimenticare di te, Lui non si dimenticherà mai!!!
      E’ vero!!!!!
      Ti abbraccio forte forte… 🙂

      Rispondi

  2. Martine
    Apr 08, 2011 @ 07:18:39

    Buon giorno, sì, cavoli, ci sono esperienze, letture, frasi che colpiscono, ci toccano e ci scuotono. Capita anche a me di sperimentare quello che scrivi. Ti abbraccio e ci auguro una giornata vicina al Signore.

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 08, 2011 @ 08:49:50

      Martyyyy, ciao!!!!
      Sono contenta che riesci a sperimentare anche tu queste sensazioni così forti: è sempre molto bella e dolce la consolazione che viene dal Signore…
      Ti abbraccio forte forte e a presto, cara… 🙂

      Rispondi

  3. Donatella
    Apr 07, 2011 @ 15:42:20

    Dio ha tanti modi per comunicare con noi e non farci mai mancare il suo conforto…spesso anch’io mi ripeto frasi come queste quando non sto bene dentro e ho bisogno di coraggio…stanotte per esempio ho fatto un incubo che mi ha letteralmente terrorizzato…ecco, ho potuto riprendere sonno solo grazie a questo “balsamo per il cuore”: frasi e stralci di preghiere che mi hanno fatto sentire protetta e confortata…aveva ragione il grande Giovanni Paolo II quando diceva “NON ABBIATE PAURA”!
    Ti abbraccio con affetto

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 07, 2011 @ 19:21:49

      Dony, ben tornata, innanzitutto!!!!
      Spero che la tua vacana sia stata bella e rilassante…
      Sappi che, però, qui sei mancata tantissimo… 🙂
      Ed ora sono molto felice che tu sia ancora qui…
      Mi dispiace che tu non abbia riposato bene… Mannaggia, però, il Signore trova sempre il modo più giusto per confortarci, sostenersi, starci vicino ed aiutarci anche nei momenti più difficili e duri…
      Giovanni Paolo II, il nostro Papa!!!! Ahhh, che grande uomo e che grande santo!!!!
      Aveva ragione, eccome!!!! Ci invitava ad “aprire, anzi a spalancare le porte a Crito”!!!!
      Io cerco di farlo sempre, anche se a volte cado, ma confido sempre nella sua immensa misericordia!!!!
      Ti abbraccio forte forte, mia dolce amica, con l’augurio che questa che verrà possa essere per te una dolce notte…
      Ti voglio bene… ♥

      Rispondi

      • Donatella
        Apr 08, 2011 @ 11:54:10

        Grazie mia dolcissima Debby…mi sei mancata tanto anche tu…sai che il tuo augurio ha funzionato?Stanotte ho dormito veramente bene 🙂 Ricambio augurandoti un buon fine settimana, avremo sole e caldo estivo…una capatina al mare non guasterebbe!!
        Un abbraccio tesorina mia, ti voglio bene

        Rispondi

        • Deborath
          Apr 08, 2011 @ 14:14:02

          Ohhhh… 🙂
          Meno male!!!!
          Via i brutti incubi dalla notte della mia dolce amica!!!! 🙂
          Sì, il tempo promette molto molto bene, ma io non penso che potrò andare al mare: sabato vado con gli adolescenti a Mileto, in cattedrale, per un incontro di preparazione alla GMG di Madrid e staremo lì fino a mezzanotte…
          Domenica????
          Mmmm…
          Non credo 😦 : il mio Pietro sta preparando un esame, per cui mi sa che farò una passeggiata qui in paese (o meglio, da un paese all’altro) con le mie amiche… 🙂

          Rispondi

  4. lara7403
    Apr 07, 2011 @ 13:21:55

    Debby, eccomi giouzza, ho due minuti, il mio cicietto fa la ninna,sono a casa e posso risponderti…..ti dico subito che per inserire immagini nei commenti nn riesco, e forse sa farlo solo Pittinicchio, lui è in gamba in queste cose 😀
    Per i video invece (ho sperimentato e ciò azzeccato ….modestamente eheheheheh!!!!) è un gioco: vai su youtube cerchi il video poi vai sulla banda in alto a destra che trovi il link. Fai copia-incolla ed’è fatta!
    Spero d’esserti stata utile. Ho provato a fare il cuoricino ma klikkando Alt Gr e il numero 3 non mi esce, forse va in base al tipo di pc. Non importa 🙂
    Ti saluto ti auguro una serena giornata solare!
    p.s.ho aggiunto un commento nel post della poesia http://lara7403.wordpress.com/2011/03/30/dalla-mia-testa-dalla-mia-follia/

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 07, 2011 @ 19:16:45

      Grazie mille per l’informazione, Lara…
      Quindi basta solo incollare il link e viene fuori tutto i video???
      Figooo… 🙂
      Per il cuoricino devi anche inserire il tastierino numerico, dal mio portatile si inserisce premendo il tasto fn+F11 (ossia dove trovo scritto Bloc Num) e dopo aver attivato il tastierino numerico, premi il tasto Alt Gr+3 (na del tastierino numerico, cioè dove trovi il n. 3 ma sul tasto della L, almeno da me si trova lì il 3 del tastierino numerico, non devi premere il 3 in alto)
      Ohhhh…
      Sì lo so, mi sono spiegata come un libro strappato…
      Se non hai capito dimmelo di nuovo che cercherò di essere più chiara… 😦
      E scusa ancora… Sono una pasticciona… 😦
      Un bacio, anche al piccolo Aron ed alla piccola Zoe… 🙂

      Rispondi

  5. lucetta
    Apr 06, 2011 @ 15:09:51

    Anche se avevo espresso la volontà di digiunare dalle parole….devo confessarti che sono sempre passata a leggerti e niente mi è sfuggito
    delle persone che amo…Ed oggi leggendo questo tuo post non posso fare a meno di scrivere per condividere il tuo pensiero. Quanto stai correndo sulla strada della PAROLA!!!!! Mi riempie di felicità, quella interiore, e mi sento anche di aver contribuito con le mie preghiere quotidiane….alla tua gioia di adesso. Posso dire con commozione: “Grandi cose sta facendo in te l’ONNIPOTENTE” e ti dico solo un ultima cosa: “Nei momenti bui, confusi, dubbiosi….. ricordati di quelli in cui hai avuto chiara e netta la presenza di Dio accanto a te. Sono i brutti momenti che provano se la nostra fede è vera. La parola di oggi per esempio ci spinge alla fiducia più totale perchè siamo FIGLI suoi e Lui non ci dimenticherà. Ciao Debby mia cara, ti lascio con un pensiero di San Giovanni della Croce:

    “Vivi in pace, allontanando da te le preoccupazioni,
    senza darti pensiero di ciò che accade.
    Egli è un Dio di misericordia!
    Servirai così a Dio come a Lui piace e ti riposerai in Lui.
    Può forse dimenticarsi della sua creatura?
    San Giovanni della Croce

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 06, 2011 @ 21:40:01

      Oh, Lucetta!!!!
      Sapessi… 😦
      Non è un periodo per nulla facile…
      Tienimi sempre con te, nelle tue preghiere, perchè mi sa che la lezione da imparare questa volta è molto dura e non sempre facile da accettare…
      Prega che io possa dire sempre il mio sì, nonostante tutto…
      Ti voglio bene e grazie infinite di essere passata, grazie per le splendide parole che mi hai lasciato e torna presto, ti prego… ♥

      Rispondi

  6. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Apr 06, 2011 @ 10:02:54

    Riesci ad entrare nel blog di Yomo????
    Io, no! GRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 06, 2011 @ 21:34:58

      Si sono riuscita… Ha un divano bellissimo!!! Con un gattone strepitoso!!!!
      Come mai non ti fa entrare????
      Mmmmm…
      Grrrrrr….
      Ciao bella, un bacio grande grande….
      P. S. Come sta tuo marito?

      Rispondi

      • ゚・❤ EleOnora ❤・゚
        Apr 07, 2011 @ 10:39:16

        non troppo bene. ha il calcolo bloccato tra il rene e la vescica… questo gli fa ingrossare il rene. Se, non riesce a buttarlo fuori il rene si ingrandisce troppo e non va bene.
        martedì deve ritornare x vedere che sta facendo sto calcolo. Altrimenti lo aspirano loro 😦
        Ieri, è stato 4 ore in clinica… sempre con sto medico. Grazie a Dio, ha messo un angelo vestito da medico vicino a mio marito. Pensa, che 2 s ettimane fa era stato al P.S. e non gli avevano fatto nemmeno una lastra… cosa che dovrebbero fare… l’hanno liquidato con un buscopan… ma…
        Mio marito, ha detto che questo dottore se l’è preso a cuore come un padre… questo è solo un miracolo. Solo Dio, poteva fare questo.
        Baci bella biondina alle volte nera 😉

        Rispondi

        • Deborath
          Apr 07, 2011 @ 19:11:28

          Meno male, con tutto quello che si sente oggi, è bello sapere che c’è ancora qualche dottore che svolge il suo compito per missione e non per soldi!!!
          Mi dispiace, però, che ancora non sia riuscito a risolvere questo problema, immagino che avrà molti dolori: di solito le coliche renali non sono per niente simpatiche… 😦
          Ma non possono bombardarlo questo calcolo? Non sarebbe meglio, così tolgono il problema alla radice?
          Mah… Comunque, speriamo bene…
          Tienimi aggiornata e fai gli auguri di pronta guarigione a tuo marito da parte mia…
          Tu stai bene, sì?
          Il bimbo e la piccolina? Tutto ok????
          Un abbraccio forte forte… 🙂

          Rispondi

  7. semprevento
    Apr 06, 2011 @ 00:32:53

    e io che ti scrivo?
    ti scrivo solo che hai un bel sorriso…bellissimo…e credo sia opera” tua” e della tua grande FEDE.
    notte serena
    vento

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 06, 2011 @ 08:21:27

      Che mi scrivi tu, mia dolce Vento???
      Sei così cara che mi basta la tua presenza qui….
      Io non amo molto il vento, sai? Mi fa paura, soprattutto quando tira forte come dalle mie parti, però mi piace molto associare te alla brezza leggera delle sere d’estate che ti regala un pò di serenità e frescura dopo l’afa del giorno… 🙂
      Un abbraccio forte forte e felice giornata… ♥

      Rispondi

  8. Emilio A.
    Apr 05, 2011 @ 10:45:31

    Dio è presente ovunque, ecco il perchè delle frasi che ti tornavano in mente. Comunque spero che almeno nel cuore della notte non ti venga in mente qualcosa 😀
    Un abbraccio Debby, ci tele-trasportiamo?? 😀

    Rispondi

  9. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Apr 04, 2011 @ 12:22:11

    Spesso, Dio si manifesta nella nostra vita in modi inattesi.
    Anche, solo facendoci venire in menti versi che leggiamo nelle nostre bibbie.

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 04, 2011 @ 18:06:46

      E’ vero, Ele, hai ragione…
      Lui si manifesta sempre, è sempre con noi, ci accompagna, ci sorregge e ci guida: sta a noi, poi, riuscire a decifrare i suoi messaggi ed i suoi insegnamenti, cercando, poi, di non deviare mai da essi, ma di rimanere fedeli…
      Ti abbraccio, gioiellina mia…
      Era da tanto che non passavi… Tutto bene?
      A presto… 🙂

      Rispondi

      • ゚・❤ EleOnora ❤・゚
        Apr 05, 2011 @ 17:01:17

        Siamo un pò sacrificati in ospedale, mio marito ha delle coliche renali… oggi ha fatto un’eco addominale… il medico che l’ha visitato gli ha detto che ha un rene ingrossato.
        Siccome, era un pò preoccupato gli ha detto di andare domani in pronto soccorso perchè c’è lui e gli fa tutti gli esami necessari… senza impegnativa e senza pagare ticket.
        Grazie a Dio, che oggi per l’eco c’era questo medico scrupoloso. E’ quasi un mese che andiamo avanti indietro dall’ospedale e nessuno gli ha mai detto di fare così…
        In questo caso, grazie a Dio ci sono ancora medici degni di essere chiamati dottori.
        Un abbraccio bella biondina alle volte nera 😛

        Rispondi

        • Deborath
          Apr 05, 2011 @ 21:40:42

          O mio Dio, Ele, mi dispisce moltissimo!!! Non potevo immaginare…
          Ti ho solo vista poco presente e ti ho chiesto se andasse tutto bene, ma non potevo sapere…
          Spero di cuore che non sia nulla di grave e che tuo marito possa riprendersi in fretta!!!
          Tienimi aggiornata, mi raccomando!!!
          Ti abbraccio forte forte… ♥

          Rispondi

  10. Yomo ...
    Apr 04, 2011 @ 12:10:41

    mi ha colpito molto la prima e la terza ..dei Salmi

    in queste cose non nego la mia totale ignoranza, sia sul vangelo, sia sulla bibbia e su tutto ciò che riguarda Dio. Ho la mia fede anche io, che consiste semplicemente nell’amore e nel rispetto, nella solidarietà e nel dolore verso tutti e tutto.

    mi sento molto pecora, in mezzo a troppi lupi …e spesso invece di reagire e difendermi, continuo a fare la pecora. Non è un tipo di sottomissione, o qualcosa per dire che sono il solito fesso che si fa mettere i piedi in testa da tutti …non è così!. Cerco di reagire sempre con le buone maniere, perchè spero sempre che il cuore del lupo possa riflettere su quello che sta facendo …e quindi non arrivare alla violenza. Un esempio banale, un tizio che ti passa davanti all’ufficio postale, e magari tu chiudi un occhio, oppure gli dici gentilmente che c’ero prima io …ma se non capisce mi fermo e non mi metto a fare discussioni. Un altro al posto mio, lo sappiamo bene dalle cronache, potrebbe anche farti pagare caro il fatto che gli sei passato avanti. Io facendo la pecora, spero che il lupo che mi ha scavalcato, tra il momento che mi ha scavalcato e ha fatto le sue operazioni allo sportello, fino al momento che si gira per andare via …che si sia sentito diversamente e che mentre andava via, avrebbe trovato un pò di saggezza …mi basterebbe anche sentirmi dire: scusami se ti sono passato avanti!. Mi basterebbe un gesto così semplice …e allora mi sentirei fiero di aver fatto la pecora.

    Credo che molti tendono a fare “il lupo” ..per una questione psicologica. Come per dire: posso stare zitto e fare la figura dell’idiota davanti a tante persone? …e allora ti metti a fare il lupo per una questione di tanti occhi che ti guardano. Poi magari nella stessa situazione, ma senza persone intorno, sicuramente non avresti fatto il lupo …sicuramente ti saresti comportato diversamente, anzi addirittura non te ne sarebbe fregato quasi niente …perchè mancavano le persone che potevano giudicarti “una pecora” per non aver reagito.

    io su internet ho le mie regole. A volte si leggono dei litigi, per fortuna mia non leggo litigi da un sacco di tempo. Se sul blog qualcuno/a mi provoca, non mi metto a fare il lupo solo perchè c’è un monitor ..no no!. Mi comporto come se questa persona è davanti a me in carne e ossa …e quindi non mi metto a fare le gare per chi è più bravo a controbattere e a difendersi. Anche questi tipi di litigi sui blog diventano delle vere gare come l’esempio dell’ufficio postale …ci sono i tuoi amici che ti leggono e tu ti domanderai: cosa penseranno di me se non mi difendo? …in questo caso io me ne frego, seguo il mio cuore, il mio istinto …e non mi interessa cosa potrebbero pensare gli amici che mi leggono. In conclusione non sopporto le gare solo per dimostrare chi è più forte/lupo.

    è difficile che un Lupo possa riflettere, soprattutto chi è Lupo sin da bambino 😛 …quando ne incontro uno incrocio le dita, cerco solo di farmi danneggiare il meno possibile. Poi c’è un limite di sopportazione a tutto, perchè volendo anche il Lupo ogni tanto è stanco e va a letto per dormire 😀 …e la pecora può farti una scoreggina miciosa proprio in quel momento ..quando meno te lo aspetti ..ihih :-P. Che non è una vendetta, è solo un modo per dirti: vedi, adesso potrei approfittare di te! …ma non lo faccio perchè credo nella pace 😛

    micioso lunedì e miciosa settimana …ciao Debbyyyyyy …miuuuuuuu 🙂

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 04, 2011 @ 18:04:07

      Peppe, che carino che sei!!!
      Ce ne fossero di persone come te: il mondo sarebbe migliore…
      Invece la gente ha sempre voglia di imporsi sugli altri, di prevalere, di prevaricare, di attaccare gli altri anche per la più stupida scemenza…
      Io, una volta, ero come te, sai?
      Anche io, per quieto vivere lasciavo passare tutto, molte volte ci rimanevo male, ci stavo male anche per giorni e giorni, speravo anche io, come te, che gli altri si sarebbero resi conto di essere nel torto e sarebbero tornati indietro a chiedere scusa…
      Ma dopo aver passato anni ed anni ad aspettare e dopo tantissime delusioni, dopo essere passata tante, troppe volte, per scema, ho iniziato a tirar fuori le unghie: non fraintendermi, non sono diventata lupo, ma ho imparato a farmi rispettare, dicendo in modo chiaro e diretto quel che penso…
      Sai, io sono del parere che se una cosa non mi vergogno di pensarla, non devo vergognarmi neanche di dirla…
      Sempre con rispetto ed educazione, a meno che non incontri proprio gente che non conosce le buone maniere, che non sa cosa sia l’educazione e che, se non le parli in un certo modo, capisce sempre il contrario di ciò che tu vuoi dire…
      E così ti adegui, certo, senza scendere mai dal tuo livello…
      Ti abbraccio, miciolino, e torna presto…
      Ti aspetto… 😉

      Rispondi

  11. lara7403
    Apr 04, 2011 @ 10:25:07

    La mia risposta è un canto che amo. Spero ti piacerà…..

    con sincera amicizia. E che sia una serena e gioiosa settimana 😀

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 04, 2011 @ 17:56:15

      Ciao Lara, sì, grazie, è molto molto bello questo canto, belle anche le parole finali: grazie per averlo condiviso con me…
      E’ carina anche questa tua idea di commentare in questo modo…
      Come fai ad inserire i video nei commenti? Sai inserire anche le immagini?
      Perdona queste domande tecniche, lo so che non c’entra moltissimo, ma sarebbe utile saperlo per conoscere un pò meglio WP…
      Grazie mille in anticipo per l’aiuto che mi darai e grazie per il dono che già mi hai fatto…
      Ti abbraccio forte forte, a presto…

      Rispondi

  12. sergiobaldin
    Apr 04, 2011 @ 07:32:37

    Carissima Deborath, ti leggo solo stamattina, perchè per me i fine settimana significano il più delle volte anche starmene fuori da questi ambienti, anche se so che ci sono delle persone con le quali sarebbe bello far festa assieme.
    Però, dalle tue parole, non mi sembra che ci fossero per te i presupposti per uno stato d’animo predisposto al meglio per la festa.
    Poi tu sei brava a trovare spiegazioni e ragioni che vanno oltre quel che ti avrà messo così il morale, per riprenderti e dare un senso a tutte le cose.
    Sapendo che tu sai comunque trovare la strada per finalizzare le tue angosce verso spiegazioni che ti danno il conforto, mi piacerebbe comprendere come, invece, possano verificarsi situazioni così deprimenti, anche perchè venerdì e sabato dovrebbero essere giornate che mettono dentro la gioia dell’attesa della festa, quindi indurre a pensieri lieti.
    Forse non per tutti varranno le stesse regole, o meglio, gli stessi automatismi psicologici e magari funziona tutto al contrario.
    Per me il 2 era anche il giorno del 33° anniversario di matrimonio, nulla di speciale, se non la constatazione di come il tempo sia passato veloce.
    Ma spero per te che oggi possa essere già migliore e che tu possa fare il prossimo post da classificare in una diversa categoria, rispetto a questo.
    Un grandissimo abbraccio mia dolcissima amica, buon inizio di settimana!

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 04, 2011 @ 17:12:46

      Ciao Sergio, non scusarti!!!
      Ci mancherebbe altro!!!
      La tua presenza è costante qui nel mio blog ed io ne sono così felice che non ti devi fare un problema se il tuo commento arriva un pò in ritardo, rispetto alla data di pubblicazione del post… 🙂
      Ti ringrazio molto anche per la comprensione che sempre hai nei miei confronti, non ti annoi mai, non mi dici mai che sono lagnosa anche quando pubblico post come questo, in cui, in realtà, dietro c’è un mio sfogo, un mio lamentarmi per qualcosa…
      E’ vero, poi trovo delle spiegazioni a tutto ciò che mi accade e mi circonda e cerco di leggere sempre la mia vita alla luce della fede…
      E’ fondamentale questo per me… La mia fede è il motore della mia vita: non potrei più vivere senza di lei, non potrei, non potrei accettare tutto quello che vivo se non avessi la sua luce…
      Le situazioni che mi buttano così giù sono sempre tante e svariate e possono essere molto molto banali, ma anche importanti…
      Purtroppo, la mia sensibilità mi fa stare male anche per scemenze, a volte, per cose di poco conto, ma non ci posso far nulla… Sono così io ed ho imparato pian piano ad accettarmi per come sono (non sempre lo faccio con semplicità, ma ci provo)… 🙂
      Per quanto riguarda la classificazione del post: l’ho inserito in “Dio al centro del mio mondo” e in “La vita a modo mio”, credo che sia azzeccato… Inserirò nelle stesse categorie anche post in cui sono felice e allegra… Sia la tristezza, sia l’allegria, sia la rabbia, sia la profondità e la spensieratezza fanno parte del mio modo di vedere la vita, quindi non ti meravigliare se troverai varie cose sotto la stessa categoria… 😉
      In fondo a questa mia lunga risposta per te, vorrei lasciarti un mare di auguri per il tuo anniversario!!!!
      E’ una bellissima tappa, complimenti e ti auguro di cuore di poter trascorrere ancora moltissimi anni in compagnia della tua dolce metà…
      Auguri di cuore Sergio…
      Un abbraccio… ♥

      Rispondi

  13. angelonocent
    Apr 04, 2011 @ 02:52:14

    GRAZIE A TE, CARA CAMPANA STONATA, MI RITORNANO IN MENTE LE PAROLE DI CONSOLAZIONE LASCIATECI DA PAOLO CHE E’ PASSATO PER OGNI TRIBOLAZIONE…(ROM 8, 26-39)

    “31 Che diremo dunque in proposito? Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi? 32 Egli che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha dato per tutti noi, come non ci donerà ogni cosa insieme con lui?
    33 Chi accuserà gli eletti di Dio? Dio giustifica.
    34 Chi condannerà? Cristo Gesù, che è morto, anzi, che è risuscitato, sta alla destra di Dio e intercede per noi?

    35 Chi ci separerà dunque dall’amore di Cristo? Forse la tribolazione, l’angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada?

    36 Proprio come sta scritto: Per causa tua siamo messi a morte tutto il giorno, siamo trattati come pecore da macello.
    37 Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori per virtù di colui che ci ha amati.
    38 Io sono infatti persuaso che né morte né vita, né angeli né principati, né presente né avvenire, 39 né potenze, né altezza né profondità, né alcun’altra creatura potrà mai separarci dall’amore di Dio, in Cristo Gesù, nostro Signore.

    MA… CHI L’HA DETTO CHE LE CAMPANE SONO STONATE?
    NON HAI MAI SENTITO UN CONCERTO DI CAMPANE?

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 04, 2011 @ 16:58:34

      Ciao Papiiiii….
      Quanto mi piace trovare la tua foto tra i miei commenti… ♥_♥
      La canzone era volutamente ispirata allo scritto di Paolo, che tanto dà consolazione in qualunque situazione ci troviamo…
      Poi, legata all’insegnamento del mio Pietro ed al ricordo di quel pomeriggio, passato in macchina a cantare è ancora più bella… 🙂
      Le campane non sono stonate… Dici????
      Boh… allora io, forse, sono stonata come una campana ROTTA!!!!
      Va meglio così… 🙂
      Ihihih…
      Il concerto di campane???? No no, mai sentito, purtroppo, non ancora almeno….
      Ti abbraccio forte forte con tutto l’affetto di cui sono capace…
      Torna presto da queste parti, io non mi stanco mai di aspettarti… 🙂

      Rispondi

      • angelonocent
        Apr 08, 2011 @ 23:37:44

        Tu stai per coricarti (se non sei già sotto le coperte). Qui invece è l’alba ed ho già recitato l’Angelus che ci ricorda il Paracadute cui è appeso il Mondo: un invito ad allacciare le cinture.

        Mi ritornano in mente le campane che suonano l’Ave Maria ma che qui non si odono:

        La mia meditazione oggi è sulla Prima Lettera di Paolo ai cristiani di Corinto (cap.13). Al tuo risveglio la troverai sul comodino ad aspettarti:

        “Corinzi 1 – Capitolo 13

        1Se parlo le lingue degli uomini
        e anche quelle degli angeli,
        ma non ho amore,
        sono un metallo che rimbomba,
        uno strumento che suona a vuoto.

        2Se ho il dono d’essere profeta
        e di conoscere tutti i misteri,
        se possiedo tutta la scienza
        e ho tanta fede da smuovere i monti,
        ma non ho amore,
        io non sono niente.

        3Se do ai poveri tutti i miei averi,
        se offro il mio corpo alle fiamme,
        ma non ho amore,
        non mi serve a nulla.

        Volevo fermarmi qui per essere breve. Ma i concerti vanno sentiti per intero e qui c’è una sublime sinfonia di Paradiso, preludio alla Pasqua, che è bene ascoltare con la mente ed il cuore:

        ” 4Chi ama
        è paziente e generoso.
        Chi ama
        non è invidioso
        non si vanta
        non si gonfia di orgoglio.
        5Chi ama
        è rispettoso
        non cerca il proprio interesse
        non cede alla collera
        dimentica i torti.
        6Chi ama
        non gode dell’ingiustizia,
        la verità è la sua gioia.
        7
        13,7 Chi ama… alla speranza: altri: Tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta / soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa.
        Chi ama
        è sempre comprensivo,
        sempre fiducioso,
        sempre paziente,
        sempre aperto alla speranza.
        8L’amore non tramonta mai:
        cesserà il dono delle lingue,
        la profezia passerà,
        finirà il dono della scienza.
        9La scienza è imperfetta,
        la profezia è limitata,
        10ma quando verrà ciò che è perfetto,
        esse svaniranno.
        11Quando ero bambino
        parlavo da bambino,
        come un bambino
        pensavo e ragionavo.
        Da quando sono un uomo
        ho smesso di agire così.
        12Ora la nostra visione è confusa,
        come in un antico specchio;
        ma un giorno saremo a faccia a faccia
        dinanzi a Dio.
        Ora lo conosco solo in parte,
        ma un giorno lo conoscerò pienamente
        come lui conosce me.
        13Ora dunque ci sono tre cose che non svaniranno:
        fede, speranza, amore.
        Ma più grande di tutte è l’amore.”

        Rispondi

        • Deborath
          Apr 09, 2011 @ 08:58:10

          Ciao Papino mio, sì, quando tu mi hai inviato questa splendida pagina della Sacra Scrittura, stavo proprio per andare a nanna, ma è stato “divino”, nel vero senso della parola, iniziare la giornata con questa meravigliosa lettera di Paolo…
          Ho sempre adorato questa lettura e mi è anche capitato di proclamarla più volte dall’ambone e, ti dirò, mi fa sempre un certo effetto: mi interpella e mi emoziona, è come se facesse vibrare delle corde molto intime del mio animo che, difficilmente si riescono a raggiungere in altro modo… 🙂
          Mi piacerebbe moltissimo che venisse letta il giorno del mio matrimonio, se mai verrà celebrato un giorno, e mi farebbe immensamente piacere che ci fossi anche tu…
          Ti voglio bene… ♥

          Rispondi

          • angelonocent
            Apr 10, 2011 @ 09:51:09

            Ci sarò, eccome! ♥

            Spero anche di poter proclamare dall’ambone il più bel inno d’amore che mai sia stato scritto.

            Nel frattempo, teniamo fiasso lo sguardo sul Mistero nascosto nei secoli in Dio, nella contemplazione del volto del Figlio, “irradiazione della sua gloria” (Eb 1,3).

            Affido a Maria il tuo desiderio di convolare a nozze . Conservane l’icona davanti agli occhi, nell’attesa che venga quel giorno. Essa conosce, come noi, la fatica della ricerca. Anch’essa si è posta una o più domande:
            – “Come [questo] è possibile?” (Lc 1,34);
            – “E si domandava che senso avesse un tale saluto” (Lc 1,29);
            – “Perché ci hai fatto questo?” (Lc 2,48).
            – Anch’essa conosce la pace dell’approdo nella volontà di Dio: “Ecco la serva del Signore, si faccia di me come hai detto” (Lc 1,38); “Beata colei che ha creduto” (Lc 1,45).
            – Ci insegna l’ammirazione dell’amore: come debba essere puro il guardare, come trasparente il vedere, come felice l’ammirare, come debba essere la preghiera di puro sguardo.
            – Maria, la “tacitumitas”: le sue poche parole, il silenzio della Scrittura su di lei e su Nazaret, il rimando al Figlio come a Cana.
            – Sua è l’intercessione sui deficit del mondo: “Non hanno più vino” (Gv 2,3).
            – Sua la fatica del combattimento spirituale, quello sopportato nel raffronto continuo tra la profezia della grandezza del Figlio e la realtà di una vita umiliata, dolorosa e, infine, crocifissa.
            – Sua l’appartenenza in un modo unico e altissimo: figlia e serva della divina volontà, essa appartiene tutta al Padre;
            – madre sollecita e discreta, appartiene tutta al Figlio;
            – discepola attenta e custode della Parola, appartiene alla schiera di coloro che “sono di Cristo” (1Cor 15,23) e dunque conglorificati con lui.
            – Suo il lavoro nella vita semplice e nascosta di Nazaret, la quotidianità di questa assiduità familiare e religiosa.
            – E poi, il lavoro nella comunità apostolica: lo scavo nella memoria delle cose vissute con il Figlio, la letizia della novità pasquale, la cucitura continua della fraternità con le doti materne, verginali e femminili.
            – Infine, l’esultanza e la lode di gloria come prorompe nel cantico del Magnificat dove c’è la confessione di una piccolezza, la sua, che trova tutta la propria gioia nell’ affermazione che Dio solo è grande e solo lui può operare le cose grandi che rendono grande l’uom0.

            Siamo solo dei “GLOBULINI” ma aspiriamo alle cose di lassù: bambini che “bramano il puro latte spirituale” (1Pt 2,2), quella parola di Dio che fa crescere fino alla “statura di Cristo” che è la capacità del dono di sé.

            L’essere adulti è misurato così nell’Evangelo: si diventa adulti prendendosi cura della madre, attenti che le profezie da lei cantate nell’esultanza siano obbedite ogni giorno e così “il Regno venga” (Lc 11,2).

            MI RITORNI IN MENTE…
            Sono uscito fuori tema?
            Per fortuna che la carità è paziente!

            Rispondi

            • Deborath
              Apr 10, 2011 @ 14:47:13

              Mi chiedi se sei andato fuori tema????
              No, ti dico, assolutamente no!!!
              Al massimo ci sono andata io invitandoti al mio matrimonio attraverso il commento di un post…
              Sai, Angelo, mi ha fatto molto bene leggere questo tuo scritto, mi ha dato molta speranza (che, alle volte, purtroppo, viene a mancare, viste le circostanze in cui mi trovo a vivere)…
              Dici niente? Dare speranza a qualcuno… Ahhh, che meraviglia, è questo che Cristo è venuto a portarci, la speranza: la speranza in un mondo migliore; la speranza che un giorno trionferà l’amore rispetto alla forza, all’arroganza, al sopruso; la speranza che verranno asciugate tutte le nostre lacrime, che non ci sarà più lutto nè pianto; la speranza di rivedere Cristo e di poter vivere con Lui per sempre….
              Tra tutte queste speranze inserisco anche la mia, piccolissima ed insignificante per l’umanità, ma estremamente importante per me e per la mia vita: il mio matrimonio e dei bambini…
              Spero di poter realizzare questo sogno un giorno: tu ci sarai e proclamerai questa lettura dall’ambone: ti nomino ufficialmente lettore per il mio matrimonio…
              Ti voglio un mondo di bene… 🙂

              Rispondi

  14. marymaya
    Apr 04, 2011 @ 00:49:15

    come mai? ancora giù dopo questa bellissima giornata? io mi sento bene oggi…un pò arrabbiata per la botta…ma felice….devo ancora metabolizzare quello che è successo oggi….anche se mi passano in mente dei dubbi…e mi sento ancora un pochino agitata e tremolante…ma sto bene. mi ha fatto bene quest’uscita…..e anche la presenza del mio crismy.

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 04, 2011 @ 09:10:18

      No, Mary, tranquilla, il post era dell’altro ieri: oggi è stata una giornata splendida anche per me… 🙂
      Se ben ricordi è stato sabato che ti ho detto che ero a terra con tutte le ruote, che mi sentivo triste… Ricordi????
      Oggi è andata di gran lunga meglio…
      Sai, questi momenti fanno parte della mia vita, le riflessioni, i dubbi, il sostegno e la forza che mi viene dal Vangelo, le spiegazioni che mi vengono da esso e la II lettura di ieri, mi ha dato ancora più speranza e conforto: ricevo sempre le risposte quando pongo le domande, questo, ormai, lo sperimento da anni, per cui anche se sono turbata e il turbamento dura per ore, giorni, a volte anche mesi, purtroppo ( 😦 ) poi, un bel giorno, la risposta arriva ed il sole ritorna a splendere in maniera mirabile ed io capisco, capisco tante cose: le nubi si diradano ed è ancora Pasqua….
      Funziona così, ormai lo so, e ne sono felice, nonostante le tribolazioni…
      Oggi sono stata doppiamente felice, poi: è stato bello vederti prendere la comunione, è bello vedere i tuoi passi, i tuoi cambiamenti. Vedrai: quando prenderai coscienza della presenza di Cristo nella tua vita tutto ti sembrerà diverso e tu ti sentirai una persona nuova… “Ti spoglierai dell’uomo vecchio” e sarai la vera Maria Teresa, forte, salda, coraggiosa…
      Vivrai la tua vita in funzione di Cristo, troverai il tuo posto e ti sentirai libera…
      Sono orgogliosa di te, delle tue scelte, del coraggio che, pur timidamente, dimostri…
      Non mollare e non te ne pentirai… Parola di chi ha vissuto il cambiamento sulla sua pelle!!!!
      Ti voglio bene…

      Rispondi

  15. Angela
    Apr 03, 2011 @ 18:59:48

    Perseverare senza temere il giudizio altrui anche quando ci può sembrare di andare controccorrente, perseverare. Mai come nella società odierna Cristo ci invita all’impegno e al buon esempio anche se questo può portare a critiche feroci a cui dobbiamo essere capaci di far fronte come serpenti mantenendo il candore delle colombe. Può passare tempo prima che gli altri capiscano le nostre posizioni ma di sicuro la nostra gratificazione arriva . Un abbraccio amica carissima.

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 04, 2011 @ 09:01:44

      Ciao Angela, sai cosa mi diceva un sacerdote da me molto amato????
      Che noi cristiani DOBBIAMO andare controcorrente, non è che dobbiamo aver paura di questo, ma dobbiamo necessariamente farlo, se non vogliamo seguire la massa che ci porterà alla perdizione…
      La porticina è molto stretta e dobbiamo sforzarci per passarci dentro; non è facile, ma è il nostro compito, altrimenti che cristiani siamo????
      Nella mia vita, ho sempre ragionato con la mia testa, mi sono opposta anche a cose più grandi di me che mi hanno causato non poche sofferenze: sono stata allontanata, emarginata, non compresa, additata, accusata, criticata, mi è stato tolto il saluto e, se fai un giro per il blog, ho descritto più volte queste situazione, anche se, magari, non in maniera aperta, ma ho sempre tenuto fede alla mia idea, all’interpretazione che io davo al Vangelo, seguendo quello che la Scrittura diceva a ME di fare!!!!
      Ho agito come credevo che fosse giusto: ho sofferto, ma alla fine il tempo mi ha dato ragione, SEMPRE!!!!!
      Spero nella mia vita di riuscire sempre a comportarmi così, senza mai scendere a compromessi per avere una strada in discesa; preferisco salire, salire anche al Calvario, perchè allora sarò vera discepola di Cristo, vera CRISTIANA!!!!
      Ti abbraccio forte forte e ti ringrazio di cuore per le tue parole….
      Buona settimana… 🙂

      Rispondi

  16. Rita
    Apr 03, 2011 @ 09:15:06

    Non c’è niente di più bello che lasciarsi lavorare dalla Parola di Dio e la Quaresima è il periodo più adatto per leggere il proprio cuore e per diventare come Lui ci vuole. Sono tornata da poco dalla Veglia ed ho capito che grazie alla preghiera possiamo trasformare la Parola in vita, la propria stanchezza in gioia. Buona domenica, Deborath.

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 03, 2011 @ 09:51:20

      Cara Rita, ed io quanto sono ancora lontana dal diventare come Lui mi vuole… Glielo chiedo sempre di aiutarmi a migliorare ogni giorno un pò di più, ma poi, lo so che se non ci riesco è sempre e solo colpa mia, delle mie scelte, delle mie azioni…
      Ho letto il tuo post, davvero molto toccante per chi conosce la sensazione che hai provato tu stanotte: quanto prima passerò a lasciarti un commento… 🙂
      Un abbraccio, cara e buona domenica anche a te… 🙂

      Rispondi

      • Rita
        Apr 03, 2011 @ 10:08:12

        Vedi, Deborath, che è già tanto che tu ti sforzi di essere come Lui ci vuole! Lui legge il nostro cuore e conosce i nostri buoni propositi… Quanto alla perfezione, solo Dio è perfetto.

        Rispondi

        • Deborath
          Apr 03, 2011 @ 13:34:33

          Di sforzare mi sforzo e chiedo anche il Suo aiuto in questo, ma sapessi quante volte mi sembra di fallire, di deluderlo, di non essere mai neppure lontanamente vicina a come Lui mi vuole… 😦
          A volte mi scoraggio, a volte, però Lui mi fa vedere la Sua luce e mi sembra così vicina che mi spingo ad accelerare il passo per poterla raggiungere prima…
          E’ così il cammino della fede, l’importante è non mollare mai e non dimenticare mai che Lui ci è accanto anche quando noi non ce ne accorgiamo…
          Ti abbraccio forte forte e grazie infinite per le tue parole… 🙂

          Rispondi

  17. Gabriele
    Apr 03, 2011 @ 09:04:48

    Che meraviglia.. è incredibile come il vangelo irrompa luminoso nel cuore di chi lo ascolta.

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 03, 2011 @ 09:39:43

      Ciao Gabriele, sì, è un mistero che ancora non sono riuscita a svelare, ma mi capita sempre così: se sono in agitazione, in pena per qualcosa, la parola di Dio trova sempre il modo per darmi risposte e consolarmi…
      Sai, a volte, quando attraverso momenti veramente difficili, rimango stupita e a bocca a perta: trovo tutto ciò di cui ho bisogno in quell’esatto momento, tanto che più volte ho dubitato, ad esempio recitando le lodi al mattino, che le lettere dei salmi si spostassero e si combinassero in maniera tale da farmi sentire la consolazione che in quel mometno mi era necessaria, qualunque fosse il problema o l’angoscia che mi affliggeva…
      E’ una sensazione strana, ma stupenda!!!! 🙂
      Buona domenica, amico mio e a presto… 🙂
      Grazie di essere passato… ♥

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: