Io speriamo che me la cavo


Qualche giorno fa, svuotando uno stipetto dello studio, ho ritrovato un vecchio “reperto storico” di mia mamma, risalente ai tempi in cui lei insegnava ancora…
Dovete sapere che mia mamma era un’insegnante di Matematica e Scienze alle scuole medie: di alunni ne ha avuti veramente tanti, ma questi di cui vi parlerò oggi devono essere stati davvero mitici, se lei si è presa la briga di appuntare su un foglio tutte le immense castronerie che sparavano!!!
Ahahah… 😀 Che ridere!!!!
Quando ho ritrovato questo foglio gliel’ho fatto vedere e lei era ancora curvata in due dalle risate, come me, ovviamente, così ho deciso di condividere con voi questo momento di ilarità…
Partite dal presupposto che mia mamma si è segnata queste cose, prendendo appunti o dalle interrogazioni o dalle risposte di compiti in classe…
E dopo questa premessa, passo a ricopiarvi qui il foglio rinvenuto per caso:
1) Metafora = cellula
2) Onomatopea = angiosperma
3) Meteora = atomo
4) Il nostro corpo è costituito da uova.
5) Senza fine di lucro = che non finisce mai
6) Materia = ciò che esce quando ci facciamo male
7) Cinofilo = specie di formica
8 ) Collisione = posizione della terra rispetto al sole
9) Contaminazione = quando si concima / seminazione / quando uno contiene qualcosa
10) Pap-test = pappina dei bambini
11) Polline = contiene miele / noccioline
12) Apartitica = che non ha sangue
O mio Dio, certo che la fantasia dei ragazzi non ha limite!!!!!
Ancora mi scompiscio se ci penso e se provo ad immaginare la faccia di mia mamma quando si sarà trovata queste cose nei compiti o gliele avrà sentite pronunciare alle interrogazioni!!!!! 😀
Ahahahah…. 😀 Troppo forte!!!! Non credete anche voi????? 😉

Annunci

51 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. David Ryan
    Apr 03, 2011 @ 10:15:46

    non riesco a capire il nesso del pap test con la matematica e la scienza :-/

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 03, 2011 @ 13:39:02

      Ciao Gas!!!!
      Dunque, devi sapere che il programma di scienze, se non sbaglio, quello di III media, prevede lo studio degli apparati riproduttivi e, probabilmente, avranno parlato anche delle malattie più comuni ad essi collegati ed ai metodi di prevenzione…
      Ecco qui svelato il mistero del pap-test… 🙂
      Un abbraccio forte forte e buona domenica!!!

      Rispondi

  2. sergiobaldin
    Mar 28, 2011 @ 17:11:11

    Ciao Debby, certo che bisognerebbe vedere ora anche di che periodo si tratta, anche se con gli anni non è che sia certo migliorata una certa cultura generale di base.
    Io non mi meraviglio nemmeno più di tanto, anche perchè mi capita anche adesso di sentire talvolta usare vocaboli a sproposito, giusto per far capire che non sanno il loro esatto significato.
    Pensavo invece alla materia, che troverebbe una giustificazione anche nel mio dialetto la definizone data.
    Infatti il pus viene da noi chiamato in dialetto appunto “materia”.
    Mica che quel ragazzo sia stato un veneto trapiantato laggiù che non ha dimenticato il suo dialetto?
    Ciao bella mia, ti auguro una serena serata….da oggi è anche più lunga!

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 28, 2011 @ 20:28:41

      Ciao Sergio, diciamo che parliamo di una decina di anni fa circa…
      Sai che anche da noi il pus si chiama “materia” in dialetto?????
      Nooooo, non ci posso credere!!!! I veneti hanno qualcosa in comune con i calabresi!!!!! E’ incredibile!!!!
      Stai attento che se ti sente Bossi, inventa di sicuro qualcosa per modificare il significato dialettale di questa parola!!!!
      Ahahah… 🙂
      Spero che tu non appoggi la sua follia, se è così ti chiedo scusa per aver urtato la tua sensibilita…
      Un abbraccio, caro e a presto…

      Rispondi

      • sergiobaldin
        Mar 29, 2011 @ 07:30:16

        Ciao Deborath, stai tranquilla che io non ho la patina verde, anzi non ne ho alcuna, penso sempre con la mia testa ed esprimo le mie idee e basta.
        Constato, però, che in genere in questi ambiti c’è un atteggiamento che vede la politica come uno dei peggiori mali, come se tutti i politici siano corrotti o siano interessati solo alla propria sedia, mentre c’è anche del buono, che così non viene certo incoraggiato, ma messo in un’unica fascina con il male.
        Anche in politica, è come un pò dappertutto, quando si diceva che il poco buono che non fa notizia, viene ignorato mentre riceve tanta attenzione tutto quello che è da condannare e da disapprovare.
        Poi io dico anche che talvolta è facile e comodo starsene fuori a criticare, poi, quando se ne avrebbe anche la possibilità trovare tutte le scuse per non impegnarsi in prima persona e lasciar andare avanti pesone magari meno affidabili, ma forse più ambiziose.
        Non prendermi come un difensore d’ufficio, voglio solo fare un richiamo generico a non generalizzare, come mi sembra si tenda spesso a fare, come ho letto stamattina da Lara il solito ritornello sui politici.
        Ma a te come sta andando il tuo impegno per la dieta?
        E’ troppo sacrificante e ti lascia sempre l’appetito addosso?
        Dai coraggio, io faccio tifo per te, che tu possa riuscire anche in questo impegno. Un abbraccio fortissimo, ciao dolce donna!

        Rispondi

        • Deborath
          Mar 29, 2011 @ 14:59:49

          Caro Sergio, sono d’accordo con te: hai perfettamente ragione, fin troppo spesso tendiamo a generalizzare, in politica, come in tutto il resto…
          io ho fatto un nome ben preciso, però, continuando a sostenere che sia un folle!!!
          Siamo d’accordo anche sul fatto che il male fa più rumore del bene, ma siamo veramente stufi di sentire che la politica ha le mani in pasta in troppe cose… Con la crisi che c’è siamo stufi di politici che pensano solo alle loro tasche ed al loro tornaconto e, purtoppo, i riscontri sono moltissimi…
          Certo, non si può fare di tutta l’erba un fascio e perdonami se, in qualche modo, ho urtato la tua sensibilità… Non volevo… 😦
          La dieta procede: oggi ho iniziato la seconda settimana e non mi sono ancora pesata, devo farlo lunedì prossimo e poi devo tornare dal medico…
          Spero di cuore che questa possa essere la volta buona…
          Ti prego, dì una preghierina per me, con questa intenzione: non posso farcela da sola!!!!!!
          Un abbraccio forte, Sergio e buona giornata… 🙂

          Rispondi

          • sergiobaldin
            Mar 30, 2011 @ 07:23:07

            Non c’è pericolo che tu mi offenda, sei troppo un’anima candida per farlo!
            Solo che io tante cose le vedo anche dal di dentro e non solo dal di fuori e ti posso testimoniare che ci sono tante persone che agiscono correttamente ed onestamente e sono le prime a sentirsi continuamente denigrate per il mal agire e per l’opinione che finiscono per formare, da parte di quelli che rimangono sempre una componente numericamente minoritaria.
            Poi hai mai visto quanti ne hanno veramente condannato?
            Magari certi che si sono presi anche le colpe di altri, perchè avevano un ruolo in base al quale dovevano rispondere di cose che nemmeno conoscevano, forse anche per loro disinteresse o fiducia.
            Si, ti ricorderò nelle mie preghiere, ora anche in maniera specifica, dato che vedo quanto ci tieni in questo tuo impegno! Un bacio dolcissima donna!

            Rispondi

            • Deborath
              Mar 30, 2011 @ 10:21:39

              Sì, Sergio, hai ragione tu: i politi onesti ci sono, per fortuna, ma purtroppo non arrivano a rappresentarci, perchè ha la meglio sempre il più furbo…
              A molta gente fa comodo mandare avanti i lestofanti, perchè possono coprire molte beghe che loro hanno, e così, la gente onesta rimane nell’ombra e non sale mai alla ribalta della cronaca perchè possa esser conosciuta dai più…
              A volte, (ma solo pochissime volte purtroppo), ho sentito parlare dei sindaci che hanno fatto davvero il bene della loro comunità e vorrei che ce ne fossero tanti di più come loro, credimi: gente che si impegna davvero per il bene comune, che spende una vita al servizio degli altri e che non pensa solo a rimpinguarsi le tasche…
              Ti abbraccio forte forte e grazie infinite per il tuo sostegno in questo mio impegno… 🙂

              Rispondi

  3. marymaya
    Mar 27, 2011 @ 00:04:39

    ihhiihiihihh esilarante!!! i bambini sono pieni di sorprese!dovremmo farlo anch noi…te lo dico sempre…con tutte quelle che lanciano al catechismo possiamo fare un libro

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 27, 2011 @ 08:41:35

      Oddio, Mary, davvero!!!!
      L’altro giorno, in un commento, infatti, citavo la famosissima “Unzione degli Inferni”….
      Ahahahah 🙂
      Poveri noi!!!!!
      Sono tremendi!!!!! 😀

      Rispondi

  4. silvianovabellatrix
    Mar 24, 2011 @ 22:09:59

    Quella del pap test è bellissima….ma non si finirebbe davvero mai di raccogliere certe” perle”. Ricordo alle superiori una mia compagna che tradusse ” milia palata ” cioè ” un migliaio di dispersi” ( nel senso di truppe romane che si disperdettero in fuga per la campagna e che furono uccisi) con ” ad un migliaio (di soldati) furono TAGLIATI I PALATI attraverso i campi” 😀

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 25, 2011 @ 08:07:37

      Ahahahah… 😀 Oddio, Ahahahah 😀
      Fortissima questa!!!!!
      Immagino il prof, incavolato nero per la risposta, ma che avrebbe voluto darle il premio per la fantasia….
      Ahahahah…. 😀
      Un abbraccio, Silvietta!!!!!
      Sono felice che tu sia ripassata…. 🙂

      Rispondi

  5. skayrose59
    Mar 24, 2011 @ 21:53:09

    Quanti ricordi leggendo questi “errori” dovuti forse ad improvvisazione quando non si studia a sufficienza, ricordi delle scuole medie soprattutto quando nelle classi c’ erano anche tanti ragazzi che non avevano proprio la passione per lo studio e non vedevano l’ora di prendersi la licenza media per andare subito a lavorare…e si sentivano gli strafalcioni soprattutto in Italiano, Storia, Geografia…
    E tanti dei miei ex compagni delle medie li ho incontrati ai colloqui con i professori del Liceo dei nostri rispettivi figli, molto zelanti nel curare l’istruzione dei figli…..lo studio si apprezza sempre in tarda età.
    Un saluto a te e alla tua mamma!

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 25, 2011 @ 08:05:40

      Purtroppo è vero, dolce Silvia, qyando si è piccoli non ci si applica, ci si annoia a studiarre e si pensa che la scuola sia tempo perso, si dà alla scuola un’accezione sempre negativa e si pensa che sia la cosa peggiore che possa capitare a dei poveri ragazzi che hanno voglia solo di divertirsi…
      Da grandi, poi, ci si rende conto, ma spesso e troppo tardi per rimediare…. 🙂
      Un abbraccio, cara… 🙂

      Rispondi

  6. ili6
    Mar 24, 2011 @ 20:25:27

    ahahahahah
    sono certa che tua mamma ha conservato queste chicche di qualche bricconcello così come avrà conservato alcuni lavori, ricerche, tesine, ecc…di altri alunni attenti e studiosi. Perchè in una scuola, in una classe, puoi trovare il somarello di turno che manco con le bombe ti studia, ma trovi anche studenti curiosi e pronti ad apprendere. E l’insegnante è la stessa: stesso impegno, stessa dedizione, ma risultati diversi.Normale.
    Anche io conservo chicche e perle dei miei alunni, positive e negative, ed ognuna mi ricorda un volto, un sorriso, uno sguardo, una situazione personale ed anche un impegno, una fatica, uno scoraggiamento o una grande soddisfazione. Tutti mi ricordano una crescita e ti dirò che alcuni autori delle chicche, su cui nutrivo seri dubbi per il futuro percorso scolastico, alla fine e pian pianino ce l’hanno fatta, e questo mi ha resa felice. Sto anche io dalla parte dei ragazzi.
    Ciao

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 25, 2011 @ 07:58:23

      Sì, certo, Marirò, conserva anche i lavori buoni, oltre a questi strafalcioni… 😉
      E’ vero quello che dici, le classi, ovviamente sono miste: ci sono quelli bravi e quelli meno, non tutti possono essere uguali e non è neanche detto che tutti siano portati per lo studio… 🙂
      Un bacio e grazie… 🙂

      Rispondi

  7. mbj
    Mar 24, 2011 @ 17:07:42

    ahahahaha questa è fantastica!!!

    4) Il nostro corpo è costituito da uova.

    oddio ancora sto ridendo!!!
    sono fantastici XD

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 24, 2011 @ 18:55:23

      Perchè, Marco, non mi dire che un genio come te non sapeva questa grande verità!!!!
      Non sapevi di essere costituito da uova??????
      Ahahahah…. 🙂 Ma certo che sei proprio un ignorante!!!! 😀 Ma che cosa ti insegnavano a scuola???? Ahahahahah
      Sono tremendi…. Povera la mia mamma… Che poi, risultava pure che gliele insegnava lei queste cose…
      Odddddddiooooo….
      Un abbraccio forte e grazie di essere passato… Ho visto anche, con gioia, che ti sei fatto un bel giretto ed ora corro a rispondertiiiiii…. 🙂
      A prestoooooooooooooooo

      Rispondi

  8. semprevento
    Mar 24, 2011 @ 14:41:56

    …stiamo zitti và!
    Lo avevo letto ma senza commentare…
    sai che la mia Saretta è piuttosto osservatrice…e nota tanta ignoranza tra i suoi coetanei…
    Non so se dare la colpa agli insegnanti oppure alla mancata volontà di applicarsi dei ragazzi!!!
    Tutto si divide sempre in varie categorie…quelli che sono insegnanti devoti e severi…forse è proprio quello che manca, un pò di disciplina per i più svogliati…
    Quelli che arrivano in fondo al mese…ma i ragazzi lo intuiscono e non ne sono felici…
    Quelli che amano tanto il loro lavoro …ma non vengono corrisposti.
    Se la tua mamma si annotò tutto significa che ne rimase talmente colpita da non lasciare niente al caso. Io credo che abbiano imparato il vero significato quei somarelli…A giudicare da come sei tu, la tua mamma c’avrà messo dedizione ed amore.,.uhm..poco corrisposto.
    Ciao bel sorriso!
    Anche Saretta si è annotata in un biglietto l’italiano stretto di un suo amico…
    se ce l’ha ancora te lo metto qui…resterai esterefatta…incredibile …giuro!

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 24, 2011 @ 18:48:47

      Sì sì sì…. Dai, ti prego… Trovalo!!!! Non vedo l’ora di leggerlo!!!!
      Ahahah… 😀 Mi fanno morire queste cose… Ahahahah 😀
      Per quanto riguarda le responsabilità condivise di cui parlavo, credo che sia tutto vero… a volte ci sono insegnanti super bravi e preparati in classi completamente indisciplinate e svogliate e insegnanti incompetenti in classi valide… Ma sai com’è… Purtroppo, in questo mondo non c’è nulla che vada bene e così tutto risulta irrimediabilmente invertito 😦
      La mia mamma a scuola dva l’anima e, a volte, la vedevo tornare rossa come un peperone, per quanto l’avevano fatta arrabbiare… Ed avevo sempre paura che potesse finire per stare male, ma poi, tornava sempre forte come una leonessa…
      🙂
      Tu dedichi tanti post a tua figlia, anche io ne ho dedicati 2 alla mia mamma, uno che si intitola proprio “Mamma” (https://icoloridellanima1978.wordpress.com/2009/10/15/mamma/) e l’altro che si intitola “Mani” (https://icoloridellanima1978.wordpress.com/2009/12/12/mani/) … Se ti va, ti invito a leggerli, sono certa che ti piaceranno…
      Un abbraccio e grazie mille per il commento… 🙂

      Rispondi

  9. Emanuele
    Mar 24, 2011 @ 10:28:44

    “Pap-test = pappina dei bambini”. Vada per l’assonanza tra pappa e pap… ma test?! 😀
    I bambini sono incredibili! 😛
    Ciao,
    Emanuele

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 24, 2011 @ 13:45:12

      Ciao Ema, sono molto felice di rivederti da queste parti…
      Per quanto riguarda il test, magari avranno pensato che era un test per verificare se era troppo calda o troppo fredda… Ahahah… 😀
      Non so proprio come sia loro venuta in mente questa associazione…
      Ihihihih…
      Un abbraccio e a presto… 🙂

      Rispondi

      • Emanuele
        Mar 25, 2011 @ 21:31:01

        Uhm sai che può avere un minimo di razionalità il tuo ragionamento? 😛
        Minimo minimo però! 😀
        Ciao,
        Emanuele

        Rispondi

        • Deborath
          Mar 25, 2011 @ 21:42:13

          Beh, chi si contenta gode, no???
          Meglio minimo che niente… Ahahah… 🙂
          E poi valli a capire davvero!!!!

          P. S. Ti ho appena mandato un messaggio sul contattami del tuo blog: ho un problema con WP che proprio non riesco a risolvere, mi serve DISPERATAMENTE il tuo aiuto!!!! Ti prego, non abbandonarmi!!!! 😦

          Rispondi

  10. Rita
    Mar 23, 2011 @ 17:37:11

    Sai Deborath, anch’io, nella mia breve esperienza di insegnante nella scuola elementare, ho conservato degli autentici capolavori dei bambini: temi originalissimi con forme dialettali e spunti quasi comici. Mi ero ripromessa di metterli insieme e di farne un libro. Nell’80 il sisma distrusse questo mio sogno perché i temini andarono perduti tra pietre e calcinacci… intanto il Maestro D’Orta, in un altro lato della Campania, non avendo avuto, evidentemente, i miei stessi problemi :), riuscì a pubblicare il libro che ha avuto tanto successo: Io speriamo che me la cavo. Ancora oggi annoto frasi curiose dei bambini, tipo “Prendete e mangiatelo tutto”, riferito alla frase di Gesù nell’Ultima Cena e non sto a continuare l’elenco che sarebbe lunghissimo. Per il momento ti abbraccio e ti ringrazio perchè mi hai permesso di ricordare un bel periodo della mia vita, quando cercavo di diventare un’insegnante. Ora sono un’impiegata, ma non ho perso il vizio di annotare e ti posso assicurare che mi diverto tantissimo quando i genitori scelgono i nomi ai loro figli, quando, sfogliando i registri dello Stato Civile mi trovo di fronte a nomi e cognomi assurdi, a quando mi vengono fatte delle richieste incomprensibili… non mancherà l’occasione di raccontarti qualche episodio. Un bacio. Ciao.

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 24, 2011 @ 13:41:15

      Oh, Rita, ma davvero il terremoto ha distrutto la tua casa??? Che cosa tristissima, mi dispiace molto… 😦
      Immagino il terrore che avete vissuto… 😦
      Per quanto riguarda le frasi dei bambini, anche quelle del catechismo hanno il loro perchè, ad esempio: “Unzione degli inferni”, tanto per citarne una… ihihih… sono tremendissimi!!!! 🙂
      Grazie mille di esser passata…
      Un abbraccio forte forte e doppio… 🙂

      Rispondi

      • Rita
        Mar 24, 2011 @ 16:25:25

        Come al solito ho fatto un pasticcio per lasciarti il mio commento. Sto imparando e non credo proprio di essere una brava allieva dei miei figli. Step by step migliorerò. Per quanto riguarda il terremoto, la mia casa fu danneggiata, ma intorno a me ci furono disastri e morti; pensa che oltre venti persone decedute per il crollo di un intero palazzo appartenevano alla mia Parrocchia. Ormai sono passati 31 anni, non tutto è stato ricostruito e rabbrividisco se penso che statisticamente dovrebbe arrivarne un altro. Che il Signore ci aiuti e ci protegga. Un bacio.

        Rispondi

        • Deborath
          Mar 24, 2011 @ 18:42:37

          🙂 Rita, avevo visto questo strano commento da una strana Rita che non conoscevo, ma poi, rileggendo il tuo di commento, quello della Rita vera, ho capito che eri sempre tu… ihihihih… 🙂
          Dai, non scoraggiarti: tenta e ritenta imparerai e diventerai più brava di tutti noi messi insieme… 😀
          Che cosa terribile che vi è successa… 😦
          Addirittura 20 persone falciate via solo nella tua parrocchia… Mio Dio, non oso immaginare cosa abbia voluto dire continuare il cammino dopo tutto ciò che era accaduto… 😦
          Anche io ti auguro che il Signore vegli sempre su di voi, vi custodisca e vi protegga sempre…
          Ti abbraccio, amica mia… 🙂

          Rispondi

  11. rita
    Mar 23, 2011 @ 14:10:34

    Deborath… incredibile! Anch’io fino al sisma dell’80 avevo conservato i “capolavori” dei bambini delle elementari che seguivo ed avevo intenzione di pubblicarli, tanto erano simpatici ed originali. Poi finirono tra pietre e calcinacci e li persi… intanto il maestro D’Orta, da qualche altro lato della Campania, realizzava quella che era stata una mia idea, ma a questo punto, credo, sia stata l’idea di tutti quegli insegnanti che hanno avuto la possibilità di leggere con simpatia i componimenti dei loro bambini. Ciaooooooooooooooo!

    Rispondi

  12. Emilio A.
    Mar 23, 2011 @ 11:26:01

    Il guaio è che molte di queste affermazioni sono il frutto dalla convinzione di chi le dice!
    Mi hai fatto ritornare indietro nel tempo, quando anch’io le sentivo a scuola 😀
    Buona giornata Debby, ti stringo 🙂
    Emilio

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 23, 2011 @ 13:45:46

      Sai, Emi, hai proprio ragione… Quando dicono queste cose i “colpevoli” sono così fermamente convinti che, quasi quasi, portano anche te a dubitare e a credere che siano vere!!!!
      Ahahahah… 🙂
      Un abbraccio forte forte e a presto… 🙂

      Rispondi

  13. lara7403
    Mar 23, 2011 @ 10:11:13

    Ciao Deborath! finalemte riesco a commentare un pò, sono presa da qualche lavoretto in giro (GRAZIE A DIO) visto che i soldi nn bastano mai!. Di tempo ne ho propio pochino e spesso anche se vorrei commentare, lo stress di dove fare fare fare (nn ci si ferma mai!) mi impedisce di trovare ispirazioni per commentare con parole sensate. Belli i tuoi post recenti, compreso questo, volevo dirti che ti leggo anche se nn sempre ti commento. Mi è piaciuto particolarmente il post che racconta dell’incontro con gli amici del catechismo, è stato edificante per te e per loro. Sono felice dei frutti che il Signore ti mostra è qualcosa di gratificante e davvero incoraggiante. La crescita spirituale è fatta anche di queste cose GLORIA A DIO!
    Riguardo il post di questa pagina è divertente e mi hai regalato un sorriso 😀 Mi sono anche immaginata mia figlia che a scuola se ne inventa di ogni pur di dar fiato alle trombe °_° l’ultima volta, ai colloqui individuali le maestre hanno tentato di incoraggiarmi, dopo avermi dato il bastone si sono presentate con la carota dicendomi che quando viene interrogata e nei temi in classe, se nn le vien nulla da dire ….inventa! inoltre ha una capacità di linguaggio che fa la differenza al punto che le danno un voto per sfinimento!!!. Mi domando ancora se mi hanno detto una cosa positiva o negativa….mah! CERTO CHE DI FANTASIA NE HA DI SICURO ahahahah!!! 😀
    Ciao cara buona continuazione di settimana a presto!

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 23, 2011 @ 13:43:40

      Ciao, Laretta!!! E’ sempre una gioia ritrovarti!!!
      Sono felice che tu sia riuscita a trovare qualche laveretto… Di questi tempi, poi, è un vero dono del cielo…
      Non preoccuparti se non riesci sempre a commentare, la vita vera è vita vera, il web può attendere, anche se, ovviamente, la tua mancanza si sente…
      Sono contenta che tu mi legga comunque, anche se non commenti, poi, oggi ti sei fatta perdonare con questo bel papello che mi hai scritto!!!
      Sì sì, sono proprio soddisfatta, in più mi hai regalato un sorriso raccontandomi delle mille capacità di tua figlia e per il fatto che non hai ancora capito se quello delle insegnanti era un complimento oppure no… Ahahah… Alla luce di questo post, forse ti sarà sembrato una tragedia, più che un complimento, ma sono sicura che tua figlia inventa bene, quando ci si mette…
      Ahahahah…
      Dalle un bacio grande grande ed un altro è per te ed uno per il piccolo Aron… 🙂

      Rispondi

  14. Pensieri Stranieri
    Mar 22, 2011 @ 19:43:58

    ahahahahah anche io ne ho sentite di cotte e di crude al liceo, davvero non hanno nemmeno il pudore di fare scena muta per non dire “castronerie”. Mi hai regalato un sorriso con questo post!
    A prestissimo 🙂
    PensieriStranieri.

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 22, 2011 @ 21:30:05

      E’ vero, ho sempre pensato anche io che era di gran lunga migliore la scena muta, piuttosto che figuracce del genere… Ma, forse, loro neanche se ne rendono conto di star dicendo una scemenza…
      Pensa che una volta mia mamma, all’esame di III media voleva introdurre una domanda sul cerchio, per aiutare il ragazzo, perchè sapeva che il cerchio lo aveva studiato, allora chiede: “Che forma ha la luna?” E lui: “Di banana!!!!”
      Ahahah 😀
      Ma ci pensi????? E’ rimasto nella storia!!!!
      Grazie ancora di esser passata…
      A presto e buona serata…

      Rispondi

      • Mery
        Mar 23, 2011 @ 10:07:09

        “di gran lunga migliore la scena muta” ? Fare scena muta all’esame di III media di fronte alla domanda :” di che colore è il carbone? “, che te ne pare?
        Ahahahah! Comunque sono con i ragazzi :mrgreen:

        Rispondi

        • Deborath
          Mar 23, 2011 @ 13:36:27

          Oddio, Mery, sul colore del carbone non si può fare scena muta, se non altro in onore alla canzone: “Sei diventata nera, nera, nera, sei diventata nera come il carbon!” Ahahahah… 🙂

          Rispondi

  15. Donatella
    Mar 22, 2011 @ 19:26:03

    😀 😀 😀
    Ahahaha…favoloso…qualcuna la ricordo anch’io: una volta la prof di latino interrogò un mio compagno, chiedendogli di declinare il verbo “colo”. E lui, convinto: ” Io colo, tu coli…”
    😀
    Buona serata e un abbraccio, tesorina! TVB

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 22, 2011 @ 21:25:46

      Ahahah… 😀 io non vado molto forte in latino, ma di sicuro il prof non si sarà fatto grandi risate in quel momento…. Vero????
      Un bacio anche a te, dolce Dony… 🙂

      Rispondi

  16. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Mar 22, 2011 @ 16:59:49

    ahahahahahahahahahahahahah

    Rispondi

  17. titti
    Mar 22, 2011 @ 16:18:10

    troppo carino…si è vero i ragazzi sono sempre molto comici soprattutto alle interrogazioni 🙂 e ti dice qualcosa: -dimmi i 2 fiumi più importanti d’Italia -Tigri ed Eufrate…. ahahahahah mannaia però che bello no? e poi “IO speriamo che me la cavo” mi ha fatto venire in mente le mie scuole medie… mi regalarono anche quel libro e ce l’ho ancora

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 22, 2011 @ 16:47:32

      Toh… guarda guarda chi si vede???? 🙂
      Da quanto tempo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Ma sei tu, vero? o.O
      O mi sto sparando una delle mie solite figurone da Guinness dei Primati????
      Non avevi ancora visto il blog in questa nuova veste???
      Che te ne pare????
      Un bacio e a presto… e grazie di essere passata… 🙂

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: