Merce in vendita


Ieri sera su Matrix ho visto un documentario preparato dal gruppo di Striscia sulla mercificazione del corpo femminile e mi ha lasciato non poco sconvolta…
Mi chiedo perchè ci siano donne che ancora nel 2011 si lasciano usare e fruttare in questo modo…
Perchè lo fanno???
Per soldi?
Per popolarità?
Perchè?
Non ditemi: “Il lavoro è lavoro!”, perchè non ci crede nessuno…
Guardate com’è felice questa donna vassoio…

Su, dai, ragazze, ammettiamolo, chi di noi non ha desiderato da sempre nella propria vita di essere un vassoio???? Di stare comodamente sdraiata su un tavolino, con tutta la roba da mangiare adagiata sul corpo perchè il dio-uomo se ne possa comodamente servire????
Oppure, chi non ha desiderato di apparire tremendamente sexi, essendo presa a pedate…

… o essendo disumanamente calpestata dal piede di un uomo…

… E dai, su, ragazze, non siate timide: ammettetelo, dai!!!! Cosa c’è di più bello che esaltare e valorizzare la donna in questo modo????
Volete esser selezionate per pubblicizzare una bella borsa? Dunque la foto vincente che dovete mandare per partecipare al casting è questa:

Come? Vi sembra che la borsa non sia abbanstanza in evidenza????
Ma come no, su, dai, guardate bene….
Beh, cari amici, e questa volta mi rivolgo anche ai miei cari lettori maschi, mi viene spontaneo fare una domanda; ditemi voi “Se questa è una donna”…
A me viene una rabbia tremenda a vedere tutto questo: la colpa è dell’uomo? Boh, io non lo so, in realtà…
Credo che anche se l’uomo esigesse queste cose, ma la donna si rifiutasse categoricamente di assoggettarsi a tutto questo, questo scempio non ci sarebbe!!!!
Perchè la donna stessa fa fatica a capire che ha una dignità che non dovrebbe mai esser calpestata, perchè non si rende conto che il suo corpo non è tutto???? E che la donna è un insieme sublime di corpo, anima, mente, cervello, sentimenti, pensieri???
Perchè ci piace immaginare la donna sempre e solo seminuda o completamente nuda o con le gambe aperte????

Io mi battevo sempre nel mio gruppo di catechismo di due anni fa e puntavo sempre sul fatto che le ragazze non dovessero mai scendere a tanto, cercavo di far notare loro l’importanza dell’istruzione, della dignità, di formarsi un pensiero proprio, delle idee proprie, insieme alla voglia ed alla capacità di poterle esprimere sempre e comunque…
Non bisogna permettere che le nuove generazioni crescano con l’attenzione rivolta solo ed esclusivamente all’immagine…
Che senso ha essere tremendamente belle, ma non aver nessuna possibilità di aprir bocca per esprimere i propri pensieri?
Che senso ha scrivere negli annunci di lavoro, qualsiasi annuncio di lavoro: “Si richiede bella presenza?”
Perchè? Una cameriera bruttina non è in grado di svolgere bene il proprio lavoro? Così una segretaria bruttina, un’insegnante bruttina, una commessa bruttina, e via dicendo????
Che cosa ha a che fare l’intelligenza con la bellezza fisica????
Viviamo in un mondo in cui l’immagine ha la meglio su tutto, annientando tutto ciò che non è estetica…
E la donna, dalla più anziana all’adolescente, come ne viene fuori????
Massacrata!!!!
E’ ora di dire basta a questo schifo ed alla mercificazione del corpo femminile!!!!!

Annunci

58 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Nicola
    Lug 12, 2012 @ 11:17:10

    Scusate il ritarso ma temo non abbiate centrato il punto. La mercificazione del corpo avviene per entrambi i sessi e per qualunque età. Ad esempio: la mamma che fa fare la pubblicità al bambino mercifica il corpicino (viene filmato e dunque passato quello, non altro, la merce di scambio è il corpo del cucciolo) della piccola creatura inconsapevole. Inoltre: quante pubblicità con uomini nudi o quasi esistono? Moltissime(si pensi ai profumi), ma nessuno si preoccupa della mercificazione del corpo maschile. Dovremmo guardare oltre, il problema non è la mercificazione del corpo femminile ma la mercificazione del corpo e basta. Solo che questo apre un capitolo infinito e rischia di farci riprendere il buon vecchio Marx (è giusto dirvi che non sono affatto marxista, ma nel caso va proprio recuperato): quando io vendo “forza lavoro” non sto vendendo il mio corpo? Guardate il corpo di un operaio e di un intellettuale a 60 anni, soprattutto se donne, e vedrete cos’è la mercificazione del corpo. Mi torna alla mente ad un importante articolo letto su “A”(rivista anarchica) quest’anno (2012, non ricordo il mese) scritto da prostitute sudamericane che dicevano appunto: e la nostra non è mercificazione del corpo imposta dalla struttura sociale costituita (dobbiam mangiare)? E questa mercificazione non si estende a tutti i lavori dipendenti ove vendo la mia fatica fisica, vendo il mio corpo?
    -Conclusioni-
    1. Non è questione di sesso, di genere o d’età.
    2. La “mercificazione del corpo” non riguarda solo la sessualità ma significa letteralmente fare merce del proprio corpo e, forse, è un problema molto più macroscopico del pallino morale(perché è solo una questione morale, nessuno si scandalizza della mercificazione del corpo di un operaio) che a volte sembra insorgere contro la pubblicità sensuale.
    3. Se dunque non guardiamo il problema dal nostro personalissimo angolo morale (e la sessualità è un campo pericoloso, ove ognuno ha la sua visione particolare) ma con categorie a-morali (universali?) ci accorgiamo di come viviamo in una società mercificata dal capo alla coda, ove tutto è merce (anche il lavoro intellettuale, ma questo evidentemente è un altro discorso).

    Spero di esser stato utile. Ciao.

    Rispondi

    • Deborath
      Lug 12, 2012 @ 21:20:21

      Ciao Nicola e benvenuto!!!
      Non scusarti, non sei affatto in ritardo, qui ogni intervento è sempre molto attuale!!!
      Ti ringrazio per le tue riflessioni che ho letto attentamente e sulle quali ho riflettuto…
      Devo dire, in effetti, che il tuo discorso non fa una piega…
      Mi hai convinto…
      Torna pure quando vuoi, se ti fa piacere e grazie ancora per il tuo contributo. 🙂

      Rispondi

  2. mbj
    Mar 24, 2011 @ 17:13:09

    finchè ci sarà chi compra, ci sarà sempre chi SI vende….

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 24, 2011 @ 18:57:20

      Purtroppo hai tremendamente ragione… 😦

      Rispondi

      • mbj
        Mar 24, 2011 @ 19:16:54

        il problema è che materializzare tutto, compreso il corpo è lo sport nazionale… ma questo vale sia per le donne sia per gli uomini… è proprio il concetto di “corpo=è mio e lo USO come mi pare” che è sbagliato.. ma si sa.. il Dio denaro rende tutti rincoglioniti (scusa la parolina delicata, ma rende meglio di rimbambiti)

        Rispondi

        • Deborath
          Mar 24, 2011 @ 19:30:54

          Certo, certo, figurati, non ci formalizziamo qui… 🙂
          E’ vero che il dio denaro compra tutto (e perdonami se lo scrivo in minuscolo…) La gente sarebbe capace di vendere la propria madre, non dico l’anima perchè quella è già venduta da tempo e, spesso, anche inconsapevolmente, forse… 😦
          Che tristezza… 😦

          Rispondi

  3. Sabrina&Marco
    Mar 02, 2011 @ 11:40:20

    Arrivo in ritardo, ma arrivo!!
    Come ti dico da un po’, cioè da quando ti ho scoperta, leggerti è sempre un piacere, di qualsiasi cosa tu parli!
    Accidenti se hai centrato il punto!
    Purtroppo sai che c’ è? Per le donne l’ offerta è questa!
    E se non accetta una, la accetta un’ altra “bella”! Questa la scusa!
    Certo ogni donna dovrebbe dire no! Anche perchè se le “bruttine” rischiano di non trovare posto perchè, sono si intelligenti, simpatiche, fantastiche in ogni campo, ma pur sempre bruttine, lo sanno le gran bellezze che purtroppo si pensa che loro di dote abbiano solo la bellezza??? Forse è l’ ora che facciano sapere che oltre la bellezza, c’ è di più, molto di più!
    Un sorriso cara, Sabry

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 02, 2011 @ 12:34:48

      Ciao Sabry, sono felice che ti faccia piacere leggermi!!!
      Anche a me fa piacere trovare i tuoi commenti: ormai fai parte della famiglia ;-), quindi, quando non ci sono, le tue due righe, mi mancano… 🙂
      Però, ora sei arrivata e sono contenta!!!
      Sono d’accordo, ovviamente, con tutto ciò che hai detto: lo sottoscrivo in pieno, per cui ti ringrazio molto e ti invito a ripassare tutte le volte che vuoi…
      Ti voglio bene…
      Buona giornata, mia cara amica… 🙂

      Rispondi

  4. Ele
    Mar 01, 2011 @ 18:03:24

    Infatti, l’importante che sia sana e cresca con sani valori…
    Per quanto riguarda il basco, non è poi così complicato… basta ricordare quando fare le diminuzioni…
    anch’io ne volevo fare uno per me nero, poi non l’ho fatto…. ho avuto altro da fare!

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 01, 2011 @ 19:52:52

      Crescerà di sicuro con ottimi valori… Avrà te come mamma, lo hai dimenticato??? 😉
      Per quanto riguarda il basco: non è complicatoooo???? Certo che non lo è: per TE non lo è che sei bravissima maio sono moooolto imbranata, per cui non saprei mai farlo… 😦
      Va beh… pazienza…
      Un bacio e perdonami se non ti ho risposto subito, ma mi son dovuta assentare per un paio d’ore…
      Un bacio e torna presto, anzi, che dico????? PRESTISSIMOOOOOOOOOOOO…. 🙂

      Rispondi

  5. Ele
    Mar 01, 2011 @ 17:47:28

    SI, si la dottoressa ha detto che dovrebbe essere una bimba!

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 01, 2011 @ 17:54:01

      🙂
      Splendido, così ti fai una splendida coppietta…
      Ma, a parte gli scherzi, l’importante è che sia sana e che nasca sotto una buona stella… 🙂

      Rispondi

  6. Ele
    Mar 01, 2011 @ 17:28:25

    aspetta, aspetta :p
    te l’avevo detto tramite un’email che aspettavo ghghgh
    e, tu mi ha fatto gli auguri!
    Biondina, perdiamo i colpi??? ghghgh
    la bimba nasce a fine giugno… ma mi porta da fare anche ora 😛
    mi stanco più facilmente a svolgere i lavori in casa e stare dietro alla’altra peste… eheheh
    però, mi sto godendo questo periodo con tanta gioia e serenita’… ho una pace che mi ha donato Gesù… una pace che non ti so spiegare

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 01, 2011 @ 17:36:34

      Sì, Ele, mio Dio, perdonami!!!!
      Te l’ho detto che sto perdendo colpi!!!! Scusami, ti prego!!!!
      Ora che me lo ridici e mi parli anche della mail mi sovviene, ma, ti giuro, non me lo ricordavo più!!! 😦
      Come cavolo ho fatto a scordare una cosa del genere????
      Ti chiedo ancora scusa e ti rinnovo gli auguri…
      Quindi sai già che è una bambbina????
      Che bello!!!
      Sono felice che tu stia vivendo con serenità questo momento, credo che non ci sia attesa più bella di questa…
      Fammi sapere come va, mi raccomando e tienimi aggiornata…
      Uffiiiiii….
      Col fatto che ci siamo perse, un altro poco non sapevo nemmeno della piccolina!!!! 🙂
      Quindi, mia cara….
      Volente o nolente, non potrai più allontanarti da questo blog per così tanto tempo… Ecco!!!!! 🙂
      A presto Supermammaaaaa!!!!!!!!!!!!

      Rispondi

  7. Ele
    Mar 01, 2011 @ 16:31:22

    si,si ho abbandonato i blog…
    non metterò interventi come prima, solo i lavori…
    era da tempo che volevo trovarti… ma tra la casa , il lavoro, il bimbo e la nuova creatura mi sono sempre persa :p

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 01, 2011 @ 17:10:20

      Aspetta aspetta aspetta… Mi sono persa…
      Hai avuto un altro bimbo nel frattempo?
      Quando?
      Ma lo sapevo che eri in dolce attesa????
      Oddio, mi sa che sto perdendo colpi…..
      Mi dispiace molto però che non pubblichi più interventi tuoi, tipo quelli col caffè che erano un vero spasso!!!!
      Va beh…
      Dimmi piuttosto della nuova creatura…. 🙂

      Rispondi

  8. Ele
    Mar 01, 2011 @ 14:08:21

    il blog è quello dove metto solo i lavori…
    http://elesognatrice.blogspot.com/
    l’indirizzo email e’ quello dove ti avevo scritto l’ultimo volta…
    bacione biondina

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 01, 2011 @ 14:20:10

      Grazie per il nuovo link, ho aggiornato il contatto…
      Quindi hai abbandonato il mondo del blog, ci metti solo i lavori, non scrivi più nulla, nessun intervento???? 🙂
      Dai, però passa da qui appena puoi, no?
      Altrimenti ci perdiamo completamente e mi dispiace… 🙂
      Ti aspetto, sempre con lo stesso affetto!!!!
      Un bacio grande grande…

      Rispondi

  9. Ele
    Mar 01, 2011 @ 08:45:51

    era da un pò che volevo passare da te…
    ma, non ho avuto modo…
    x quanto riguarda quest’argomento : Dò solo la colpa alle donne…
    Semplice vuoi fare tv, se tutte fossero coalizzate a non mettersi a nudo… vedi che la tv cambierebbe…
    invece… loro 4 gallette pronte a farsi mettere nude…

    per il resto, come va?????
    baci

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 01, 2011 @ 09:43:44

      Eleeee????????????
      NOOOOOOO, non ci posso credere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Che gioia ritrovarti!!!!!
      In questo periodo ti avrò pensato ogni giorno!!!!
      Sono davvero felice di leggerti!!!!
      Mi chiedevo che fine avessi fatto!!!
      Ma non hai più il blog? Quando mi collego al tuo vecchio indirizzo, mi dice che non è più raggiungibile: se lo hai cambiato, mi invii il nuovo, per favore???
      Grazie per il commento, ovvio che io sono assolutamente d’accordo con te!!!
      Torna pure quando vuoi, io ti aspetto e non vedo l’ora di leggerti ancora!!!!
      Un bacio enorme…
      P. S. Come vanno le tue meravigliose creazioni? 🙂

      Rispondi

  10. sergiobaldin
    Feb 28, 2011 @ 10:20:57

    Credo anch’io, come letto in molti dei commenti fatti, che sia ora difficile invertire la tendenza degenerativa in atto, rispetto al tema posto.
    Questo perchè oggi è sempre più veicolabile il messaggio deleterio, che sfrutta le non certo nuove debolezze maschili, per fornire le altrettanto non disinteressate lusinghe, con scopi finalizzati al profitto.
    Io credo che oggi più che mai, avendone preso coscienza, possa essere prima di tutto la donna a ribellarsi per questo suo modo di essere trattata, prima di tutto facendolo per se stessa, ma questo non lo devo certo dire alle amiche che hanno commentato!
    Penso anche che in questo mettersi in eccessiva mostra, accanto al fine legato ad un realizzo economico, ci sia nella donna anche il timore della solitudine, forse un pò più che in passato, forse perchè statisticamente sono numericamente superiori, sebbene sia notorio che essa sia molto più autosufficiente dell’uomo.
    Credo che sia da lodare l’impegno di Deborath e di altre che nei rispettivi impegni e compiti cercano di trasmettere messaggi corretti, che vogliono svegliare da questo “sonno allucinogeno” le ragazze, anche se sembra con risultati poco confortanti.
    Però le cose giuste non bisogna mai stancarsi di perseguirle, mai scoraggiarsi, anche se i risultati saranno sempre inferiori all’impegno che per ottenerli è stato profuso.
    Brava Deborath, sei una perla preziosa!
    Ti auguro ogni bene, ad iniziare da un buon inizio di settimana! Ciao!

    Rispondi

  11. Emanuele
    Feb 27, 2011 @ 23:20:26

    Io purtroppo credo che questo stile durerà ancora qualche centinaio d’anni almeno. Per ogni donna che la penserà come te, ne esisterà una disposta a vendere il proprio corpo. Per ogni uomo che, come me, pensa che le donne non siano solo corpo, ma anche tantissimo altro, ci sarà un uomo che vede in loro solo quello. Purtroppo la storia passata non aiuta visto che la condizione della donna era ancora peggiore…
    Ciao,
    Emanuele

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 28, 2011 @ 00:03:26

      Emanuele, non sai quanto mi faccia piacere leggere che anche tu, da uomo, la pensi come me!!!
      Purtroppo quello che dici è vero, tristemente e dolorosamente vero!!!
      Sono d’accordo anche sul fatto che passeranno un centinaio d’anni prima che le cose possano cambiare e che, quindi, l’inversione di tendenza che auspichiamo è ancora molto lontana, ma questo non ci impedisce di sperare, però, che possa avvenire prima del previsto…
      Ti ringrazio di esser passato ancora una volta e ti ricordo che qui sarai sempre il benvenuto…
      A presto, spero…
      Buona serata… 🙂

      Rispondi

  12. Rita
    Feb 27, 2011 @ 15:09:00

    Mi hai preceduta di poco, perchè intendevo scrivere qualcosa sul tema che hai trattato tu, praticamente dopo aver ascoltato una riflessione di mia figlia, fuori da un centro commerciale, dove ci eravamo recate per comprare un paio di scarpe. Guardando i cartelloni pubblicitari lei mi fa: come mai per pubblicizzare un paio di scarpe da uomo sono fotografati i piedi di un uomo, mentre per pubblicizzare quelle da donne è fotografata una donna seminuda, stesa sul letto? Ormai la donna è vista solo come oggetto di desiderio e lei si bea quando tutti la ammirano, invece per me è solo umiliata, degradata e discriminata, incapace di tirare fuori il meglio di sè, la sua personalità, il suo cervello. Fai bene a parlare alle ragazze che segui in Parrocchia, ma purtroppo è troppo poco il tempo che passiamo con loro… mai darsi per vinte però! Ciao. A presto!

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 27, 2011 @ 22:03:21

      Carissima Rita, devo dire che, però, l’osservazione di tua figlia è pertinente e questo ti permette di ben sperare, perchè il fatto che se ne sia resa conto non è di poco conto… Solitamente i cartelloni lanciano messaggi subliminali, per cui non facilmente percepibili: lei, invece, ha fatto il raffronto tra le due pubblicità ed è arrivata alla nostra stessa conclusione, per cui è avanti di mille anni rispetto alle altre ragazzine; usa il cervello, per cui vedrai che non si lascerà umiliare e, col tempo, verrà fuori come tu speri…
      Per quanto riguarda il tempo del catechismo, purtroppo è vero che è sempre troppo poco, infatti le ragazze di cui parlavo nel post, due anni fa mi hanno chiesto del tempo aggiuntivo oltre alla classica ora del catechismo e così ci eravamo ritagliati altro tempo e ci vedevamo anche di giovedì, (pensa dalle 3 alle 7!!!!). Non volevano mai andar via…
      Quella è la mia esperienza di catechismo più riuscita, quella che mi ha dato maggiori soddisfazioni: quella che porto e porterò sempre nel mio cuore finchè vivrò!!!!

      Rispondi

  13. Lucetta
    Feb 26, 2011 @ 15:42:42

    Carissima
    ogni commento letto viene condiviso da me. Egoisticamente parlando, ahimè, sono contenta di non assistere più, essendo in pensione, allo sfacelo dei comportamenti di famiglie e ragazzi.
    Comunque voi che potete, continuate ad educare piccoli ed adolescenti con il vostro comportamento corretto, a far capire loro quali sono i valori veri. Fatelo anche per quelle famiglie che ancora ci credono. Non penso che siano una minoranza, anzi….ma da sempre fa più rumore “un albero che cade che una foresta che cresce”. Il male si pubblicizza, il bene no.

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 26, 2011 @ 16:18:36

      Ciao mia cara, carissima, Lucetta… Da quanto tempo non ti leggevo… mi sembra passata una vita dall’ultima volta… Non so come mai!!!!
      Come stai? Bene, vero? E’ tutto ok?
      Tornando al tuo commento: sai che sono una catechista e, nel mio piccolo, cerco sempre di svolgere questa missione nel migliore dei modi, impegnando tutta me stessa a questo fine…
      Spero tanto che il Signore mi aiuti a far passare i valori migliori e ad essere una buona testimone per i miei ragazzi, spero di riuscire ad essere un esempio coerente per loro ed un buon punto di riferimento…
      Grazie di esser passata…
      Ti lascio un sorriso ed un caldo abbraccio in questa giornata gelida…
      🙂

      Rispondi

  14. ili6
    Feb 26, 2011 @ 11:25:21

    ciao Deborath, ho letto un pò qui e un pò là e complimenti per il tuo blog, post variegati e mai banali 🙂
    Leggendo questo post e i vari commenti naturalmente concordo con quanto da te scritto perchè credo che stiamo toccando il fondo e in me inizia a montare tanta di quella rabbia che certe ragazzine le pesterei! Perchè una parte di responsabilità è proprio della donna, il resto lo fanno la stampa, il web e la tv spazzatura, nonchè la società intera con quel lassismo educativo che può provocare tutto questo.
    Io insegno alle elementari e, ti sorprenderà ma anche in quella fascia di età già iniziano segnali allarmanti grazie alla tv e alla “distrazione-permesso” dei genitori; ne ho parlato anche nel mio blog in varie occasioni. Pensa che, dopo seri colloqui, ho restituito alle famiglie i quadernoni delle bambine con foderine del “Mondo di Patty”, una telenovela spazzatura per i principi morali che propone, amatissima dalle bambine dai 7 anni in su. Dirai che sono stata esagerata, ma le mie alunne avevano già spaccato la classe in due, tra divine e popolari, con conseguente discriminazione nei giochi e nelle attività di altre compagnette definite “popolari” perchè usavano indossare capi più semplici senza tanti lustrini, mini e pants fucsia. Ecco….questo è l’inizio, il resto lo vediamo attorno a noi…
    Parlarne, secondo me non è inutile, anzi bisognerebbe urlare lo sdegno e l’indignazione che la stragrande maggioranza delle ragazze e delle donne prova verso tanta mercificazione, e occorre anche fare scelte forti e determinate, prendendo le distanze da tutto ciò ( e in tutti i campi) che offende la dignità di un essere umano, donna o uomo che sia.
    Ciao, 🙂
    Maria Rosaria

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 26, 2011 @ 13:28:44

      Ciao Maria Rosaria!!!!
      Che piacere averti qui, benvenuta di cuore!!!!!
      Grazie infinite per i complimenti che mi hai fatto sul blog, sono felice che ti sia piaciuto….
      Per quanto riguarda il commento a questo post, inutile dirti che sottoscrivo tutto in pieno…
      So cosa intendi quando dici che i problemi iniziano già dalle scuole elementari: io non insegno, purtroppo, ma ho sempre a che fare con i bambini perchè faccio catechismo e quindi vedo, purtroppo, tutti questi meccanismi che tu hai descritto…
      E’ terribile vedere queste bambine che si sentono già donne vissute, bruciando così il periodo più bello della loro vita, saltando la tappa dell’infanzia vera e propria con tutte le cose meravigliose che questa età porta in sè: ingenuità, purezza, spensieratezza, leggerezza, gioco, semplicità….
      Oggi le ragazzine sono le fotocopie delle mamme, con le unghie smaltate, gli occhietti truccati, il rossetto, i capelli stiratissimi e con le ciocche colorate, le borse all’ultima moda, i cellulari e via dicendo… L’altro gruppo, invece, formato ancora dalle bambine (quelle vere), sembra un gruppo alieno: come se fosse normale l’assurdo…
      A me tutto questo mette una grande tristezza… Purtroppo io non sono neanche mamma, ma mi chiedo come facciano le mamme a non rendersi conto che tutto ciò non è assolutamente normale…
      Mah… dove si andrà a finire di questo passo???
      Pensa che una volta mia mamma (insegnante di matematica e scienze alle medie), dopo aver detto ad una ragazzina che non doveva andare a scuola truccata, si è dovuta sentir rispondere: “A Prof, che volete? Se non mi dice niente mia madre, che ve ne frega a voi?”…
      Pensa tu!!!! Che cos’altro c’è da aggiungere???? Ho detto tutto con questa frase…
      Grazie ancora per il tuo importante contributo e spero che tornerai presto a fare un giro da queste parti, mi farebbe davvero piacere…
      Un abbraccio e buona giornata…

      Rispondi

  15. marymaya
    Feb 26, 2011 @ 00:52:15

    brava Deborath concordo in pieno……
    è uno schifo…..come può il sesso essere al di sopra di tutto?
    ma stiamo scherzando? siamo tornati all’epoca del baratto…….ma qui non si scambia grano con uova, lenticchie con ceci,latte con olio……no!!
    il sesso! è ovunque! non c’è film,fiction,soap,pubblicità,spot ,cartellone ,programma televisivo in cui non appaiono nudità…..per non parlare dei doppi sensi!
    tempo fa girava uno spot, disgustoso a mio parere.
    il protagonista era “udite udite!” Rocco Siffredi….che sponsorizzava una patata….e che dire…lui di patate è un gran intenditore.
    link (http://www.youtube.com/watch?v=oUn4-6huLOM)
    ma che orrore ,ma che gente c’è in giro. ma quando il pubblicitario ha ideato questa magnifica pubblicità a nessuno/a è venuto in mente di dargli un pugno sul naso o un calcio nelle parti basse….e trasformargli l’ortaggio in tubero(permettetemi)?
    e che dire di quella magnifica colla sigillante……per far vedere la sua efficacia occorre ovviamente far vedere le natiche di una cameriera…..descrivo la scena:
    padrona di casa e cameriera verniciano la ringhiera….ovviamente la cameriera è svestitissima,sulla scala,con tacco 12 cm,autoreggenti e gonna inesistente…..
    lui chiede: cara,cosa fai?
    la padrona di casa: sto verniciando e Giovanna mi aiuta!
    lui: brava Giovanna (con l’occhio furbo e la bava alla bocca),brava!
    link(http://www.youtube.com/watch?v=nug7o4aH7Wk)
    e già che ci sono aggiungo il link di un video della Littizzetto, una che veramente ne capisce! ops,….è bruttina!
    (http://www.youtube.com/watch?v=oUn4-6huLOM)

    Rispondi

    • marymaya
      Feb 26, 2011 @ 04:19:52

      e dimenticavo…la perla delle perla…..oserei dire la “perla di labuan”…..Ruby rubacuori che sponsorizza un “librone” ,”il labirinto femminile” di Alfonso Luigi Marra (già sponsorizzato dall’Arcuri e da Lele Mora,tutti illustri personaggi di cultura). che poi sto cretino di Marra è pure calabrese,che vergogna!
      cmq…..ora siamo arrivati alla frutta,ma che dico alla frutta…….al caffè…abbiamo bisogno della magnesia san pellegrino….,ma nemmeno l’acido muriatico riuscirrebbe a far digerire il voltastomaco che ti viene ad accendere la tv. perchè si,permettetemi di dirlo ,credo che questo sia il peggiore periodo “trash-storico” mai esistito .
      ora non voglio monopolizzare il blog di Deborath,ne stancarvi con le mie “volgarità”,perchè credetemi…divento furiosa a sentire,vedere determinate cose,..infatti avevo evitato di seguire il programma.
      mi scuso se sono stata scurrile nel mio linguaggio..ma sono del parere che “quando c’è vò ,c’è vò”….non ci sono sinonimi che rendono l’idea come una sana parolaccia.
      cosa dire ? ormai siamo arrivati ad un punto di non ritorno…..dove ci si scanna in un reality per chi ha mangiato l’ultimo supplì.dove non si può pubblicizzare un qualsiasi oggetto e /o alimento senza metterci del nudo o del doppiosenso. dove le prostitute si chiamano escort, e quelle sono le vere prostitute,non le povere donne costrette a vendere il proprio corpo per mantenere i propri figli,malmenate e sfruttate.dove cartelloni pubblicitari di intimo femminile posti nelle città creano incidenti stradali. dove è naturale e legale che un presidente del consiglio renda l’idea che un uomo di 74 anni che ha rapporti con una ragazzina sia aitante,invidiato e non disgustoso,perverso,marcio.
      ci stiamo abituando a tutto ciò. ogni giorno spunta un qualcosa che scioccandoci,ci fa dimenticare quello che è successo il giorno prima….fin quando arriverà il tempo in cui nulla ci sbalordirà…un tempo in cui diremo…..ne abbiamo sentite e viste di peggio e tutto sembrerà naturale.
      la mia paura più grande ? in che mondo nasceranno e vivranno i nostri figli?
      concludo citando nuovamente la Littizzetto: “con l’entrata dell’euro,l’unico cambio stabile è euro-mignotta,mignotta-euro!”

      Rispondi

      • Deborath
        Feb 26, 2011 @ 08:16:49

        Ammazza, Mary, il tema ti ha stuzzicato non poco, hai creato un commento perfetto!!!! Che cosa posso aggiungere di più!!! Posso solo farti i complimenti e dirti che ti appoggio in pieno!!!! Il mondo in cui viviamo, fa schifo e noi dovremmo metterci del nostro per renderlo migliore, se ci riusciamo!!!!
        Grazie infinite per le tue parole incisive ed azzeccate!!!!
        Un bacio…

        Rispondi

  16. marzia
    Feb 26, 2011 @ 00:32:20

    Debora, ieri son riuscita solo a vederne un trancio sai?
    Non mi vanno a genio queste trasmissioni e preferisco usare il mio empo in modo più saggio.
    Non significa che io non mi ponga il problema, intendiamoci!
    Da quando la mia generazione si batteva credo che siano cambiate le cose, ma non nel senso che le femministe volevano.
    C’è una volgarizzazione del corpo che era latente ma in pochi spot ( per non dire anni) è peggiorata visibilmente ed in modo esponenziale.
    Mi chiedo se questa lettura non dipenda anche da una crescita di consapevolezza, però.
    Una crescita alla quale il web non è estraneo, grazie ai confronti che rende possibili.
    Il cambiamento deve venire dalle donne. Non facciamoci illusioni.
    Ancora oggi siamo le sole ad educare. Ergo, siamo responsabili.
    Quando impareremo ( e io confido nelle nuove generazioni) ad una più equa distribuzione dei compiti pedagogici ne riparliamo, che ne dici?
    Ho un marito fantastico che ha partecipato a tutte le fasi, ma è una eccezione, secondo me.
    Un mio docente all’Università ( di spagnolo per la cronaca) amava dire che il maschilismo è frutto del matriarcato.
    Per me, questa asserzione è pari ad un dogma di fede: appartiene al novero dei pochissimi dati certi della mia vita.
    Un abbraccio

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 26, 2011 @ 08:10:38

      Sì, sì, sì!!!! Sono d’accordo, Marzia: l’educazione è principalmente in mano alla donne, per cui se siamo a questo punto, vuol dire che le donne non sono state in grado di trasmettere determinati valori ai proprio figli, però, sai cosa ti dico, anche???? Che i bambini seguono le mamme fino ad un certo punto del loro cammino, poi, però, succede qualcosa che non mi so spiegare… E ti parlo per esperienza avuta con gli adolescenti, nel mio stesso gruppo di catechismo: ti ritrovavi alcuni ragazzi che, improvvisamente, se ne uscivano dicendo che tutte le cose di cui parlavamo erano roba da donne, che lui preferiva starsene seduto al bar con suo padre e seguire i suoi insegnamenti anzichè quelli della madre o delle educatrici…. A quel punto che fai????
      Boh, non so: il problema credo che sia molto complesso e sia alla base di tutto. Ci vorrebbe una comunione di valori da portare avanti, però se in una famiglia, la madre dice A ed il padre dice B, i ragazzi faranno una volta A e una volta B a seconda di quello che sta loro più comodo in quel momento… Non so se sono riuscita a spiegarmi…
      Un abbraccio e grazie anche per il tuo prezioso contributo… 🙂

      Rispondi

  17. Destiny
    Feb 25, 2011 @ 23:16:33

    per commentare a pieno l’umiliazione alla quale viene sottoposta la donna oggi non basterebbero cento pagine, purtroppo oggi il mondo intero gira dentro e attorno alla tv anzi IL tv dove donne con capacita che vanno dal ridicolo all’eccelso, si mercificano per cosa poi? non so! E pensare che noi donne siamo il sesso forte! Basta persare che propio le donne leggono molto di più ,trovano il modo di lavorare, seguire la casa, accudire non solo i figli ma anche i mariti, fanno sport e trovano il tempo per prendersi cura di se stesse andando dall’estetista e dalla parrucchiera e se vogliono riescono far trottare fior di i maschi! Come vedi in definitiva più che un commento la mia una domanda che sorge spontanea, perchè? la mia opinione personale e che molte donne sono soggiogate da un retaggio storico che sarebbe ora di cancellare . Bellissimo post cara Deb, ben scritto e con la giusta dose di rabbia…..un abbraccio forte. Destiny

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 26, 2011 @ 08:02:54

      Destinyyyyyyyy!!!!!!!!!!!!!!!!! Che meraviglia!!!!! Sei tornata!!!!! Con i tuoi commenti mirati ed incisivi!!!! Sono felice, oltre ad essere perfettamente d’accordo con tutto ciò che hai scritto…
      Non so dare neanche io, purtroppo, una risposta al tuo perchè, ma una cosa è certa: tutto questo non mi sta bene!!!! Vorrei tanto che le nuove generazioni potessero prendere coscienza di tutto questo per poter sperare, almeno da loro, un’inversione di rotta!!!
      Io mi impegno con i miei ragazzi del catechismo, cercando di forgiare in loro anche questo spirito critico, basato proprio sul rispetto umano, ma poi…
      Sai come si dice? Noi seminiamo, ci penserà Qualcun altro a far crescere…
      Ti abbraccio e ben tornata!!!! Mi mancavi, sai???? 🙂

      Rispondi

  18. skayrose59
    Feb 25, 2011 @ 21:49:05

    Cosa posso dirti? E’ l’emancipazione delle donne, hanno conquistato la libertà e la consapevolezza di quello che vogliono e a quale prezzo. Nessuno le obbliga quindi, ogni scelta è personale anche se riferita ad un’ “offerta” molto alta perchè la “domanda” è ancora più alta.
    La domanda va girata al contesto familiare di ogni singola donna, all’educazione che riceve , anche sulla sessualità, alle libertà e gli esempi che le vengono concesse dai genitori quindi è il contesto familiare in primis che spinge ogni singola donna a quelle SCELTE definitive che formano la sua personalità. Non dimentichiamoci che siamo ad un ricambio generazionale sostanziale, le ragazze d’oggi sono figlie di donne (come me) che hanno vissuto il ’78 quindi i movimenti femministi che inneggiavano (a torto o a ragione) a: l ‘utero e il corpo è mio e lo gestisco io, alle libertà sessuali ecc.

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 26, 2011 @ 07:58:06

      Mia cara Silvia, hai ragione: questo è il ragionamento che mi faceva anche mio fratello, aggiungendo, però, che prima o poi si dovrà pur arrivare ad una rottura e allora si ritornerà indietro…
      Io non ne sono così sicura… Per carità, il movimento femminista come tutti imovimenti, del resto, ha avuto i suoi pro ed i suoi contro, ma di certo questa perdita totale di valori non può essere imputato solo ed unicamente a quello, secondo me…
      Bisognerebbe riscoprire delle meraviglie ormai da troppo tempo dimenticate, riscoprire il valore ed il calore della famiglia, dell’amore vero, dell’importanza di quello che si ha dentro, dei sentimenti puri e senza maschere…
      Una donna di 60 anni che ne dimostra 30, mi sai dire che cos’è se non una maschera di se stessa????
      Bisogna riimparare ad accettare sè stessi per quello che si è realmente, con le proprie rughe, le proprie imperfezioni, perchè, tante volte, sono proprio quelle a renderci uniche e speciali…
      Un abbraccio, mia cara amica, spero che tu stia un pò meglio…
      A presto… 🙂

      Rispondi

      • skayrose59
        Feb 26, 2011 @ 09:51:59

        Cara Deborath, c’è una cosa più importante di tutto che abbiamo dimenticato di riportare: IL NUDO FEMMINILE E’ ARTE, questa è la definizione data da tutte le donne che si lasciano fotografare in pose osè, giudicando tutti quelli che le contestano BIGOTTI E MORALISTI, sono definizioni che ho ascoltato dalla viva vioce di donne che per più di un milione di euro hanno posato nude per famosi calendari e tutto il resto fino ai manifesti dell’intimo sui tram.
        Ribadisco che la scelta è personale le donne oggi hanno conquistato la vetta delle loro libertà personali e sessuali e la maggior parte di esse lo fanno solo per SOLDI a tutti i livelli, scandalizzarsi per foto di donne nude pagate per far pubblicità a prodotti su giornali, trasmisioni televisive (di qualsiasi orientamento politico!) e manifesti secondo me è inutile anzi secondo le nuove femministe: LEDE LA LIBERTA’ DELLE DONNE .
        Finchè c’è una donna che si spoglia c’è sempre un fotografo che paga.
        Un cordiale saluto

        Rispondi

        • Deborath
          Feb 26, 2011 @ 13:10:31

          Sai, Silvia, anche io penso che il nudo femminile è arte, nella Venere del Botticelli, ad esempio, nella Maya Desnuda, nell’arte Arte, però, con la A maiuscola, ma non accetto che si chiami “arte” il corpo di una donna nuda o volgarmente erotica per soldi!!! Questo non lo accetto, mi spiace: forse andrò contro la libertà femminile, ma per me la libertà è altra cosa… Non è libertà il fatto di essere schiavi del denaro, mi dispiace… Se per soldi si è disposti a fare di tutto, allora non si è liberi, si è sotto un potere, il potere dei soldi!!!!
          Un abbraccio e grazie ancora infinite per il tuo contributo… 🙂

          Rispondi

  19. Silvia Novabellatrix
    Feb 25, 2011 @ 20:51:07

    Cara Deborath, il discorso sarebbe lungo e complesso…diciamo che c’è chi vende e chi compra 😉
    Chi vende, è disposto a mettersi in mostra e per questo cedere a tutte le lusinghe della pubblicità, dell’immagine, dei media e pure dei chirurghi estetici 😉
    Chi compra, evidentemente va in solluchero per un’immagine erotizzata ( se uomo) o vorrebbe essere al posto della modella ( se donna).
    Il resto è conseguenza….

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 26, 2011 @ 07:46:40

      Sì, Silvia, tu hai perfettamente ragione… Ma tu, donna bella, spigliata, intelligente, creativa per non dire geniale, una donna con dei valori tuoi, davvero vorresti essere al posto di quella modella??? Io non ci credo, non ci cederei neanche se ti vedessi!!!!! Tu non ti venderesti per essere così! Ne sono più che certa!!!!
      Ti voglio bene e ti lascio un bacio enorme… Grazie di essere passata… 🙂

      Rispondi

      • silvianovabellatrix
        Mar 02, 2011 @ 12:58:59

        Ma certo che no, Deborath. Perchè, a parte la frontiera della ” morale” ( labile, in quanto la modella è pagata per spogliarsi e posare, quello è il suo mestiere…) per me c’è quella del rispetto e del buon gusto.
        Avessi fatto la modella, avrei rifiutato un scatto dove devo leccare una borsa o farmi fare l’esame delle tonsille guardandomi da sotto 😉
        I pubblicitari sono sempre meno geniali ( e ti ringrazio dell’aggettivo che hai immeritatamnte riferito a me :)) e sempre più rozzi . Sono scivolati verso il basso per accalappiare i gusti di un fruitore medio che poi è lo stesso che segue i vari reality o invidia un vecchio bavoso settantacinquenne con la tinta ed il tatuaggio cosmetico sul cucuzzolo perchè può permettersi un harem ( dietro esborso non modico di grana, beninteso).

        E ti faccio anch’io la domanda : tu avresti accettato 2000 euro solo per pesenziare al bunga bunga ??? Oppure tuo padre avrebbe detto ” magari!!!” se gli avessero riferito che tu eri diventata la sua fidanzata???
        La risposta ovviamente la so, ma come ben sai per tanta gente non sarebbe stata la stessa tua e mia.
        Ovviamente, proporre modelli ed immagine scendendo sempre più verso il basso è deleterio e non fa che aumentare il devastante vuoto e declino che c’è nella testa della gente….di questo bisogna esserne consci , dichiararlo a viv voce e contrastare chi ci definisce solo dei nostalgici moralisti 🙂
        Un saluto dolcissima

        Rispondi

        • Deborath
          Mar 02, 2011 @ 13:39:01

          Ti rispondo come tu hai risposto a me: “Ma certo che no, Silvia!”
          Scherzi???? I miei valori, la mia educazione, il mio studio, ma soprattutto la mia dignità non me lo avrebbero permesso!!!!!
          Dignità, termine splendido, ma sempre più, oggi, messo sotto i piedi…
          E poi, chi vogliono prendere per i fondelli????
          Ma chi ci crede che qualcuno ti possa regalare 7000 euro solo per invitarti ad una semplice ed innocente cena!!!!
          Io quando voglio andare a cena da qualche parte devo tirarli fuori i soldi, non incassarli!!!!
          E come me, penso tantissime altre persone!!!
          Ma che scherziamo????
          Mio padre è morto già da 12 anni, purtroppo, ma credo che a guardare da lassù lo sfacelo verso cui questa umanità sta correndo, si stia rigirando più di una volta nella tomba…
          Un abbraccio, cara Silvia, e per fortuna che esistono donne come te!!!
          Ti abbraccio e riprenditi in fretta!!!!

          Rispondi

  20. David Ryan
    Feb 25, 2011 @ 19:32:14

    Pero’ …. la donna vassoio e’ una gran bella hosa !!!! Ci mangerei proprio di gusto !!! 🙂
    Credo che tutto sto baccano sia inutile , privo di ogni senso . Non c’e’ nulla di male se in una pubblicita’ compaia una bella donzella ….
    La trasmissione che hanno fatto ieri e’ nata dopo le polemiche che una testata giornalistica ha rivolto verso striscia , in merito alle veline e anche sulla trasmissione drive-in .
    E ora quelli di striscia si sono messi in testa di polemizzare sulle pubblicita’ ove compare un corpo femminile . Quante cretinate …….

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 25, 2011 @ 20:39:43

      Guarda guarda guarda chi si rivedeeeee!!!!!!!!!!!! Il mio caro amico Gas!!!!!
      Che bello!!!!! Benvenuto anche qui in WP!!!!!!
      Capisco quello che vuoi dire quando dici che sono polemiche inutili, e mi può anche star bene, però, se ci pensi è molto brutto l’uso che si fa dei corpi oggi!!!!
      Concordi con me o no che oggi l’immagine ha un’importanza molto ma molto maggiore rispetto all’intelligenza, ai valori fondamentali della vita, alla preparazione, alla cultura e a tutto ciò che non è immagine ma che è parte integrante dell’essere donna?
      Un abbraccio, Gas, e spero di rivederti presto… 🙂

      Rispondi

  21. Yomo ...
    Feb 25, 2011 @ 19:11:29

    da qualche anno a questa parte, purtroppo anche il corpo maschile inizia a essere molto usato …sembrava quasi una richiesta delle donne 🙂 vogliamo anche noi la nostra parte e vedere bei 30enni con il fisico mozzafiato. E io che mi dico: daglie!! ,a come invece di smetterla di farci usare, aumentiamo con i corpi machili …una vera delusione. Penso che provenga tutto dal gossip, cioè in base agli ascolti dei programmi televisivi più stupidi e inutili …che traggono le conclusioni che siamo un popolo di pervertiti e mercificatori.

    non ti nascondo una cosa però Deby …di questi tempi, se fossi stata una bella ragazza o un bell’uomo …avrei fatto di tutto per guadagnare tanto con la mia bellezza estetica, grazie al fatto che la gente è troppo stupida e compra tutto ciò dove ci sono bellezze umane …e nel frattempo io dentro di me mi direi: guanrda che mondo malato! ma chi se ne frega! grazie agli idioti perversi io intanto faccio una valanga di soldi.

    dall’altra parte c’è la delusione, il mio corpo in cambio di soldi …e allora pur essendo super bellissimo, ma se ho questa mentalità di adesso, avrei fatto poca strada …perchè infelice di essere preso in considerazione solo per l’estetica.

    ma anche un maniaco come me 😛 quando voleva comprare un calendario con queste belle ragazze quasi nude, quando ha visto 20 euro di prezzo …ho detto: puoi anche rimanere in vetrina per quanto mi riguarda …ehehe. Vedrai che la crisi distruggerà anche questo settore completamente inutile fatto di bellezze e corpi scolpiti.

    Deby mi sono cancellato da wordpress e trasferito su blogger …solo che sono in modalità privato e quindi bisogna avere un account google.

    miciosa serata ..miuuu :-)))

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 25, 2011 @ 20:34:38

      E’ vero Yomino, ultimamente si vedono anche più nudi maschili, ma non eguaglierà mai il numero dei corpi femminili spogliati, sfruttati e posizionati sempre in atteggiamenti estremi ed allusori…
      Neanche io ho un bel corpo, ma ti assicuro che pur avendolo avuto, non avrei mai scambiato la mia dignità per un pugno di soldi, credimi, non lo avrei fatto…
      Vogliamo poi parlare delle modelle anoressiche che muoiono all’insaputa dei più solo per star dietro agli stilisti che vogliono manichini ambulanti? Ma dico io: sei uno stilista, vuoi creare roba per gente di una taglia normale??????
      E che cavolo!!!!
      Io spero che al più presto la società si stanchi di questi stereotipi stupidi e che si possa riacquistare un pò di dignità per la donna…

      P. S. perchè sei andato via da WP? Mi dispiace molto… Questo vuol dire che sparirai anche tu e che ti vedremo sempre di meno da queste parti? Verrai comunque a trovarmi o no????
      Un abbraccio e a presto… spero….

      Rispondi

      • Yomo ...
        Feb 26, 2011 @ 12:45:58

        tranquilla Deby non sparisco, anzi sono successi dei casini e mi sento preso in giro per quanto riguarda la cancellazione su wordpress …e infatti ne ho registrato subito uno nuovo che è questo che sto usando in questo commento …i vostri commenti cmq non sono stati persi e nemmeno i post. Per ora sono in privato perchè lo sto sistemando, appena finito lo rendo pubblico. Sono stato un pò lontano solo perchè ho avuto il pc rotto per quasi 10 giorni!! il pc è vecchio e il pezzo l’ho dovuto ordinare …tra cui dopo 10 giorni l’ho dovuto prendere anche usato perchè nuovo non si trova più …la scheda video!. Micioso sabato e a presto …credo che per lunedì avrò sistemato il nuovo blog …miuuuuuuuuuu 🙂

        http://yomomiuao.wordpress.com/ quello nuovo

        http://yomomiu.wordpress.com/ questo non esiste più

        Rispondi

        • Deborath
          Feb 26, 2011 @ 13:16:33

          Capisco, Peppe: sono contenta che tu abbia deciso di rimanere ancora su WP, così non ci perdiamo gli aggiornamenti e tutto il resto… Ora, allora, modifico il link, inserendo questo nuovo… 🙂
          Avevo letto la storia della scheda video, meno male che poi hai risolto… Allora io ti aspetto, eh???
          Un abbraccio e buon lavoro per il nuovo blog… 🙂

          Rispondi

  22. Emilio A.
    Feb 25, 2011 @ 16:11:48

    Personalmente credo che questo continuo utilizzo del corpo della donna nelle pubblicità è anche frutto del business… è un modo per attirare l’attenzione così la gente – specie gli uomini – ricordano meglio il prodotto in vendita.
    Penso però che uno si ricordi più della modella che del prodotto pubblicizzato 😀
    Poi perchè certe donne accettano di apparire seminude per pubblicizzare qualcosa?? Credo che più che altro sia una cosa legata al guadagno, e che guadagno… molte donne sicuramente non accetterebbero, ma ci sono sempre le eccezioni che vediamo in bella mostra sui cartelloni presenti nelle nostre strade.
    Buona giornata Debby, un abbraccio grande
    Emilio 😉

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 25, 2011 @ 16:25:32

      Sì hai ragione, Emilio, si fa tutto sempre e solo per soldi, per apparire…
      Ma a cosa serve se poi ci si vende anche l’anima e non si è più padroni di sè stessi e neppure del proprio corpo? Di quel corpo che tanto amiamo, tanto curiamo, tanto osanniamo????
      Quel corpo, una volta venduto non è più tuo: è di chi lo ha comprato e può farne ciò che vuole; può fare di te tutto ciò che vuole, perchè tu non sei staccata dal tuo corpo!!!!
      Mah…. Che tristezza!!! 😦
      Grazie mille di esser passato e di aver lasciato il tuo commento…
      Un abbraccio e a presto…

      Rispondi

  23. Maxximo
    Feb 25, 2011 @ 15:55:17

    Hai detto bene,viviamo in un mondo di immagini di ipocrisia pura ove la donna viene trattata come merce di scambio,io ti faccio “apparire”se tu…e quì scatta l’uomo avvoltoio ho reso l’idea?Tutte le lotte che avete fatto di generazione in generazione che fine hanno fatto sai dirmelo tu?Cara Deborath il mondo và all’indietro io da uomo mi sento questo schifo addosso lo ammetto,Donna vuol dire Poesia abbiamo il dovere di insegnarlo alle nuove generazioni e di farlo capire alla sgambettata di turno che il vero valore di ogni donna non è la minigonna.
    Massimo

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 25, 2011 @ 16:21:39

      Hai ragione, Massi, sarebbe questo il nostro dovere, ma quanto è difficile competere con i messaggi che ci bombardano giorno per giorno e che arrivano da tutti i media!!!
      Le immagini colpiscono molto di più delle parole, purtroppo, e spesso si tende a sottovalutare il problema della donna oggetto, facendola passare solo per bella donna, donna da invidiare, da imitare a tutti i costi…
      E così si finisce per cercare di essere sempre belle, sempre alla moda, sempre super truccate e super perfette, senza un solo capello fuori posto e, se dovesse esserci, ecco che andiamo in crisi, perchè non rientriamo nei canoni che la società ci impone…
      Boh, che altro dire, mio caro amico?
      Mi rimane solo da ringraziarti per essere passato ancora una volta…

      Rispondi

  24. Angela
    Feb 25, 2011 @ 10:43:59

    Carissima amica è anche un pò colpa nostra e della convinzione che prima che pensare dovessimo metterci in esposizione per raggiungere degli obbiettivi là dove l’uomo era il padrone assoluto delle situazioni lavorative. Non voglio generalizzare, io per prima ho sempre usato la mia personalità più che la mia persona per farmi apprezzare ma purtroppo adesso ci tocca rimboccarci le maniche e iniziare un percorso rieducativo ad altre donne che pensano che essere un “vassoio” sia dignitoso. Un grazie per i tuoi saluti e il tuo passaggio, ti conoscevo già “di vista” eh eh eh 😉 credimi mi ha fatto tantissimissimo piacere.

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 25, 2011 @ 14:02:17

      Mia cara Angela, benvenuta di cuore!!!!
      Anche io ti conosceva già di vista, ora almeno, ci potremo conoscere un pò meglio, se ti andrà… 🙂
      Riguardo a quello che hai scritto nel tuo commento, sono d’accordo anche io: si pensa sempre troppo più frequentemente che, per “arrivare”, bisogna vendersi e addirittura svendersi… Si trascura sempre di più che noi donne abbiamo una dignità e che sta a noi, in primis, rispettarla e farla rispettare…
      Oggi il culto del corpo si impone prepotente su tutto, facendo passare tutto il resto in secondo piano, altrimenti non si spiega il perchè le donne accettino di essere trattate come oggetti. Per mettere in mostra la merce, ben esposta, ci sono i manichini, non c’è bisogno di una donna nuda, a mio avviso!!!!
      Gli uomini non possono essere colpiti solo dall’aspetto fisico di una donna: quello prima o poi svanirà, mentre ciò che una donna ha dentro, i suoi pensieri, i suoi valori, i suoi ideali, la sua simpatia rimarranno per sempre. Queste qualità non sono destinate a svanire, come la bellezza esteriore che, purtroppo, con il tempo è destinata a cambiare…
      Non so come spiegare tutto ciò che penso: so solo che questa cosa mi fa molta rabbia e che, forse, ho parlato troppo…
      Un abbraccio e torna presto, se ti va…

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: