Auguri scomodi

Cari amici, condivido con voi questo meraviglioso scritto di don Tonino Bello in occasione delle imminenti feste natalizie; mi auguro che lo apprezziate così come ho fatto io…


“Carissimi, non obbedirei al mio dovere di vescovo se vi dicessi “Buon Natale” senza darvi disturbo.
Io, invece, vi voglio infastidire. Non sopporto infatti l’idea di dover rivolgere auguri innocui, formali, imposti dalla routine di calendario.
Mi lusinga addirittura l’ipotesi che qualcuno li respinga al mittente come indesiderati.
Tanti auguri scomodi, allora, miei cari fratelli!
Gesù che nasce per amore vi dia la nausea di una vita egoista, assurda, senza spinte verticali e vi conceda di inventarvi una vita carica di donazione, di preghiera, di silenzio, di coraggio.
Il Bambino che dorme sulla paglia vi tolga il sonno e faccia sentire il guanciale del vostro letto duro come un macigno, finché non avrete dato ospitalità a uno sfrattato, a un marocchino, a un povero di passaggio.
Dio che diventa uomo vi faccia sentire dei vermi ogni volta che la vostra carriera diventa idolo della vostra vita; il sorpasso, il progetto dei vostri giorni; la schiena del prossimo, strumento delle vostre scalate.
Maria, che trova solo nello sterco degli animali la culla dove deporre con tenerezza il frutto del suo grembo, vi costringa con i suoi occhi feriti a sospendere lo struggimento di tutte le nenie natalizie, finché la vostra coscienza ipocrita accetterà che il bidone della spazzatura, l’inceneritore di una clinica diventino tomba senza croce di una vita soppressa.
Giuseppe, che nell’affronto di mille porte chiuse è il simbolo di tutte le delusioni paterne, disturbi le sbornie dei vostri cenoni, rimproveri i tepori delle vostre tombolate, provochi corti circuiti allo spreco delle vostre luminarie, fino a quando non vi lascerete mettere in crisi dalla sofferenza di tanti genitori che versano lacrime segrete per i loro figli senza fortuna, senza salute, senza lavoro.
Gli angeli che annunciano la pace portino ancora guerra alla vostra sonnolenta tranquillità incapace di vedere che poco più lontano di una spanna, con l’aggravante del vostro complice silenzio, si consumano ingiustizie, si sfratta la gente, si fabbricano armi, si militarizza la terra degli umili, si condannano popoli allo sterminio della fame.
I Poveri che accorrono alla grotta, mentre i potenti tramano nell’oscurità e la città dorme nell’indifferenza, vi facciano capire che, se anche voi volete vedere “una gran luce” dovete partire dagli ultimi.
Che le elemosine di chi gioca sulla pelle della gente sono tranquillanti inutili.
Che le pellicce comprate con le tredicesime di stipendi multipli fanno bella figura, ma non scaldano.
Che i ritardi dell’edilizia popolare sono atti di sacrilegio, se provocati da speculazioni corporative.
I pastori che vegliano nella notte, “facendo la guardia al gregge ”, e scrutano l’aurora, vi diano il senso della storia, l’ebbrezza delle attese, il gaudio dell’abbandono in Dio.
E vi ispirino il desiderio profondo di vivere poveri che è poi l’unico modo per morire ricchi.
Buon Natale! Sul nostro vecchio mondo che muore, nasca la speranza.”

(Don Tonino Bello)

Annunci

20 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Yomo ...
    Dic 24, 2010 @ 18:05:41

    micioso Natale Deby …mi ero messo in modalità privata, ma non mi accetta il tuo nick “icoloridellanima1978” ..non so come mai.

    di nuovo tanti auguri …e un bel piattone di lenticchie 😛 ..non vedo l’ora 😀 …miuuu 🙂

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 24, 2010 @ 22:37:11

      Ciao mio caro Peppe e felice Natale anche a te!!!
      Ma sai che proprio non ho capito quello che volevi fare e che hai cercato di fare? E perchè volevi metterti invisibile????
      Troppe domande dici????
      Effettivamente hai ragione…
      Un abbraccio forte forte e a presto…

      Rispondi

      • Yomo ...
        Dic 26, 2010 @ 03:58:00

        giornoooo 🙂 ..buon S.Stefano 🙂

        volevo mettermi in privato perchè volevo raccontare un pò delle mie cose personali …e farle leggere solo agli amici più stretti. A differenza di live spaces, qui su WP possiamo metterci in privato ma autorizzare al massimo 35 persone. E così mentre provavo a inserire persona per persona, mi sono capitati 5 nick che non vengono “presi” dal sistema per autorizzarli. Incuriosito dalla situazione, ho inserito un utente che si è cancellato definiticamente …e ha accettato il suo nick :-), quindi credo che è il sistema di WP che non funziona tanto bene.

        ieri qui tutto bene, a parte un pò di pioggia e vento …siamo stati bene ed è stato un Natale tranquillo …miuuu 😀

        Rispondi

        • Deborath
          Dic 26, 2010 @ 09:16:47

          Yomino Yomino, sei proprio un tremendone….
          E così volevi raccontarci delle cose intime, eh?????
          Ihihih, ma WP è così curioso di sapere della tua vita da super-eroe che non ti permette di creare un “Clan” privato…
          Ihihih…
          E così sarai costretto a rendere pubbliche tutte le tue performances….
          Ahahah…
          Un bacio grande, Peppe, e buon Santo Stefano anche a te…
          Sono contenta che il tuo Natale sia trascorso in serenità e pace e ti auguro che questa condizione duri per tutto l’anno…
          A presto…
          😉

          Rispondi

          • Yomo ...
            Dic 26, 2010 @ 14:12:49

            è vero confesso …ma non è tanto per le mie prestazioni che ha azzerato le vendite del kamasutra 😀 …più che altro è che non volevo fare i nomi dei pentiti e dei boss in circolazione …si sà che io mi occupo anche delle loro mogli ..ihih. Volevano offrirmi dei soldi, ma io sono onesto …e poi andare con le loro mogli …credimi Deby …ci vado volentieri …pensa non ho mai fatto un giorno di assenza :-D. Ops! ..una sparatoria ..so ragazzi giocano, si divertono così ..ci sentiamo dopo Deby 😀 ..miuuu 🙂

            Rispondi

            • Deborath
              Dic 26, 2010 @ 14:19:00

              Ahahah, Peppe, ma che fai????
              Timbri proprio il cartellino? Ogni giorno?
              Ihihih…
              Buon “lavoro” e….
              ….
              ….
              Attentooooooooo!!!!!
              fiù….
              Meno male, hai appena schivato una pallottola!!!!

              Rispondi

  2. silvianovabellatrix
    Dic 23, 2010 @ 16:39:49

    Mi ha fatto leggere queste bellissime parole un mio amico su Fb .
    Sì, sono davvero degli auguri scomodi . Persino disturbanti.
    Ma io li preferisco di gran lunga alle immagini di tavole imbandite , di vacanzieri diretti alle Maldive o dei milioni di italiani in vacanza ( immagini di quanti anni fa..???? ).
    Persino agli auguri scontati e di rito che mi hanno stancata e che quest’anno, complici alcuni eventi tristi che mi hanno tolto anche la mia già scarsa voglia, non farò. Come non farò regali nè a me nè agli altri.
    Non mi hanno tolto la voglia però di rivolgermi e lasciare un pensiero a te e a tutte le persone purtroppo distanti o tenute assieme dal Web che però fanno a meno degli auguri finti e preferiscono quelli di don Tonino.

    Un abbraccio dolcissima.

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 23, 2010 @ 22:00:17

      Mia cara Silvia grazie per il tuo commento, come sempre ti leggo molto volentieri…
      Sai, io aspettavo il Natale quest’anno con molto entusiasmo e gioia, finchè il “macigno” di Sonja non è caduto anche su di me ed ora il mio pensiero è rivolto a loro in ogni secondo della giornata…
      Prego, prego, prego affinchè Bab possa avere la salute in regalo quest’anno, ma la salute definitiva una volta per tutte…
      Auguro anche a te che tu possa ritrovare dentro di te la serenità e che tutte le cose brutte possano essere spazzate via…
      Ti abbraccio con immenso affetto…
      A presto…

      Rispondi

  3. Martine
    Dic 22, 2010 @ 11:19:13

    Buon Natale!!
    Martine

    Rispondi

  4. lucetta
    Dic 21, 2010 @ 19:26:38

    E come potrei non apprezzare questi auguri scomodi di don TONINO. Spesso ho riportato sul mio blog i suoi pensieri perchè vanno sempre dritti all’essenziale e ti mettono con LE SPALLE AL MURO di fronte alle responsabilità “senza se e senza ma”
    Il mio primo post parte proprio con un’immagine in cui c’è scritta una sua frase che mi ha sempre dato tanta gioia e speranza:
    “Il mondo andrà a finire bene, non vi preoccupate.
    Da quando Gesù è risorto non possiamo più AVERE PAURA”
    Ed io ci CREDO nonostante tutto e nonostante la nostra fragile e debole fede.

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 22, 2010 @ 10:23:56

      Hai ragione Lucetta, lui sì che va sempre dritto al centro del problema e lo affronta senza paura e senza ipocrisia…
      E’ bellissima anche la frase che tu hai riportato e che io non avevo letto da te e non conoscevo…
      E’ davvero una frase che trasmette grande speranza…
      Ti voglio bene e mi fa sempre un immenso piacere leggerti…
      🙂

      Rispondi

  5. Donatella
    Dic 21, 2010 @ 16:47:49

    Auguri scomodi perchè ci costringono ad aprire gli occhi su noi stessi… e che partono dal vero significato del Natale per farci riflettere sull’intera nostra esistenza.Brava Debby, hai fatto benissimo a pubblicare queste parole, ti ringrazio anche perchè non conoscevo Don Tonino Bello e ne approfitterò senz’altro per leggerlo ancora.Un abbraccio!

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 22, 2010 @ 10:21:46

      Hai visto che bello, Donatella?
      Sono contenta di averti fatto conoscere questo grande uomo e sono certa che più andrai avanti nella lettura dei suoi scritti, più te ne innamorerai, cerca pure su internet, si trovano tantissime cose…
      Buono “studio” e a presto…
      🙂

      Rispondi

  6. Angelo
    Dic 21, 2010 @ 03:34:21

    Non posso che copiare e incollare sul sito della GLOBULI ROSSI Company questi magnifici AUGURI SCOMODI.
    La causa di beatificazione di Don Tonino va avanti.

    Epperò vorrei dire che mi va bene sperare in preti-modello. Ma Don Tonino chiedeva alla sua Chiesa, costuita prevalentemente da laici, di mettere Dio al centro del mondo.

    Esempi di sacerdoti santi non mancano. E poi basterebbe l’esempio del SOMMO ED ETERNO SACERDOTE che, da Dio, s’è messo alla pari dell’uomo, facendosi di carne come noi, ponendo la Sua tenda nel nostro accampamento, condividendo la nostra sorte. Eppure…!?

    Don Tonino ad ogni Natale viene a “infastidirci”, come del resto Gesù, di cui è portavoce. Ma quel mutamento del cuore dipende da me, non dal mio parroco nè può operarlo Padre Turoldo. Da me, per Grazia invocata con insistenza. E’ il senso della Novena di Natale con le sue solenni antifone:

    Che cosa dicono le 7 antifone “O” di Cristo e dei cristiani?
    Un invito a leggere prima di tutto i testi che sono tutti cantati su un identico modulo melodico in re.

    1. O (Sapientia) Sapienza,
    uscita dalla bocca dell’Altissimo (Qo 24,5)
    da un estremo all’altro estremo

    tutto disponi con forza e dolcezza (Sap 8,1):
    vieni a insegnarci la via della prudenza (Is 40,14).

    2. O (Adonai) Signore e guida della casa d’Israele (Mt 2,6),
    che sei apparso a Mosè nel roveto ardente (Es 3,3)
    e sul monte Sinai gli hai dato la legge (Is 20):
    vieni a liberarci con il tuo braccio teso (Ger 32,21).

    3. O (radix) radice di Iesse,
    che t’innalzi come segno tra i popoli (Is 11,10),
    davanti al quale i re ammutoliranno (Is 52,15);
    Lui i popoli invocheranno (Is 11,10):
    vieni a liberarci, non tardare (Ab 2,3; Eb 10,37).

    4. O (clavis) Chiave di Davide (Ap 3,7)
    e scettro della casa d’Israele,
    Tu apri (le porte del regno dei cieli) e nessuno può chiuderle,
    Tu le chiudi e nessuno può aprirle (Is 22,22):
    vieni, e libera dal carcere l’uomo prigioniero
    che giace nelle tenebre
    e nell’ombra di morte (Sal 106,10; Lc 1,79; Is 42,7).

    5. O (oriens) Astro che sorgi (Zac 3,8; Is 9,2),
    splendore di luce eterna (Ab 3,4) e sole di giustizia (Mal 4,2):
    vieni, e illumina chi giace nelle tenebre
    e nell’ombra di morte (Sal 106,10; Lc 1,79; Is 42,7).

    6. O (rex) Re delle genti e da loro sospirato (Ag 2,8),

    pietra angolare (Is 28,16; Sal 117,22; Mt 21,42)
    che componi in uno Ebrei e pagani (Ef 2,14):
    vieni, e salva l’uomo che hai formato dalla terra (Gen 2,7).

    7. O (Emmanuel) Dio-con-noi (Is 7,14),
    nostro re e legislatore (Is 33,22),
    attesa dei popoli (Gen 49,10) e loro salvatore:
    vieni a salvarci, o Signore nostro Dio.

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 22, 2010 @ 10:15:09

      Sì, Angelo, quello che dici tu è vero…
      Siamo sempre interpellati in prima persona e tutto dipende sempre dalle scelte personali di ognuno, certo che, però, gli esempi sono importanti ed è bello vedere degli esempi concreti, nel senso che sono proprio davanti ai tuoi occhi…
      Certo, tu dici che basterebbe l’esempio di Cristo, ma da catechista ti posso assicurare che è difficilissimo oggi riuscire a far percepire ai bambini e ai ragazzi la presenza di Cristo, è sempre più difficile: arrivano al catechismo che non conoscono neppure le preghiere più semplici e non hanno avuto in casa alcun tipo di evangelizzazione; sono sottoposti a miliardi di stimoli da tutte le parti e non sai che fatica si faccia a riuscire a far passare il messaggio di Cristo in quella che è solo un’ora settimanale, purtroppo…
      Ti dico tutto questo con immenso rammarico e tanto dolore…
      Per questo credo che esempi di vita concreta che loro possano vedere reale davanti ai propri occhi, di gente che dà la vita per Cristo, che si consuma per Lui, sia fondamentale per far passare, poi, anche la reale presenza di Cristo in mezzo a noi…
      Non so se sono riuscita a spiegare quel che volevo dire, in caso contrario ci riproverò in seguito…
      Un abbraccio e grazie infinite per il tuo commento…
      Ti voglio bene…

      Rispondi

  7. Mery
    Dic 21, 2010 @ 00:32:06

    Questi si che sono auguri! 🙂
    Bravo Don Tonino Bello!

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 22, 2010 @ 10:07:10

      Hai visto Mery? Don Tonino sì che era davvero un grande: un grande Santo dei nostri tempi… Certo la causa non è ancora completata, ma per noi già è Santo e dobbiamo solo attendere le procedure che lo confermino in modo certo!!!
      Un abbraccio forte e a presto…

      Rispondi

  8. OSV-BARBATUS
    Dic 20, 2010 @ 22:17:31

    Ciao Deborath, vorrei che ci fossero tanti preti come Don Tonino Bella ad augurare all’Italia ed al mondo un buon Natale così fragrante di generosità e d’amore per tutti gli uomini e vorrei che questa lettera d’auguri la legesse anche la “casta” delle gerarchie che non sa nè parlare nè capire più questo linguaggio.
    Sei fortunata a conoscere un prete così speciale!
    Io l’ultimo che conobbi molto bene fu Padre Turoldo, a suo modo, perseguitato per i suoi insegnamenti!
    Buona notte ed un saluto con stima e l’augurio di buon Natale a codesto Vescovo-prete. Osv

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 20, 2010 @ 22:25:15

      Hai ragione, Osv, ce ne vorrebbero di preti come lui e soprattutto di preti che siano coerenti e mettano in pratica ciò che predicano, in modo tale da riuscire a dare l’esempio con la loro vita perchè possano essere imitati…
      Purtroppo questo non è da tutti e proprio per questo non tutti gli uomini e non tutti i preti diventano Santi…
      Don Tonino Bello è morto e mi pare che sia in corso la causa di beatificazione…
      Io credo che era davvero un grande uomo e se fai un giro su youtube e cerchi alcuni dei suoi discorsi noterai quanto sono profondi ed in grado di farti venire i brividi (almeno a me succedde così)…
      Un abbraccio forte e grazie mille per i tuoi commenti sempre molto graditi…

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: