Ciao Filippo!!!


Mi piace immaginarti qui seduto, finalmente tranquillo e privo di ogni dolore, con il viso rilassato e sorridente, gli occhi limpidi e gioiosi, il cuore leggero e la mente libera da ogni oppressione…
Rimarrai per sempre nel mio cuore e continuerai a vivere finchè vivrò io, il tuo sorriso non mi abbandonerà mai, così come risuoneranno sempre nelle mie orecchie le parole che mi dicevi ogni volta che mi vedevi: “Ciao papatula, viani ccà u ti vasu!!!”… e poi le tue mani forti mi tiravano a te e mi stampavi due grossi baci sulle guance, carichi di tutto l’affetto che sempre sapevi trasmettere con gioia…
Mi mancherai da morire, ma per me rimarrai sempre un esempio, un esempio di eroismo per come hai affrontato la tua malattia, per come sapevi soffrire in silenzio, sorridendo a chi ti stava intorno ed offrendo il tuo aiuto a chiunque incontrassi sul tuo cammino, sebbene fossi tu quello che ne aveva più bisogno, per la fede ardente che avevi e per come sapevi confidare in Dio, affidando tutto nelle sue mani…
Ora nelle sue mani ci sei tu e, sono certa, che Lui ti ha già posto sul capo la tua corona di gloria…
Ciao Filippo, cugino amato, ci rincontreremo presto e potrò ancora sentire le tue parole d’affetto per me…

Annunci

34 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Trackback: I luoghi del cuore | I colori dell'anima
  2. Trackback: Il fluire del tempo | I colori dell'anima
  3. antonio
    Apr 26, 2012 @ 16:11:18

    scusa l’intrusione… ma ho cercato PAPATULA e mi è apparsa questa pagina, questa parola l’ho già sentita e mi ricorda qualcosa, puoi aiutarmi a conoscerne il significato!!! ps: Complimenti per gli articoli !!!

    Rispondi

    • Deborath
      Apr 26, 2012 @ 17:27:13

      Ciao Antonio e benvenuto nel mio blog, ti ringrazio per i complimenti…
      Ma veniamo a noi: mi chiedi che cosa significhi la parola “papatula”, beh, dunque, nel mio dialetto significa “bambolina”… Non so che cosa ricordi a te e non ti so dire neanche dove tu l’abbia sentita. Io vivo in Calabria e questo era il modo affettuoso che mio cugino aveva di chiamarmi ogni volta che mi vedeva…
      Spero di averti potuto aiutare in qualche modo.
      Torna pure quando vuoi, se ti va… 🙂
      A presto… 🙂

      Rispondi

      • antonio
        Apr 27, 2012 @ 12:47:03

        io sono un Calabrese a Roma… e dal dialetto che scrivi credo siamo vicini
        (S.Andrea Jonio) grazie per l’informazione … a me ricorda il nome di un pesce ma potrebbe avere significati diversi!!!! grazie ancora !!!!

        Rispondi

        • Deborath
          Apr 27, 2012 @ 13:37:34

          Figurati, Antonio…
          Sono stata una calabrese a Roma anch’io per diversi anni… 🙂
          Non so se sia anche un pesce, qui ha questo significato…
          Torna pure a trovarmi quando vuoi, se ti va: io sto sempre qui… 🙂
          A presto, spero…

          Rispondi

  4. silvianovabellatrix
    Nov 25, 2010 @ 21:29:26

    Non sai quanto ti sento vicina, cara Deborath….
    Un abbraccio stretto

    Rispondi

  5. Deborath
    Nov 10, 2010 @ 08:59:30

    Ciao Peppe, grazie infinite…
    Un abbraccio anche a te, sono contenta di averti ritrovato anche qui…
    :0)

    Rispondi

  6. Yomo ...
    Nov 10, 2010 @ 05:51:34

    tanta solidarietà da parte mia Deby …un micioloso abbraccio …miu 😉

    Rispondi

  7. cordialdo
    Nov 09, 2010 @ 15:38:55

    L’immagine del luogo indica proprio che tu lo ricordi in un momento di assoluta serenità. Molto lirico questo accostamento tra una persona e l’immagine proiettata della sua serenità.
    Un abbraccio. Osv

    Rispondi

    • Deborath
      Nov 09, 2010 @ 16:27:43

      Sai Osv, più che ricordarlo in un momento di assoluta serenità, mi auguro che lui adesso continui a vivere in questa condizione, dopo tutte le sofferenze patite in questa vita…
      Sono contenta che il post ti sia piaciuto…
      Torna presto a trovarmi, ti aspetto…
      Un abbraccio forte forte…

      Rispondi

  8. tontolona
    Nov 09, 2010 @ 11:08:07

    BUON GIORNO Debby, quando viene a mancare una persona cara, ogni tentativo di lasciare delle parole di conforto mi sembra vano. Ti sono vicina nel tuo dolore.

    Rispondi

    • Deborath
      Nov 09, 2010 @ 11:58:30

      Cara amica mia, ti ringrazio infinitamente di essere passata…
      Ti ringrazio per avermi mandato il nuovo indirizzo del tuo blog e mi sono accorta che quello che avevo io era giusto, solo che non mi fa accedere perchè mi dice che il blog è stato reso privato, per cui io non riesco a passare da te…
      Mi dispiace molto…
      Un abbraccio e a presto…

      Rispondi

  9. skayrose59
    Nov 08, 2010 @ 18:57:52

    Strano non è privato….farò dei controlli

    Rispondi

    • Deborath
      Nov 08, 2010 @ 19:43:42

      Tranquilla, ho risolto, ho preso l’indirizzo da Donatella ed ho modificato quello che avevo io e che non so da dove mi fosse arrivato!!!
      Ora è più bello sapere che posso accedere alla tua casina direttamente dai miei contatti…
      Un abbraccio e grazie!!!!
      :0)

      Rispondi

  10. innamoratadigesu
    Nov 07, 2010 @ 23:22:35

    scusa la faccina..non era un sorriso … 😦

    Rispondi

    • Deborath
      Nov 08, 2010 @ 07:24:54

      Non preoccuparti per la faccina, sono dettagli, e poi, non è detto che anche in queste circostanze un sorriso non possa scaldarti il cuore…
      :0)
      Un abbraccio, mia cara amica…

      Rispondi

  11. innamoratadigesu
    Nov 07, 2010 @ 23:21:14

    arrivo solo ora e scopro solo ora tutto questo… :o(
    leggo il tuo dolore così composto..la tua speranza così viva..il tuo affetto così grande…son certa che sieda proprio come tu lo immagini…e che sia ora finalmente libero e completamente immerso nell’infinito Bene…
    ti sono vicina e ti stringo al mio cuore..
    un bacio amica mia

    Rispondi

    • Deborath
      Nov 08, 2010 @ 07:23:52

      Grazie cara Innamorata, so che tu capisci perfettamente come posso stare, ti ringrazio per il tuo passaggio e per le tue parole, ti stringo anche io forte forte…
      Un bacio e a presto…

      Rispondi

  12. skayrose59
    Nov 07, 2010 @ 17:44:25

    Ciao Deborath
    mi spiace leggerti in questa triste circostanza,
    ecco perchè del tuo silenzio in queste ultime settimane….
    Sai le parole servono a poco per chi ha vissuto da vicino il calvario di una lunga malattia di una persona particolarmente cara.
    Ma la nostra fede ci accompagna anche nel dopo…a quei giorni successivi alla sua partenza verso il cielo, sono giorni amari molto amari mitigati dalla speranza che tutti ci dovremmo rivedere nella nostra vera Patria.
    Ti abbraccio forte.

    Rispondi

    • Deborath
      Nov 08, 2010 @ 07:22:40

      Ciao mia cara Skay, grazie infinite per la tua vicinanza, la tua comprensione, le tue dolcissime parole di conforto…
      Non ho molta voglia di scrivere in questo periodo, sai, mi sento un pò svuotata e bisognosa di essere ricaricata…
      Ritroverò me stessa e tornerò quella di prima con il tempo…
      Grazie mille di essere passata di qui, mi fa sempre estremamente piacere…

      P. S. Io non riesco ad accedere più al tuo blog, avrai impostato qualcosa nella voce privacy, forse lo hai reso privato, mi dice che ho bisogno dell’autorizzazione tua per poter accedere…
      Un abbraccio forte e grazie ancora…

      Rispondi

  13. roberto
    Nov 05, 2010 @ 22:57:48

    Ciao Deborath,
    un forte abbraccio.
    A presto

    Rispondi

  14. angelonocent
    Nov 05, 2010 @ 22:09:45

    Cara Deborath,
    quali parole usare in questa luttuosa circostanza se non quelle insistenti del salmista?

    “Spera nel Signore, sii forte,
    si rinfranchi il tuo cuore e spera nel Signore” (Sal 26, 13-14).

    Facile a dirsi? Non proprio.

    – Le parole dell’umano dolore: “Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto” ( Gv 11,21).

    Le divine parole della fiduciosa speranza: “Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me,anche se muore,vivrà; chiunque vive e crede in me, non morrà in eterno. Credi tu questo?” ( Gv 11, 25-26).

    Commentando il passo di Maria di Betania che unse di nardo i piedi del Maestro e li asciugò con i capelli, Sant’Agostino scrive: “La casa si riempì di profumo; cioè il mondo si è riempito della buona fama. Il buon odore è la buona fama”.

    Da come descrivi il tuo amato Filippo, ci fai percepire il suo profumo di uomo abitato dallo Spirito, con Lui dialogante, di Lui vivente, in feconda amorosa comunione.

    “Specialmente con il lento, ma implacabile progredire della malattia, che a poco a poco lo ha spogliato di tutto, la sua esistenza si è fatta interamente un’offerta a Cristo, annuncio vivente della sua passione, nella speranza colma di fede della risurrezione.”

    Cade a proposito la conclusione di Agostino: “… Per merito dei buoni cristiani il nome del Signore viene lodato” (In Io. evang. tr. 50, 7).

    Grazie per averci partecipato una santità popolare, visuta nel segreto delle mura domestiche di un paese che nemmeno conosciamo, ora cittadino del Cielo e per noi intercessore.

    IO CREDO, RISORGERO’
    QUESTO MIO CORPO VEDRA’ IL SALVATORE.

    http://www.viedellospirito.it/web/index.php?option=com_content&task=view&id=660&Itemid=115

    Rispondi

    • Deborath
      Nov 06, 2010 @ 08:27:50

      Ciao Angelo e grazie per i tuoi commenti sempre molto precisi e puntuali, che riescono ad arrivare dritti al mio cuore, facendo vibrare le più profonde corde dell’anima…
      Ebbene sì, mio cugino, (che io consideravo come un fratello), era proprio così, così come l’ho descritto, così come tu lo hai commentato…
      Ora ha finito di soffrire e spero davvero che possa essere finalmente sereno e felice tra le braccia di Dio Padre…
      Un abbraccio forte e grazie ancora…

      Rispondi

  15. Deborath
    Nov 05, 2010 @ 21:29:09

    Cara Donatella, è vero, il dolore mi spacca il cuore e, sebbene io sia assolutamente convinta che ora lui sia accanto a Gesù, mi viene molto difficile accettarlo umanamente, fa troppo male… :0(
    Grazie infinite per la tua vicinanza e le tue dolci parole…
    Un abbraccio forte forte…

    Rispondi

  16. Donatella
    Nov 05, 2010 @ 17:20:54

    Cara Deborath, sono qui anch’io…ti sono vicina con tutto il mio affetto…so cosa provi, il dolore ti spacca il cuore, ma pensa che Filippo adesso è accanto a Gesù, finalmente sereno e libero dalle sofferenze…non ti ha lasciato, la sua presenza affettuosa ti accompagnerà sempre…
    Un fortissimo abbraccio, ti voglio bene

    Rispondi

  17. Deborath
    Nov 04, 2010 @ 21:23:53

    Mia cara, cara, cara Lucetta,
    certo che lo so che sei con me, lo sei stata prima e continui ad esserlo…
    e’ vero, ho scritto in maniera serena, ma tu sai quanto tutto questo mi faccia terribilmente male…
    :0(

    Ti ringrazio per le indicazioni datemi, me lo aveva già suggerito OSV questo metodo, ma ancora non mi ci trovo bene qui, non mi sento a mio agio… Ma di certo andrà meglio con il tempo, lui aggiusta sempre tutto…
    Ti abbraccio forte forte e … grazie infinite per tutto tutto!!!

    Rispondi

  18. Lucetta
    Nov 04, 2010 @ 21:18:09

    Carissima Debby, ti abbraccio stretta, stretta. Sì Filippo ora è tra le SUE BRACCIA amorose. PUO’ contemplarLO finalmente libero da ogni sofferenza. Vedo che sei riuscita a scrivere in modo sereno e fiducioso un bel saluto per il distacco. Tu lo sai che sono con te vero? Ti pensavo in questi giorni e vedevo che non scrivevi e temevo….ma oggi ho letto i tuoi carissimi ed affettuosi saluti ed allora mi sono rinfrancata.

    Volevo darti un’indicazione per gli aggiornamenti degli amici.
    Io ho fatto così: per prima cosa sono andata nel profilo delle persone su msn e ho cliccato sul collegamento a wordpress per quelli che l’avevano, si apre il loro blog e in alto c’è l’opzione “subscrive” la spunti così sottoscrivi il blog e rimani aggiornato sui post che vengono fatti. Poi quando sei nella tua bacheca vai in alto a sinistra, sulla barra grigia, clicca su Mio account e si apre una finestra con varie voci clicca su “read subscription “e ti appare dopo un poco gi aggiornamenti dei tuoi amici così vedi se hanno postato qualcosa di nuovo. Spero di averti aiutato. Inoltre guarda che anche con word press puoi fare tante cose. Con un poco di pazienza imparerai. Se ti serve aiuto, chiedi pure…volentieri ti dirò quello che sono riuscita a capire. Ciao Debby. Un bacione

    Rispondi

  19. giusymar
    Nov 04, 2010 @ 20:51:30

    Quoto al 100% Sonja, ero felice per aver visto un tuo post…ma il sorriso è subito sparito per lasciare il post ad una sensazione che purtroppo conosco e non amo ricordare. Ma questa è la vita. E’ giusto ricordare, è giusto darti un mondo di coccole virtuali!
    ciao…

    Rispondi

    • Deborath
      Nov 04, 2010 @ 20:54:11

      Oh, cara Giusy, anche tu qui, grazie, grazie mille per l’affetto e le coccole…
      Spero di risentirti prestoin un momento decisamente più allegro di questo…
      Un abbraccio e grazie ancora…

      Rispondi

  20. Sonja A.
    Nov 04, 2010 @ 19:44:35

    Ero approdata qui con intenzioni pirotecniche, ma non è affatto il momento. 😦
    Ti abbraccio forte, cara.
    In silenzio….

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: