Conosco delle barche

Conosco delle barche
che restano nel porto per paura
che le correnti le trascinino via con troppa violenza.

Conosco delle barche che arrugginiscono in porto
per non aver mai rischiato una vela fuori.

Conosco delle barche che si dimenticano di partire
hanno paura del mare a furia di invecchiare
e le onde non le hanno mai portate altrove,
il loro viaggio è finito ancora prima diiniziare.

Conosco delle barche talmente incatenate
che hanno disimparato come liberarsi.

Conosco delle barche che restano ad ondeggiare
per essere veramente sicure di non capovolgersi.

Conosco delle barche che vanno in gruppo
ad affrontare il vento forte al di là della paura.

Conosco delle barche che si graffiano un po’
sulle rotte dell’oceano ove le porta il loro gioco.

Conosco delle barche
che non hanno mai smesso di uscire una volta ancora,
ogni giorno della loro vita
e che non hanno paura a volte di lanciarsi
fianco a fianco in avanti a rischio di affondare.

Conosco delle barche
che tornano in porto lacerate dappertutto,
ma più coraggiose e più forti.

Conosco delle barche straboccanti di sole
perché hanno condiviso anni meravigliosi.

Conosco delle barche
che tornano sempre quando hanno navigato.
Fino al loro ultimo giorno,
e sono pronte a spiegare le loro ali di giganti
perché hanno un cuore a misura di oceano.

(Jacques Brel)

Annunci

3 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Deborath
    Dic 09, 2009 @ 09:18:19

    Mia dolce Anna, immaginavo, conoscendoti, che ti saresti fermata alla prima parte del post, ma io ti auguro di riuscire, un giorno, ad identificarti con le ultime tre strofe, perchè allora vorrà dire che tu stai vivendo pienamente la tua vita, ti starai spendendo per gli altri, arricchendo immensamente te stessa…E\’ questo l\’augurio più bello che in questo momento mi viene in mente di farti, anche se parole come "affondare", "lacerate" sembrano molto dure e difficili da accettare, ma ti assicuro che l\’identificarti con queste ultime tre strofe corrisponderebbe alla realizzazione del progetto che Dio ha su di te e su ognuno di noi, è per questo che ti faccio questo augurio.Sai come la penso: "solo realizzando in pieno il progetto che Dio ha su ognuno di noi potremo essere veramente felici in questo mondo e nell\’altro".E allora buona navigazione!

    Rispondi

  2. Annamaria
    Dic 08, 2009 @ 22:08:44

    alcune di queste barche mi ricordano una persona… mmmm…. chissà perchè mi sono concentrata solo sulla prima parte di questo post…. mmmm….

    Rispondi

  3. Deborath
    Dic 08, 2009 @ 08:58:13

    Dedico questo post a padre Natale Basso, missionario comboniano, che mi ha aiutato a capire il senso della vera fede e che io considero un santo dei nostri giorni…Grazie!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: