Il potere del perdono

Avevo paura ieri sera, tremavo nel mio letto senza un particolare perchè. Ero spaventata, l’ansia si era impadronita di me e mi torturava. Mi sono venute in mente le parole che un caro sacerdote mi ha sussurrato dolcemente durante una confessione: “Quando sei turbata e non riesci a dormire, chiedi a Gesù di stringerti forte a sè e di farti addormentare sul suo petto, vedrai che grande consolazione proverai…”.
Da quella confessione ho seguito spesso questo consiglio, ritrovando una grande serenità ed una grande pace…
Lo ammetto, era un pò che non lo facevo più e ieri sera mi sono ritrovata a farlo ancora, a cercare aiuto e rifugio in Lui che tutto può e tutto concede se chiesto con la semplicità e la fiducia di un bambino…
E’ così che mi sono sentita stanotte, una bambina impaurita, sperduta nella selva in cui ho ridotto la mia vita.
Lui non mi ha guardato in maniera schifata, anche se ero ridotta peggio di una lebbrosa piena di piaghe, ma ha avuto compassione di me, mi ha guardato dentro, mi ha amato e mi ha aperto le braccia, facendo sì che io potessi prendere sonno sul suo petto, consolandomi e placando le mie pene…
Mi ha indicato la strada giusta da seguire
ed ecco, oggi, la confessione…
Che sensazione stupenda il perdono di Dio, che meraviglia ascoltare le sue parole, pronunciate dalla bocca di un sacerdote, che senso di libertà e di vita nuova può venire dall’abbraccio amoroso del mio Gesù…
Annunci

16 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. clara
    Mag 21, 2013 @ 10:35:28

    ho cercat ed ho trovato

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 21, 2013 @ 20:19:08

      Ciao Clara!!!! 🙂
      Benvenuta nel mio blog!!!!
      Sono davvero felice che tu abbia trovato in questo post ciò che ti serviva!!!!
      Buon cammino di cuore….
      E a presto, spero, se ti va… 🙂

      Rispondi

  2. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Ago 24, 2012 @ 19:52:48

    Il potere del pedono.
    Dio non guarda al nostr aspetto fisico, conto corrente, spigliatezza nel parlare o bravura nello scrivere..
    Lui, guarda solo sl nostro intimo…e, se con semplicità
    E vero pentimenti chiediamo a Lui perdono..
    Di certo , non ci negherà
    Il Suo perdono…ed infinito amore.
    Sarebbe bello se noi imparassimo da Lui…perdonandoci a vicenda..
    Dimenticando il male ricevuto.
    Ma, quanto e’ difficile..quante volte diciamo: questa cosa no potrò mai perdonar la…Quante volte chiudiamo i ponti con Dell persone perché
    Non siamo in grado di perdonare.
    Dio mio, aiutaci ad essere come Te.

    Rispondi

  3. Marco
    Mag 09, 2012 @ 13:30:54

    Ciao. Sono capitato su questa pagina “per caso” (anche se in realtà il caso per Dio non esiste); più che cliccare un “like” su questo bellissimo post, vorrei dirti che anch’io, proprio domenica scorsa, ho sentito il perdono di Dio dopo 8 anni di allontanamento da lui, ed è stato meraviglioso. Non mi ero mai confessato piangendo, ma non mi sono vergognato davanti al sacerdote, sentivo che era il segno che Dio mi perdonava e guariva allo stesso tempo.
    Ho trascorso gli ultimi anni lontano da Dio, ma Lui non solo non mi ha abbandonato, ma è venuto a cercarmi; certo che Lui mi ha cercato da subito, ma io all’inizio non volevo farmi trovare, e quando finalmente mi sono lasciato “acchiappare” come una pecorella smarrita, Egli mi ha davvero cambiato. Per me è stata una vera e propria risurrezione. E chissà che sia anche questo un “caso” che ciò sia avvenuto nella domenica in cui nel Vangelo Gesù si descrive come il buon pastore…
    Ciao, Marco

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 09, 2012 @ 14:03:11

      Ciao Marco!!!!
      Che gioia immensa immensa trovare questo tuo commento!!!!
      Non ci conosciamo, non ancora, almeno, ma non sai quanto mi renda felice il fatto che tu abbia scelto di lasciare qui questa tua testimonianza di vita vissuta, di amore profondo sentito, di perdono, di riconciliazione, di ritorno alla vita, perchè che cos’altro è questa tua confessione, accompagnata dal pianto se non una rinascita, umana e spirituale!!!!!
      Sai, la tua storia è molto simile alla mia, anche io sono stata lontana da Dio per ben 7 lunghi anni ed anch’io, quando sono tornata a Lui, con una confessione che non dimenticherò mai, ho pianto, ho pianto tanto ed il sacerdote, all’epoca, mi disse: “Ti ringrazio, perchè mi hai permesso di partecipare alla grande festa che oddi si tiene in cielo per questa pecorella che era stata smarrita, ma che ora è tornata all’ovile!”. Sai, era commosso anche lui….
      E’ stato bellissimo e da allora non ho più lasciato il mio Gesù!!!!
      Ti auguro che questo tuo nuovo incontro con Lui possa cambiare la tua vita, così come lo ha fatto con la mia e, come dico sempre ai miei ragazzi del catechismo: “Il Signore non ci toglie nulla, ma ci dà anche quello che noi non immagineremmo neppure di chiedere!!!!
      E’ questo il mio augurio per te, oggi, Marco: che il Signore ti guidi e ti accompagni sempre e che tu possa innamorarti di Lui sempre di più, per poter trovare la tua vera dimensione ed essere sempre felice, di quella felicità piena che nessuno potrà mai toglierti….
      Benvenuto nel mio blog e sarò felice qualora tu decidessi di ritornare!!!!!
      A presto, spero…
      Con affetto… ♥

      Rispondi

  4. angelonocent
    Feb 14, 2012 @ 12:09:28

    Constato semplicemente che la miriade dei tuoi quotidiani estimatori ed interlocutori, all’infuori di Annamaria, sull’argomento sono latitanti. E, sinceramente, non me lo so spiegare. O forse sì !?

    Ma per saperne di più, proverò a chiederlo a San Valentino che non dedica il suo tempo soltanto agli innamorati ma anche ad altre faccende di cuore.

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 14, 2012 @ 12:17:41

      Sai, Angelo, in realtà credo che quando ho pubblicato questo post non avessi ancora tutti questi estimatori e, magari, loro non vanno in giro in tutto il blog a leggere tutti i miei post…
      Questo è un post ormai datato, forse non è mai stato letto, nè visto dalle persone che passano di qui ora…
      Credo che, se lo leggessero, magari commenterebbero, forse, o forse no, chi può dirlo…
      Tante volte si è portati a credere che la fede sia un fatto intimistico e strettamente personale, per cui, magari ci si formalizza o ci si imbarazza ad esprimere i proprio pareri al riguardo…
      Non lo so, ma a me piace molto questo post, come tantissimi altri che non hanno avuto, neanch’essi ahimè, un grande “successo di pubblico”….
      Io, in ogni caso, ne vado fiera comunque e continuo a considerarli i miei pezzi migliori…
      Un bacio e grazie a te per averlo commentato…
      Vedi, in fondo anche tu lo hai fatto solo ora, non si sa mai che qualcun altro come te, passi e lasci il suo parere, il suo pensiero o la sua riflessione…
      Un abbraccio forte forte… ♥

      Rispondi

  5. angelonocent
    Feb 13, 2012 @ 20:07:01

    “Quando sei turbata e non riesci a dormire, chiedi a Gesù di stringerti forte a sè e di farti addormentare sul suo petto, vedrai che grande consolazione proverai…”.

    Uno che sussurra dolcemente queste parole durante una confessione, chi può essere, solo un sacerdote?

    “Oggi, la confessione…Che sensazione stupenda il perdono di Dio,…che senso di libertà e di vita nuova può venire dall’abbraccio amoroso del mio Gesù…”.

    Gli effeti di questo psicoterapeuta solo suggestione? Non credo.
    Ma vedo che tutt’intorno tace.

    Rispondi

    • Deborath
      Feb 14, 2012 @ 10:08:59

      Ciao Papiiiii, no, io non credo mai che durante la confessione siamo presenti solo io e il sacerdote… 😉
      E’ sempre Gesù ad essere presente e a suggerire le frasi più belle… 🙂
      E no che non è solo suggestione….
      Cosi come non lo è durante la messa, quando Lui parla proprio proprio, direttamente con te… 🙂
      Che vuoi dire, però, quando dici che tutto intorno tace?
      Un abbraccio e buon S. Valentino… ♥

      Rispondi

  6. Annamaria
    Set 30, 2009 @ 12:39:24

    Brava Debby!!! :)ora felice? che bello!!!!! Era l\’unico modo che avevi per ritrovare un po\’ di… luce…Questa immagine è della stessa serie di quella che ho visto io una delle poche volte in cui, in un momento di difficoltà, invece di prendermela con Gesù e accusarlo di aver permesso che accadesse, mi sono ritrovata a sentirlo dalla mia parte, pronto a consolarmi e sorreggermi in quella piccola prova. Mi piace! Sono tutti uguali i miei commenti, ma che ci posso fare? se mi piace, mi piace e non so usare parole diverse per dire che mi piace! ihihih :p

    Rispondi

    • Deborath
      Mag 09, 2012 @ 14:20:38

      Ma soprattutto io, perchè non ho risposto a questo commento????
      Certo che ero proprio scostumata e inospitale all’epoca!!!!
      Mah, mi stupisco di me stessa…. 😦

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: