Riflessione

Anche se siamo in piena estate mi faceva piacere condividere con voi questa bellissima riflessione trovata in un altro blog:
“La neve è silenziosa, quando arriva non te ne accorgi, però trasforma tutto; è piena di fascino e riesce a rendere anche più belle le cose; infine, quando si scioglie, un po’ alla volta, feconda anche il terreno più arido. Così è anche la vocazione, perchè così è l’agire di Dio: Dio è silenzioso, è rispettoso, non fa rumore, non fa chiasso, però, quando entra nella storia di una persona, la cambia radicalmente, da carbone la fa diventare diamante. Chi ha incontrato Dio è capace di fecondare ogni terra.”
Annunci

17 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. angelonocent
    Ott 21, 2011 @ 08:16:05

    Annamaria, in fondo, questa tua pubblica confessone è la prova che sostiene la tesi di EleOnora.

    E’ vero, “per poter descrivere una persona bisogna conoscerla e frequentarla”. Ma proprio qui sta il paradosso cristiano: noi sbadati per tante ragioni, siamo conosciuti e frequentati, perciò abitati ed amati, da una Persona che ormai ha un nome ben preciso: lo Spirito di Gesù, il Crocifisso-Risorto.

    Siamo tutti nella tua situazione. Ognuno può dichiarare: “più di quanto ho fatto io finora…”. Perciò questa può essere una buona opportunità per recitare umilmente insieme il salmo 139:

    ” Signore, tu mi scruti e mi conosci,

    2 tu sai quando seggo e quando mi alzo.

    Penetri da lontano i miei pensieri,

    3 mi scruti quando cammino e quando riposo.

    Ti sono note tutte le mie vie;

    4 la mia parola non è ancora sulla lingua

    e tu, Signore, gia la conosci tutta.

    5 Alle spalle e di fronte mi circondi

    e poni su di me la tua mano.

    6 Stupenda per me la tua saggezza,

    troppo alta, e io non la comprendo.

    7 Dove andare lontano dal tuo spirito,

    dove fuggire dalla tua presenza?

    8 Se salgo in cielo, là tu sei,

    se scendo negli inferi, eccoti.

    9 Se prendo le ali dell’aurora

    per abitare all’estremità del mare,

    10 anche là mi guida la tua mano

    e mi afferra la tua destra.

    11 Se dico: «Almeno l’oscurità mi copra

    e intorno a me sia la notte»;

    12 nemmeno le tenebre per te sono oscure,

    e la notte è chiara come il giorno;

    per te le tenebre sono come luce.

    13 Sei tu che hai creato le mie viscere

    e mi hai tessuto nel seno di mia madre.

    14 Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio;

    sono stupende le tue opere,

    tu mi conosci fino in fondo.

    15 Non ti erano nascoste le mie ossa

    quando venivo formato nel segreto,

    intessuto nelle profondità della terra.

    16 Ancora informe mi hanno visto i tuoi occhi

    e tutto era scritto nel tuo libro;

    i miei giorni erano fissati,

    quando ancora non ne esisteva uno.

    17 Quanto profondi per me i tuoi pensieri,

    quanto grande il loro numero, o Dio;

    18 se li conto sono più della sabbia,

    se li credo finiti, con te sono ancora…

    Permettimi ancora una citazione che prendo al libro dell’Apocalisse. Si tratta della lettera ad una delle sette chiese dell’Asia minore, quella di Filadelfia, chiesa piccola ma fedele:

    7
    “Per la chiesa che è nella città di Filadelfia, scrivi questo: Così dice il Signore, che è santo e verace, che ha in mano la chiave del regno di Davide; quando egli apre, nessuno può chiudere, e quando egli chiude, nessuno può aprire.
    8
    IO SO TUTTO DI VOI. So che non avete molta forza, eppure avete messo in pratica la mia parola e non mi avete tradito. Adesso ho aperto davanti a voi una porta che nessuno può chiudere,
    9
    e manderò da voi alcuni di quelli che sono seguaci di Satana, alcuni di quei mentitori che dicono di essere il popolo mio, ma non lo sono: li farò inginocchiare davanti a voi, per onorarvi. Dovranno riconoscere che voi siete il popolo che io amo.
    10
    “Voi avete messo in pratica la mia esortazione e rimanete saldi nella fede: perciò io vi proteggerò quando tutti gli abitanti della terra, fra poco, saranno messi alla prova.

    11
    Io sto per venire: TENETE SALDO CIò CHE AVETE RICEVUTO, perché nessuno vi tolga la corona della vittoria.
    12
    I vincitori saranno colonne nel tempio del mio Dio e non ne usciranno più. Io scriverò su di loro il nome del mio Dio e il nome della città del mio Dio, della nuova Gerusalemme che viene dal cielo, da parte del mio Dio. Scriverò su di loro anche il mio nome nuovo.
    13
    “Chi è in grado di udire ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese.” (Apoc. cap.3)

    Rispondi

    • Deborath
      Ott 21, 2011 @ 09:27:40

      Beh, Angelo, prova un pò a farlo capire tu ad Anna. è una fifona!!!! 🙂
      Comunque ti volevo ringraziare immensamente per tutto, per tutti questi commenti, bellissimi, interessanti e, soprattutto per determinate repliche che io, purtroppo, non sono ancora in grado di fare….
      Che dire, poi, della citazione dell’Apocalisse rivolta alla chiesa di Filadelfia!!!!!
      Ah, se ti leggesse don Oreste!!!!!
      (Immagino che la conoscerà già a memoria, essendo lui un biblista… ihihih, ma ne sarebbe davvero orgoglioso a leggerla riportata qui, senza che l’abbia citata lui: sarebbe un pò come una conferma!!!!)
      Sai perchè????
      Perchè lui è proprio di Filadelfia e ne va così fiero!!!!!
      Ihihihih… 🙂
      Un bacio enorme!!!!
      Ti voglio bene… 🙂

      Rispondi

  2. ARMANDO
    Ott 20, 2011 @ 01:59:25

    “Poiché la parola di Dio è vivente ed esercita potenza ed è più tagliente di qualsiasi spada a due tagli e penetra fino alla divisione dell’anima e dello spirito, e delle giunture e del [loro] midollo, e può discernere i pensieri e le intenzioni del cuore”(Ebrei 4:12)
    =================================================================
    Indipendentemente dalle nostre circostanze, la Bibbia contiene la guida e i consigli di cui abbiamo bisogno. Leggetela ogni giorno
    http://www.watchtower.org/i/bibbia/index.htm

    Rispondi

    • angelonocent
      Ott 21, 2011 @ 08:43:19

      Caro Armando, certamente apprezzabile il tuo invito a leggere ogni giorno la Parola di Dio. Peccato che proponi a dei cristiani cattolici la bibbia dei TESTIMONI DI GEOVA.

      Non voglio aprire polemiche. Ma, solo comparando la tua breve citazione della lettera agli Ebrei, con la traduzione di un testo cattolico, emergono delle sottili differenze che in altri passi sono ancor più pronunciate se non opposte al pensiero cattolico:

      “4,12
      La parola di Dio, infatti, è viva ed efficace. È più tagliente di qualunque spada a doppio taglio. Penetra a fondo, fino al punto dove si incontrano l’anima e lo spirito, fin là dove si toccano le giunture e le midolla. Conosce e giudica anche i sentimenti e i pensieri del cuore.”

      Ed aggiungo:

      13Non c’è nulla che possa restar nascosto a Dio. Davanti ai suoi occhi tutte le cose sono nude e scoperte. E noi dobbiamo rendere conto a lui. ” (trad. Bibbia inerconfessionale).

      Pace e bene!

      Rispondi

      • Deborath
        Ott 21, 2011 @ 09:34:02

        Beh, Angelo, devo proprio dirlo, oggi come non mai: Come farei io se non ci fossi tu????
        Lo dico sempre che, ormai, sei il mio papà adottivo e non per nulla!!!!
        Ti comporti proprio così, lo sento e lo vedo in tutto ciò che fai per me, nei consigli che mi dai, nell’affetto, anche se non esplicitato come faccio io, nei tuoi tentativi di protezione e in come mi sproni a fare… 🙂
        Non so come ringraziarti per questa tua risposta data ad Armando!!!!
        Io non sapevo proprio cosa dire e, per questo, avevo lasciato perdere, non avevo risposto e tu sai che non è da me… 😦
        Però, purtroppo, ho avuto sempre strane esperienze con i Testimoni di Geova e, alla fine, finisco sempre per litigarci: parlano solo per frasi fatte, per quanto siano prese dalla Bibbia (la loro) e non esprimono mai un concetto, cercando di ragionare in maniera normale e logica… 😦
        Pensa che quando venivano a casa mia, ad un certo punto, si sono messe ad urlare e sbraitare e mi sono vista costretta a richiamarle all’ordine e a non aprire più, perchè davvero con loro non si può parlare…
        E per non parlare poi dell’esperienza che insieme abbiamo avuto qui sul Web, ricordi anche tu????
        Beh, lasciamo stare…
        Ti ringrazio infinitamente, comunque…
        Ti voglio bene… 🙂

        Rispondi

  3. Ottavio Scrugli
    Ott 19, 2011 @ 17:09:40

    L’anima è come una spugna e Dio è come una goccia d’acqua che cade e viene assorbita senza far rumore. E il suo amore si spande innoi.

    Rispondi

    • Deborath
      Ott 19, 2011 @ 20:27:14

      Ciao Ottavio, è davvero bella questa immagine…
      Sai quale ho usato io una volta per spiegare ai miei bambini il concetto dell’amore di Dio? Quello di un sassolino che cade in uno stagno e fa formare dei cerchi concentrici che si spandono per tutta la superficie dell’acqua, toccando tutto, invadendo tutto e spingendosi fino all’estremità della sponda…
      Loro sono riusciti a coglierne il senso, sai?
      E’ stato proprio bello!!!
      Una bella esperienza…
      Ti abbraccio e grazie di essere tornato a trovarmi… 🙂
      A presto…

      Rispondi

      • *Annamaria*
        Ott 20, 2011 @ 23:01:07

        I centri concentrici dell’amore che si espande: che bel ricordo!!!!!!!!! 🙂
        E’ uno dei primi ricordi della nostra amicizia… ci siamo conosciuti con questi cerchi concentrici, praticamente! E come loro, da quel giorno anche la nostra amicizia piano piano sta diventando più grande! Similitudine forzata? 😛

        Rispondi

        • Deborath
          Ott 21, 2011 @ 09:23:55

          Mia dolcissima Anna, te lo ricordi anche tu???? 🙂
          Ne sono felice, sai? Vuol dire che la “similitudine”, per quanto piccola, povera e misera, ha fatto presa, almeno su qualcuno!!!!
          E’ vero, comunque, anche io ricordo i cerchi dell’amore come una delle prime esperienze legate alla nostra conoscenza. non credo di avere altri ricordi di te di prima di quel campo estivo…. 😦
          Sono d’accordo sul fatto che da allora la nostra amicizia sia andata sempre più espandendosi e, credimi, non hai forzato nulla nel dirlo, è proprio così…
          Del resto, a cosa servirebbe insegnare queste cose ai piccoli se poi nella nostra vita non si attuano?
          Che cosa servirebbe parlare dell’amore di DIo se poi noi non lo sperimentiamo nelle amicizie, negli affetti terreni, in chi ci sta intorno????
          Ricorda, in ognuno di noi c’è un pezzettino di Dio e quell’amore si espande anche grazie ai nostri fratelli…
          Non possiamo dire di amare Dio se non amiamo i fratelli e così, quell’amore di Dio, quei cerchi concentrici, venuti fuori dallo stagno, possono trasmettersi a tutti gli uomini della terra e toccare tutte le estremità ed invadere e contagiare tutto!!!!
          Ti voglio un sacco di bene e lo sai… 🙂

          Rispondi

  4. ARMANDO
    Ott 18, 2011 @ 03:05:31

    (Romani 1:20) Poiché le sue invisibili [qualità], perfino la sua sempiterna potenza e Divinità, si vedono chiaramente fin dalla creazione del mondo, perché si comprendono dalle cose fatte, così che sono inescusabili;

    Rispondi

    • Deborath
      Ott 18, 2011 @ 08:00:39

      Ciao Armando, benvento e grazie per il video… 🙂
      Buona giornata…

      Rispondi

    • ARMANDO
      Ott 19, 2011 @ 23:06:34

      Buona giornata anche a lei. Saluti. Ciao

      Rispondi

    • angelonocent
      Ott 21, 2011 @ 09:12:08

      Caro Armando, suggestivo il video. Solo che vuol condurci a GEOVA.
      Ma noi siamo discepoli – per quanto indegni – di Gesù di Nazareth, il Figlio di Dio Crocifisso e Risorto. E ci è difficile abbandonarlo per seguire altri itinerari.

      Rispondi

      • Deborath
        Ott 21, 2011 @ 09:38:25

        Concordo, Angelo: io ho trovato davvero bello il video e fastidiose quelle intromissioni su Geova, che non c’entravano molto, almeno non per me che sono abituata a chiamare Dio “Padre” (e non Geova-Dio… che cosa strana… 😦 ) e che credo in Gesù Cristo e che lo amo da morire….
        Grazie mille, Angelo, ancora una volta GRAZIE!!!!!

        Rispondi

  5. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Mar 18, 2011 @ 19:56:59

    E’ vero Dio, quando entra in una vita la cambia radicalmente.
    Una vita triste troverà il sorriso, una vita vuota sarà ripiena della sua presenza. Dio, dona pace e gioia solo a chi lo fa entrare nella sua vita, non forza il tuo cuore, dolcemente come la neve si posa al manto terreno Lui bussa al nostro cuore… sta a noi aprirGli e permetterGli di inondare la nostra vita!

    Rispondi

    • Deborath
      Mar 18, 2011 @ 20:22:38

      E’ estremamente rispettoso, gentile, non ti forza, non ti obbliga: sta lì e aspetta, con pazienza, che noi ci decidiamo, una volta per tutte, a tuffarci nel suo cuore di Misericordia…
      Quanto è dolce tutto questo e quanto è consolante… 🙂

      Rispondi

  6. Annamaria
    Lug 21, 2009 @ 11:44:10

    E\’ molto bella come immagine e rende molto bene l\’idea. Non ho una grande esperienza di Dio per poter dire che è davvero così… indubbiamente è silenzioso e rispettoso e anche premuroso e… e non posso andare avanti. Per poter descrivere una persona bisogna conoscerla e frequentarla più di quanto ho fatto io finora…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: