Leggendo…

TIENITI FORTE
 
Come ti sei conciato?
Hai dato al vento i tuoi capelli?
Che ci sta a fare la stellina al lobo dell’orecchio?
Nessuna risposta!
Avrei fatto bene a non mettermi di traverso, avrei ottenuto qualche monosillabo in più. Questi interrogativi inopportuni mi fanno sentire bigotto. Mi rendo conto che avere 18 anni e più non è uno scherzo, non è un semplice passaggio da un’età all’altra. Attraversare il ponte dell’adolescenza indenni da brufoli, da piercing, orecchini, ombelico al vento e tatuaggi in ordine sparso, non è semplice. Tieniti forte! Mi sento di farti alcune confidenze, a tu per tu, senza erigermi a giudice e arbitro delle tue scelte.
L’accettazione di sé, la stima di sé passa attraverso il riconoscimento non sempre pacifico del proprio corpo: adorato, ignorato, esaltato, esibito, tenuto nascosto, misterioso.
Il corpo, come la psiche, è messo alla prova a ogni tornante della sua evoluzione.
Sul corpo si leggono risentimenti, gelosie, rancori, delusioni, desideri.
Il corpo lancia in tempo reale messaggi su messaggi: "sono immamorato", "sono scoppiato", "schizzato…".
Il corpo ha sensori affettivi: i sentimenti vanno e vengono e lasciano le tracce del loro passaggio.
Il corpo svolge un ruolo seduttivo: invoca, chiama, invita, supplica, parla, alza la voce, va sopra le righe. Il corpo va costruito di giorno in giorno (body-building), non è mai contento di sé (lifting), ama decorarsi (boby-art) quasi fosse una tela.
Arriva il momento in cui lo stesso corpo vuole scrollarsi di dosso tutte queste ambiguità.
Il corpo è corpo quando supera se stesso: è più di se stesso. Non è ostile, in conflitto con l’interiorità. Non si sente duale nel rapporto con la psiche. Fa da spartitraffico quasi fosse un semaforo. Conosce i segnali che portano a esperienze negative, senza futuro e senza vita.
Quanti pasticci, quante avventure, quante solitudini può fermare sul nascere.
Se lo aiuti i suoi occhi diventano luminosi, le sue mani stringono e danno calore, le sue labbra fanno sentire il fuoco della vita.
Se lo rispetti ti fa entrare nel mistero dell’anima e ti apre le porte della trascendenza.
Se lo ami dai ospitalità all’Amore, alla Verità, alla Vita.
Dio si è fatto corpo perchè il corpo senta la voglia di tornare a casa e ritrovare il suo Paradiso.
 
(Carlo Terraneo)
 
Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ゚・❤ EleOnora ❤・゚
    Dic 06, 2011 @ 11:51:04

    molto bello, questo scritto…
    bè… oggi i nostri ragazzi 😦 😦
    non si possono guardare… chissà perchè i genitori permettono tutto questo??
    bòh…. un giorno se ne pentiranno…ed allora? come toglieranno questi segni che sono incancellabili????

    Rispondi

    • Deborath
      Dic 06, 2011 @ 15:18:28

      Ciao Ele, proprio due giorni fa ho fatto un excursus nel mio blog, rileggendo un bel pò di articoletti…
      Avevo notato che questo post non aveva nessun commento ed ho pensato che, forse, non era stato interessante per nessuno, anche se io lo avevo trovato molto bello e, soprattutto, interessante per i miei ragazzi che, puntualmente lo hanno snobbato… 😦
      Solo tu potevi lasciarmi un commento qui ed io non posso che esserne felice…
      Grazie mille, amica mia, grazie!!!!
      Ti voglio bene… ♥

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: